Analisi criptovalute: il Bitcoin resta sempre sotto pressione nei confronti del dollaro americano

Il Bitcoin non riesce a trovare la forza per estendere il rialzo contro il dollaro statunitense. Quali prospettive si aprono per il cambio Btc/Usd?

Analisi criptovalute: il Bitcoin resta sempre sotto pressione nei confronti del dollaro americano

Gli alti e bassi del Bitcoin sui principali exchange di criptovalute sono ormai la regola. Oggi i corsi della celebre criptomoneta sono in assestamento dopo l’ennesimo tentativo fallito di sfondare la resistenza di area 6.845,48 contro il Dollaro Usa. Il superamento di questo livello avrebbe permesso al Bitcoin di riproporsi sui massimi del giorno 11 giugno 2018 e in una zona che peraltro coincide con la parte inferiore del gap down rimasto aperto da quel giorno stesso.


Bitcoin, il grafico giornaliero

Per il momento invece le quotazioni orbitano attorno ai supporti statici di area 6.273-6.275, 5 dollari, dove stanno cercando di mettere a punto un timido rimbalzo. I corsi sembrano così diretti verso il successivo supporto di zona 6.000 dollari, soglia che ha molte possibilità di essere re-testata in quanto sembra che i corsi siano attratti dal gap up lasciato aperto il 2 luglio scorso. Qualora area 6.000 dollari dovesse cedere i prezzi potrebbero essere proiettati in zona 5.000, area che riveste la duplice valenza di supporto grafico e psicologico.

Se invece le quotazioni del Bitcoin, complice anche un eventuale indebolimento da parte del dollaro, dovessero recuperare i massimi della giornata di ieri a quota 6.803,04 ci sarebbero buone possibilità di un’estensione rialzista che andrebbe a rompere la resistenza statica menzionata prima e che intrappola i corsi da oramai un mese.

A complicare il quadro tecnico ed oscurare una visione positiva sui corsi del Bitcoin si inserisce anche la linea di tendenza ottenuta collegando i massimi storici del 18 dicembre 2017 a 19.511 con quelli del 4 maggio 2018 a 9.795,3887 che verrebbe testata a quota 7.000. In questo caso però il gap potrebbe calamitare i prezzi, convalidando così la rottura di tale trendline.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative sul cambio Btc/Usd

Visti gli elementi che arrivano dall’analisi tecnica del grafico si potrebbero adottare strategie di stampo ribassista alla rottura di quota 6.000 dollari con stop loss a 6.500 dollari e obiettivo principale in area 5.400. Obiettivo finale di tale strategia si troverebbe in area 5.000 dollari.

Se invece ci fosse un rafforzamento del cambio fino ad un nuovo test della resistenza statica sopra menzionata si aprirebbero scenari rialzisti in cui si potrebbe entrare ad un recupero di zona 6.846,5 dollari con stop loss a 6.300 dollari e obiettivo principale a 7.550. In questo caso invece, sfruttando la possibilità di nuove entrate di compratori che potrebbero essere allettati dalle prospettive di un nuovo consistente rialzo, l’obiettivo finale si troverebbe in area 8.000 dollari.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Bitcoin

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Marco Ciotola -

Bitcoin, il premio Nobel Stiglitz è critico: preda di attività illegali

Bitcoin, il premio Nobel Stiglitz è critico: preda di attività illegali

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

2 giorni fa

Oro e Bitcoin viaggiano insieme: semplice coincidenza o correlazione?

Oro e Bitcoin viaggiano insieme: semplice coincidenza o correlazione?

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

6 giorni fa

Criptovalute: quotazioni frenano nonostante le buone notizie

Criptovalute: quotazioni frenano nonostante le buone notizie

Commenta

Condividi