Il 2020 non è stato un anno molto positivo per l’industria automobilistica per la crisi sanitaria ed economica causata dalla pandemia di coronavirus. Il calo delle vendite è stato un qualcosa che è avvenuto un po’ in tutto il mondo ma soprattutto in Europa si sono registrati i cali più grandi. Per quanto riguarda Alfa Romeo, la casa automobilistica del Biscione ha subito un vero e proprio crollo nei principali mercati del vecchio continente.

Alfa Romeo crolla nel 2020 in tutti i principali mercati dell’Europa

Purtroppo la riduzione delle immatricolazioni di Alfa Romeo è stata ben peggiore di quella del mercato nel suo insieme, segnale che ovviamente qualcosa deve cambiare al più presto all’interno dello storico marchio milanese.

Partendo dall’Italia, nel 2020 Alfa Romeo ha perso il 33,5% delle vendite rispetto al 2019 immatricolando in totale 17.202 unità. La situazione non è buona nemmeno in Germania che come sappiamo è il principale mercato auto del nostro continente. Li il Biscione ha visto diminuire le sue immatricolazioni del 21,1% con un totale di 3.246 unità consegnate ai clienti tedeschi.

Si spera che nel 2021 la situazione della casa milanese possa nettamente migliorare

Anche in Francia crollo molto netto delle consegne di Alfa Romeo che nel 2020 ha venduto un totale di 2.372 unità e un calo di quasi il 40% rispetto al 2019. L’emorragia del Biscione non si arresta nemmeno nel Regno Unito. In Uk la casa milanese nel 2020 ha registrato un poco incoraggiante -38.3% con 2.107 unità consegnate. In Svizzera infine per Alfa Romeo calo del 37 per cento con un totale di 1.816 unità immatricolate.

Si spera ovviamente che Alfa Romeo possa migliorare la sua situazione già nel corso del 2021 anno considerato molto importante per il marchio del Biscione che lancerà sul mercato il crossover Tonale e molto probabilmente svelerà le novità che caratterizzeranno la sua gamma nel futuro prossimo.