Il 2020 non sembra essere un anno eccezionale per Alfa Romeo in Italia. Infatti le vendite della casa automobilistica del Biscione, anche a causa del coronavirus, continuano a calare rispetto allo scorso anno. A settembre 2020 lo storico marchio milanese registra un calo del 4,82 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Alfa Romeo perde il 4,82 per cento in Italia a settembre 2020

Questa riduzione percentuale delle vendite è derivata dal fatto che Alfa Romeo nel mese che si è appena concluso e nonostante le numerose promozioni escogitate ha consegnato in Italia solo 2.073 unità. Rispetto allo scorso anno sono circa 100 meno le unità vendute nel nostro paese dalla casa automobilistica del Biscione.

Per effetto di questo risultato la quota di mercato di Alfa Romeo in Italia è adesso pari a 1,33 per cento. Se invece andiamo a guardare l’intero 2020 la situazione del marchio italiano di Fiat Chrysler Automobiles si fa ben peggiore. Infatti nel periodo che va da gennaio a settembre 2020 la casa automobilistica milanese ha venduto in Italia 11.950 unità. Questo numero rappresenta un calo del 40 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

La quota di mercato del Biscione nel 2020 nel nostro paese si attesta all’1,24 per cento. Facendo un paragone con il mercato auto italiano nel suo insieme, Alfa Romeo è riuscita a fare peggio. Infatti il calo del mercato nel suo insieme fino ad ora nel 2020 è stato pari a -34 per cento contro il -40 per cento del brand milanese.

L’unica nota positiva in tutto ciò è che a settembre è tornato a crescere il SUV Alfa Romeo Stelvio che con 1.231 unità ha visto aumentare le sue immatricolazioni del 4,6 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Situazione completamente diversa se si fa riferimento ai primi 9 mesi dell’anno periodo in cui Stelvio ha venduto 5.527 unità con un calo del 39 per cento rispetto allo scorso anno.