Settore materie prime

Nel settore delle materie prime rientrano tutte quelle aziende e società che si occupano di produrre beni da un prodotto di base. Tra le materie prime si annoverano il legno, i metalli, i prodotti agricoli e via dicendo.

Investire nel settore delle materie prime è un modo che molti trader che lavorano sul cambiamento repentino del prezzo. L’oscillazione del prezzo è infatti piuttosto veloce e influenza il prezzo che poi avrà il prodotto finito.
Ovviamente se la materia prima costerà di più anche il prodotto finale avrà un prezzo maggiore.

Investire nelle materie prime in passato era un’operazione riservata ai soli grandi azionisti, che possedevano fisicamente la materia in questione e la negoziavano vendendola e comprandola.

Adesso le cose sono cambiate e chiunque può investire sulle materie prime. Esistono infatti strumenti, come gli ETF, con cui si può operare senza possedere fisicamente il titolo o la materia prima in questione.

Settore materie prime, ultimi articoli su Money.it

Materie prime: il 2019 sarà l’anno del platino

Secondo Aneeka Gupta, Associate Director – Research di WisdomTree, i prezzi del platino saranno sostenuti da tre fattori: contesto normativo del comparto auto in evoluzione, maggiore domanda a scopo di investimento e stabilità della domanda dal settore industriale

Petrolio WTI: strategie laterali dopo sell on news post Opec

L’analisi tecnica sul petrolio WTI mette in evidenza come gli operatori stiano vivendo un periodo di indecisione, con le ultime candele giornaliere assimilabili a delle doji. Vediamo come sfruttare questa informazione e le numerose resistenze di quota 60 dollari con i certificati Corridor di SocGen

Vendere l’oro di Bankitalia, un’impresa non facile

Il governo sta valutando una controversa fonte di reddito per coprire i costi delle spese previste in manovra: le riserve auree di Bankitalia. Le insidie che questa eventuale azione incontrerà sono numerose. Ne abbiamo parlato con Carlo Alberto De Casa, Capo analista per ActivTrades

|