Nei prossimi anni la gamma di Alfa Romeo dovrebbe essere arricchita con nuovi modelli. Con l’uscita di scena di Giulietta entro fine anno, attualmente la gamma del Biscione è composta solo da Giulia e Stelvio. Questi due modelli poggiano sulla piattaforma modulare Giorgio.

Ecco quali modelli di Alfa Romeo utilizzeranno le piattaforme di PSA e quali no

In futuro però numerosi modelli di Alfa Romeo nasceranno su piattaforme del gruppo PSA. Questo avverrà grazie alla nascita di Stellantis, azienda che deriverà dalla fusione di Fiat Chrysler Automobiles con il gruppo PSA. Di conseguenza per ridurre i costi e velocizzare lo sviluppo di nuovi modelli alcune piattaforme del gruppo francese saranno usate per auto dei marchi di FCA.

Tra queste anche Alfa Romeo. Infatti si dice che il futuro B-SUV nascerà su piattaforma CMP di PSA. Questo modello arriverà nel 2023 e avrà anche una versione elettrica al 100 per cento. Anche la futura Alfa Romeo Giulietta, sempre che il modello venga ufficialmente confermato, nascerà su una piattaforma di PSA. Si parla in questo caso della VMP. Anche per Giulietta ci sarà una versione elettrica al 100 per cento.

Tonale, E-SUV e Alfetta nasceranno su piattaforme di FCA

Non tutte le auto del futuro di Alfa Romeo nasceranno su piattaforma di PSA. Ad esempio il SUV Tonale che arriverà l’anno prossimo userà la stessa piattaforma di Jeep Compass. Inoltre si dice che la gamma dello storico marchio milanese possa venire arricchita con altri modelli.

Tra questi si parla di un SUV di segmento E e di un’ammiraglia. Se queste due vetture saranno confermate, è quasi certo che nasceranno da una versione allungata della piattaforma modulare Giorgio.

Infine si parla anche di una vettura sportiva che nascerà in collaborazione con Maserati e utilizzerà la stessa piattaforma e motori della recente Maserati MC20. Dunque nel caso di Alfa Romeo non tutte le auto del futuro utilizzeranno piattaforme di PSA cosa che invece accadrà con altri marchi di FCA.