Matrimonio

Per matrimonio si intende quell’istituto che indica l’unione civile e/o religiosa tra due persone.

In Italia, anche i matrimoni celebrati davanti a un ministro di culto di una confessione religiosa che abbia stipulato un’intesa con lo Stato italiano hanno valore civile.

Nell’ordinamento italiano il matrimonio è regolato dal Titolo VI del Codice Civile, mentre la Costituzione ne tratta negli articoli 29 e 30. Nel dettaglio, il primo definisce la famiglia come “società naturale fondata sul matrimonio”, mentre il secondo riguarda il mantenimento, l’istruzione e l’educazione dei figli.

Come indicato dall’articolo 143 del Codice Civile, con il matrimonio marito e moglie acquistano gli stessi diritti e assumono gli stessi doveri. Nel dettaglio, dal matrimonio deriva l’obbligo di:

  • fedeltà;
  • assistenza morale e materiale;
  • collaborazione nell’interesse della famiglia;
  • coabitazione.

Inoltre, entrambi i coniugi sono tenuti, in relazione alle proprie sostanze e capacità di lavoro professionale o casalingo, contribuire ai bisogni della famiglia.

Matrimonio, ultimi articoli su Money.it

Abbandono del tetto coniugale: quando è reato?

L’abbandono del tetto coniugale costituisce reato quando è commesso senza un giustificato motivo. Chi si allontana dalla casa familiare viola l’obbligo di assistenza familiare e morale del coniuge e dei figli.

Dove si richiede lo Stato Civile?

Il certificato dello Stato Civile si può richiedere presso gli uffici del Comune oppure mediante la compilazione di un form online, dove possibile. Il certificato è gratuito e resta valido per 6 mesi.

Come deve firmare la donna dopo il matrimonio?

Con il matrimonio la donna aggiunge il cognome del marito al proprio e non può rinunciarvi salve le ipotesi di annullamento del vincolo e di divorzio. Ma come deve firmare la moglie dopo aver preso il cognome del marito? Ecco cosa dice la legge in merito.

Divorzio giudiziale: procedimento ed effetti

Il divorzio giudiziale scioglie il vincolo matrimoniale quando i coniugi sono in disaccordo. Disciplina ed effetti del procedimento di divorzio giudiziale secondo la legge italiana.

|