Nell’ultimo decennio siamo stati abituati da Alfa Romeo a tempi biblici per quanto riguarda il lancio di nuovi modelli. Basti ricordare cosa è avvenuto con Alfa Romeo Giulia e Stelvio negli scorsi anni e quello che sta avvenendo in questo periodo con il SUV Tonale presentato a marzo 2019 in versione concept car e che se va bene arriverà in concessionaria a fine 2021. 

Stellantis vuole anticipare il lancio dei nuovi modelli di Alfa Romeo

Le cose però potrebbero cambiare per la casa automobilistica del Biscione nei prossimi anni. Infatti una delle cose che il numero uno del nuovo gruppo Stellantis, l’amministratore delegato Carlos Tavares, proverà a cambiare sarà proprio questo. Tavares cercherà di velocizzare i tempi di lancio dei nuovi modelli dello storico marchio milanese.

Il primo veicolo a beneficiare del nuovo corso potrebbe essere il futuro Alfa Romeo B-SUV che forse si chiamerà Milano o Brennero. Questa auto che in un primo momento sarebbe dovuta arrivare entro la fine del 2023 potrebbe vedere il suo debutto anticipato a fine 2022. 

Queste almeno sono le ultime voci che trapelano da ambienti vicini ad Alfa Romeo. Stellantis vorrebbe anticipare il debutto di questo veicolo considerato come fondamentale per il rilancio delle quotazioni del Biscione nel segmento premium del mercato auto.

Infatti grazie a questo modello insieme a Tonale le vendite di Alfa Romeo dovrebbero subire una vera e propria impennata dopo 2 anni di cali continui. Questo tra l’altro sarà la prima vettura elettrica di Alfa Romeo che sarà realizzata sulla versione elettrica della piattaforma CMP del gruppo PSA.

Stessa sorte poi via via dovrebbe toccare anche ai futuri modelli che quindi a differenza di adesso non si faranno aspettare più per anni e anni come avvenuto con i loro predecessori. Vedremo dunque come si evolverà la situazione in casa Alfa Romeo nei prossimi anni e se davvero il lancio delle nuove auto sarà anticipato grazie a Stellantis