Analisi forex: l’Eur/Usd alla vigilia di FED e BCE

Alla vigilia dei due eventi più importanti del mese (FED e BCE), la price action del cambio Eur/Usd appare controversa. L’Ufficio Studi di Money.it ha fatto il punto sui livelli da monitorare secondo l’analisi tecnica

I dati intraday e in tempo reale del Grafico EUR/USD sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

Sedute contrastate sull’euro/dollaro alla vigilia dei due eventi più importanti del mese: la riunione del FOMC, il braccio operativo della Federal Reserve, e del Consiglio direttivo della BCE, che si avranno rispettivamente domani e giovedì.

Come si poteva facilmente immaginare la price action del cambio Eur/Usd appare controversa, con i prezzi che hanno congestionato nella zona compresa tra 1,1830 e 1,1730. La distanza fra questi due livelli è di soli 100 pips, che però segnano lo spartiacque tra un ulteriore allungo della moneta unica nei confronti del biglietto verde o un arresto del recovery messo a punto da inizio mese. Ma qual è lo stato della tendenza di fondo del cambio Euro/Dollaro?

Il trend di fondo non è stato scalfito dal ribasso di aprile-maggio

Con la ripartenza disegnata dalle quotazioni Eur/Usd da inizio giugno il quadro tecnico è notevolmente migliorato. Sono infatti sparite le circostanze che avrebbero fatto pensare ad ulteriori prove muscolari del dollaro.

In effetti il movimento ribassiste messo a punto fra fine aprile e fine maggio appare più un contro movimento intermedio finalizzato al secondo test (pullback) del supporto (ex resistenza statica) collocata in area 1,15.

A prova di ciò l’evidenza dei fatti. Il cambio dopo il contatto con questo supporto ha subito invertito la rotta al rialzo. Nelle ultime sedute l’euro/dollaro è giunto al test delle resistenze intermedie a 1,18, ultimo baluardo prima del successivo livello, di valenza anche psicologica, a 1,20.

La rottura della ripida linea di tendenza fatta partire dal massimo relativo del 19 aprile 2018 è un segnale che probabilmente l’allungo della moneta unica potrà ulteriormente protrarsi, ragionevolmente fino ad area 1,1950 dove appunto si incontra la successiva area di resistenza, sia statica che dinamica con il passaggio della media mobile semplice a 200 periodi.

I livelli da monitorare secondo Fibonacci

Da un’analisi condotta con l’ausilio dei numeri di Fibonacci è possibile fare ulteriori considerazioni. Il movimento rialzista recente per ora ha sfiorato quota 1,1840 (seduta del 7 giugno scorso). Questo livello corrisponde al 38,2% del ritracciamento rispetto al movimento ribassista partito il 17 aprile. Sempre secondo Fibonacci dunque i successivi approdi rialzisti possono essere individuati a 1,1962 e 1,2069, livelli che esprimono rispettivamente il 50 e il 61,8% del ritracciamento.

Strategie operative su Eur/Usd utilizzando timeframe a 4 ore

Il superamento dei massimi di giovedì scorso, corrispondenti anche con la media mobile semplice a 200 periodi sul grafico a 4 ore, potrebbe facilmente portare le quotazioni al livello sopraindicato dato che non ci sono più veri e propri ostacoli per i corsi. Un’operazione long con un buon rischio rendimento si potrebbe attuare sul breakout di 1,18400 con stop loss a 1,1780 e obiettivo primario e finale rispettivamente collocati a 1,1900 e 1,1920.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Euro-Dollaro (EURUSD)

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Ufficio Studi Money.it -

Analisi forex: segnale long su Eur/Usd fa tornare la voglia di risalita

Analisi forex: segnale long su Eur/Usd fa tornare la voglia di risalita

Commenta

Condividi

Ludovico Reale

Ludovico Reale

ieri

Video analisi EUR/USD e major: livelli chiave e quadri tecnici

Video analisi EUR/USD e major: livelli chiave e quadri tecnici

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

1 settimana fa

Cambio euro dollaro: è ancora presto per un rally sostenuto

Cambio euro dollaro: è ancora presto per un rally sostenuto

Commenta

Condividi