Analisi tecnica e Grafico: Euro Dollaro (EURUSD)

Pubblicato il 15 giugno 2018

Analisi tecnica e grafico Euro Dollaro (EURUSD)

Analisi forex: Eur/Usd mette sotto pressione i supporti di medio termine

L’Eur/Usd è vicino ai minimi di periodo di area 1,1530 dove potrebbe crearsi una conformazione di doppio minimo

Dopo la riunione della BCE della giornata di ieri, con i toni pacati del presidente Draghi, la reazione del cambio euro contro dollaro è stata estremamente decisa, i prezzi sono infatti passati dai massimi del mese a 1,18505 al minimo di 1,1590 in poche ore. Il Dollar index invece si riaffaccia ai massimi del 29 maggio facendo pensare che la reazione di debolezza post Fed della serata di mercoledì fosse solo una finta prima della vera e propria ripartenza.

In questo contesto grafico, i supporti di Eur/Usd da un lato e le resistenze del Dollar index dall’altro sono messi di fronte ad un test: la moneta unica è vicina ai minimi di periodo di area 1,1530 dove potrebbe creare una conformazione di doppio minimo, mentre l’indice del dollaro potrebbe formare una figura classica di analisi tecnica di triplo massimo in area 95. Fondamentale dunque è la tenuta o rottura dei livelli tecnici di queste ore: nel mercato forex infatti, candele di ampio range sono un segnale di esaurimento di forza più che una figura di continuazione, soprattutto se tali candele sono localizzate su livelli critici di massimi o minimi di periodo.

Si può notare come la forza del dollaro abbia spinto i prezzi alla rottura del supporto di breve di 1,17250 complicando la possibile ripresa della moneta unica nei confronti del biglietto verde. Il quadro tecnico è diventato così nuovamente short, con i corsi che, se dovesse venir rotto il supporto di zona 1,15300-1,15000 potrebbero allungare la scia di vendite fino al successivo livello tecnico di 1,13.

Operativamente si devono attendere delle figure di analisi tecnica che rendano più chiaro lo scenario, osservando i grafici su time frame più lunghi, uno short a questi livelli inoltre appaiono tardivi, si può quindi attendere un ribalzo delle quotazioni per poter migliorare l’entrata.

SCENARIO LONG

Long a 1,1520 con stop loss a 1,1490. Target intermedio a 1,1560 e finale a 1,1600.

SCENARIO SHORT

Short a 1,1670 con stop loss a 1,1700. Target intermedio a 1,1620 e finale a 1,1590.

Iscriviti ora alla newsletter di Money.it

Scopri le ultime analisi e notizie dal mondo dell’economia, della finanza e del Forex.