Zero cartelle ad agosto, più tempo per rispondere alle lettere di compliance

Zero cartelle ad agosto, congelati 1 milione di atti e più tempo per rispondere alle lettere di compliance su redditi 2015 e 2014. Ecco le novità nel comunicato stampa MEF e Agenzia delle Entrate del 3 agosto 2018.

Zero cartelle ad agosto, più tempo per rispondere alle lettere di compliance

Nel mese di agosto sarà sospesa la notifica di cartelle, avvisi di liquidazione, richieste di documentazione e lettere di compliance: la novità è stata diffusa con comunicato stampa di MEF e Agenzia delle Entrate pubblicato il 3 agosto 2018.

L’operazione zero cartelle, pensata per semplificare i rapporti con i cittadini ed evitare inutili disagi, farà slittare al ritorno dalla pausa estiva non solo la notifica dei ruoli dell’Agenzia delle Entrate Riscossione ma anche degli atti delle Entrate.

Saranno un milione gli atti sospesi nel mese di agosto e, in particolare, si tratta di circa 650 mila comunicazioni dell’Agenzia delle Entrate e di circa 450 mila cartelle da parte della Riscossione che sarebbero state recapitate nel mese più caldo dell’anno.

Il Fisco congela non soltanto le cartelle esattoriali ma anche la scadenza per rispondere alle lettere di compliance dell’Agenzia delle Entrate sui redditi del 2015 (Dichiarazione dei redditi 2016) e su quelli del 2014. Più tempo anche per gli intermediari: i documenti richiesti potranno essere inviati entro la scadenza del 1° ottobre.

Sospensione di agosto per cartelli e atti del Fisco: comunicato stampa MEF e Agenzia delle Entrate

Agosto meno rovente, almeno sul fronte delle comunicazioni da parte del Fisco: è ufficiale anche nel 2018 la sospensione estiva per la notifica di cartelle e di atti da parte dell’Agenzia delle Entrate e del ramo Riscossione.

Il comunicato stampa pubblicato il 3 agosto 2018 dispone la sospensione feriale dei termini per più di un milione tra cartelle, avvisi di liquidazione, richieste di documentazione e lettere di compliance. Si tratta, in particolare, di circa 650 mila comunicazioni dell’Agenzia delle Entrate e di circa 450 mila cartelle da parte di Riscossione, che sarebbero state recapitate nel mese di agosto.

Pieno sostegno all’iniziativa dell’Agenzia delle Entrate del Ministro dell’Economia Giovanni Tria:

Nell’ottica di una sempre maggiore attenzione verso i cittadini, l’amministrazione finanziaria ha deciso di sospendere ad agosto l’invio di oltre un milione di atti. È un segno di riguardo nei confronti dei contribuenti, con l’obiettivo di ridurre al minimo eventuali disagi in un periodo particolare dell’anno

Niente stop, invece, per tutti gli atti cosiddetti inderogabili e che dovranno quindi essere comunque inviati.

Comunicato stampa MEF e Agenzia delle Entrate del 3 agosto 2018
Sospensione notifica di 1 milione di atti e cartelle nel mese di agosto

Agenzia delle Entrate, sospese lettere di compliance e comunicazioni di irregolarità

Per quanto concerne gli atti inviati dall’Agenzia delle Entrate, la pausa estiva del mese di agosto comporterà il blocco della partenza di 120 mila lettere di compliance e di 430 mila comunicazioni in cui si evidenzia l’eventuale presenza di irregolarità nelle dichiarazioni dei redditi e Iva (36-bis del Dpr n. 600/73 e 54-bis del Dpr n. 633/72).

Più tempo anche per gli intermediari: la scadenza per l’esibizione dei documenti relativi al controllo formale delle dichiarazioni dei redditi sui dati relativi a deduzioni, detrazioni e ritenute indicati in dichiarazione (36-ter del Dpr n. 600/73) slitta al 1° ottobre 2018 per le dichiarazioni del 2016 relative all’anno d’imposta 2015.

In stand-by anche le lettere di compliance relative a varie tipologie di reddito per l’anno d’imposta 2014, attraverso le quali l’Agenzia delle Entrate permette ai contribuenti di rimediare in autonomia ad errori o dimenticanze sui redditi dichiarati beneficiando della riduzione delle sanzioni.

Sospesa la notifica di cartelle ad agosto, 450 mila atti in arrivo a settembre

La pausa estiva riguarderà anche l’Agenzia delle Entrate Riscossione, con poco meno di 450 mila cartelle che si fermeranno nel mese di agosto e, in particolare, nelle due settimane centrali del mese.

L’attività ordinaria di notifica dei documenti congelati riprenderà alla fine della sospensione feriale ma, in questo periodo, continueranno le attività ordinaria delle strutture di entrambe le Agenzie.

Non sarà interessata dalla sospensione feriale la scadenza dei 60 giorni per il pagamento delle somme indicate nei ruoli precedentemente notificati dall’Agenzia delle Entrate Riscossione.

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Cartelle Esattoriali

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Anna Maria D'Andrea

Anna Maria D’Andrea

2 settimane fa

Sospensione feriale anche per le cartelle? Chiarimenti sul termine di pagamento e ricorso

Sospensione feriale anche per le cartelle? Chiarimenti sul termine di pagamento e ricorso

Commenta

Condividi