Matrimonio

Per matrimonio si intende quell’istituto che indica l’unione civile e/o religiosa tra due persone.

In Italia, anche i matrimoni celebrati davanti a un ministro di culto di una confessione religiosa che abbia stipulato un’intesa con lo Stato italiano hanno valore civile.

Nell’ordinamento italiano il matrimonio è regolato dal Titolo VI del Codice Civile, mentre la Costituzione ne tratta negli articoli 29 e 30. Nel dettaglio, il primo definisce la famiglia come “società naturale fondata sul matrimonio”, mentre il secondo riguarda il mantenimento, l’istruzione e l’educazione dei figli.

Come indicato dall’articolo 143 del Codice Civile, con il matrimonio marito e moglie acquistano gli stessi diritti e assumono gli stessi doveri. Nel dettaglio, dal matrimonio deriva l’obbligo di:

  • fedeltà;
  • assistenza morale e materiale;
  • collaborazione nell’interesse della famiglia;
  • coabitazione.

Inoltre, entrambi i coniugi sono tenuti, in relazione alle proprie sostanze e capacità di lavoro professionale o casalingo, contribuire ai bisogni della famiglia.

Matrimonio, ultimi articoli su Money.it

Matrimonio: le spese sono detraibili dalle tasse?

Le spese relative al matrimonio possono essere veramente onerose per una giovane coppia; per questo è interessante capire se è possibile risparmiare qualcosa detraendo queste uscite al momento della dichiarazione dei redditi.

Come andare via di casa a 16 anni?

Sempre più spesso i giovani tendono a rimanere in casa con i genitori, ma c’è anche chi va in controtendenza e vorrebbe andare a vivere da solo prima. E’ possibile a 16 anni?

Chi deve mantenere i figli?

L’obbligo di mantenimento e assistenza nei confronti dei figli spetta, come stabilito dall’articolo 147 del Codice Civile, ai genitori. Ciò vale anche in caso di divorzio e per i figli maggiorenni.

|