Statali, visite fiscali decise da un algoritmo Inps. Ecco come funziona

Statali, a decidere sulle visite fiscali sarà un algoritmo dell’Inps, messo a punto in vista dell’avvio del nuovo Polo Unico dal 1° settembre 2017. Ecco come funziona.

Statali, visite fiscali decise da un algoritmo Inps. Ecco come funziona

Statali, visite fiscali di competenza dell’Inps a partire dal 1° settembre 2017 che, stando alle novità delle ultime ore, avrebbe messo a punto un algoritmo in grado di scovare gli assenteisti verso i quali concentrare i controlli per malattia.

In caso di assenza dal lavoro per malattia, infatti, l’algoritmo Inps stabilirà quali saranno i dipendenti statali verso cui indirizzare i controlli e le visite fiscali: una vera e propria stretta all’assenteismo e alle false assenze per malattia che, da settembre, promette di porre fine ad una delle cause dell’inefficienza della Pubblica Amministrazione.

Come funziona l’algoritmo Inps? Per sapere di più bisognerà attendere domani, quando verrà presentato il nuovo Polo Unico per le visite fiscali che, a partire da settembre 2017, avrà il compito di gestire i controlli in caso di malattia sia dei dipendenti del privato che del pubblico.

Alcune voci sulle novità sono state tuttavia già annunciate. Vediamo di seguito quali saranno i criteri in base ai quali l’algoritmo dell’Inps stabilirà quali sono i dipendenti statali verso cui indirizzare le visite fiscali d’ufficio.

Statali, visite fiscali decise da un algoritmo Inps. Ecco come funziona

Sarà il programma Savio a decidere quando l’Inps dovrà effettuare le visite fiscali per i dipendenti statali. L’algoritmo anti-assenteisti entrerà in attivo insieme al nuovo Polo Unico Inps a partire dal 1° settembre 2017 e la morsa sarà stringente nei confronti dei cosiddetti furbetti del weekend.

Se al momento restano invariati orari e regole delle visite fiscali per i dipendenti pubblici, a partire da venerdì scatterà quella che in molti hanno già definito come la lotta ai “fannulloni” della Pubblica Amministrazione.

L’algoritmo Inps permetterà, grazie al controllo dei dati inseriti in un database, di stabilire se il profilo del dipendente statale assente per malattia sia o meno compatibile con quello dell’“assenteista tipo”: malato di venerdì o di lunedì, a ridosso di giorni feriali e in periodi di grandi carichi di lavoro.

Si tratta di “un algoritmo in grado di elaborare degli indici di rischio sui lavoratori che si assentano per malattia, ma malati non sono”, così come anticipato da Il Messaggero.

In tali casi verranno predisposte le visite fiscali d’ufficio da parte dell’Inps: per i dipendenti statali si tratta di una delle maggiori novità che arriverà dal 1° settembre 2017 assieme al Polo Unico.

Mentre ancora oggi e fino alla fine del mese era il dirigente della PA di riferimento a chiedere il controllo al medico fiscale, a partire da settembre l’Inps potrà procedere autonomamente alle visite fiscali, il tutto però entro un determinato tetto di spesa.

Ed è proprio al fine di razionalizzare le risorse messe a disposizione del nuovo Polo Unico Inps che Savio, il software e l’algoritmo attivi dal 1° settembre 2017, dovranno scovare i dipendenti fannulloni dello Stato.

Visite fiscali dipendenti pubblici: in attesa dei nuovi orari per gli statali

Il Polo Unico Inps gestirà a partire dal 1° settembre 2017 le visite fiscali sia dei dipendenti pubblici che dei dipendenti del settore privato.

In vista dell’avvio della novità attesa soprattutto dai dipendenti del pubblico impiego, ancora oggi non sono stati resi noti i nuovi orari delle visite fiscali, che attualmente prevedono l’obbligo di reperibilità 7 ore al giorno per gli statali, solo 4 per il settore privato.

Come noto, infatti, la riforma della Pubblica Amministrazione ha previsto che dal 1° settembre 2017 gli orari saranno gli stessi per tutti, ma non sono stati ancora stabiliti con precisione.

Probabilmente la durata delle fasce di reperibilità non sarà ridotta, quindi è molto difficile che gli orari delle visite fiscali 2017 saranno quelli utilizzati oggi per il privato.

È più probabile che anche per questi saranno utilizzate le fasce di reperibilità previste per gli statali; ma per averne la certezza dovremo attendere nuove comunicazioni da parte dell’Inps quando si sarà ormai dotato non soltanto del nuovo Polo Unico ma anchel’uto algoritmo contro gli assenteisti.

Potrebbe interessarti anche -> Visite fiscali INPS, nuove regole dal 1° settembre 2017: orari, limiti e permessi ad ore

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Visite fiscali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.