Super green pass, aggiornata l’app VerificaC19: come funziona e come cambiano i controlli

Stefano Rizzuti

06/12/2021

06/12/2021 - 11:04

condividi

L’app VerificaC19 è stata aggiornata per poter distinguere il green pass base da quello rafforzato: vediamo come scaricarla, come funziona, come cambiano i controlli e come scansionare i Qr code.

Super green pass, aggiornata l'app VerificaC19: come funziona e come cambiano i controlli

Cambiano i controlli con l’arrivo del super green pass, in vigore in tutta Italia - anche in zona bianca - a partire dal 6 dicembre. Con la certificazione verde rafforzata è stato necessario aggiornare l’app VerificaC19, utilizzata per controllare la validità del pass in tutti i luoghi in cui è richiesto.

Sogei ha rilasciato l’aggiornamento dell’app alla versione 1.1.8: la novità è che ora sarà possibile verificare se l’utente è in possesso del semplice green pass base (quello rilasciato anche con un tampone negativo) o del super green pass (riservato solamente a vaccinati e guariti, escludendo i tamponi).

La nuova versione dell’app VerificaC19 è stata rilasciata su App Store, Play Store e App Gallery per i dispositivi Apple, Android e Huawei. Con la nuova versione, quindi, sarà possibile effettuare i controlli del green pass in base al luogo in cui si deve entrare.

Dal 6 dicembre in molti luoghi, anche in zona bianca, servirà il green pass rafforzato (quindi solo per vaccinati e guariti) per poter accedere: è quanto avverrà per esempio in bar, ristoranti, cinema, eventi sportivi, cerimonie pubbliche e per tante altre attività ricreative. Il green pass base sarà richiesto sui mezzi di trasporto e anche negli alberghi. Vediamo, attraverso una breve guida, come funziona l’app per verificare la validità delle certificazioni verdi.

VerificaC19: come funziona la nuova app

L’app per la verifica dei green pass non cambia. Come già avveniva prima è funzionante anche offline ma è comunque necessario collegarsi a internet almeno una volta al giorno. Con l’arrivo del super green pass si potrà accedere a due differenti modalità di verifica.

Chi ha già l’app deve solo scaricare l’aggiornamento e poi scegliere la tipologia del controllo: “verifica base” per i luoghi in cui si può accedere anche con un tampone negativo e “verifica rafforzata” per quelli in cui è richiesta la vaccinazione o la guarigione.

Quando un cliente vuole accedere in questi luoghi deve esibire il suo Qr code in formato cartaceo o digitale (per esempio dal suo smartphone). L’operatore che si occupa dei controlli deve quindi scansionare il Qr code: a quel punto apparirà o la scritta “Certificazione valida in Italia e in Europa” o la dicitura “Certificazione non valida”.

Con la “modalità automatica” prevista dall’app VerificaC19 è possibile effettuare un controllo ogni cinque secondi senza dover effettuare alcun doppio click (come avveniva in precedenza): i controlli vengono così velocizzati. Inoltre con l’aggiornamento dell’app sarà possibile anche attivare la torcia del cellulare nel caso in cui ci sia poca luce.

Con le nuove funzionalità non cambia comunque nulla per i cittadini: il Qr code resta invariato e non se ne dovrà scaricare uno nuovo. Per esempio i vaccinati possono continuare a esibire la certificazione scaricata in passato fino al momento della somministrazione della terza dose e del rilascio del nuovo certificato.

Altra novità della nuova versione dell’app VerificaC19 riguarda la funzione Authcode. Il codice autorizzativo necessario per scaricare il green pass sarà accessibile anche dall’app: in passato era necessario che arrivasse tramite sms o mail.

Come scaricare VerificaC19 su Android

Per scaricare l’app VerificaC19 sui dispositivi Android bisogna andare su Play Store: è richiesto uno smartphone o un tablet con edizione 8.0 o successiva del sistema operativo e l’applicazione occupa circa 10 mb.

VerificaC19 su Play Store VerificaC19 su Play Store

Per i dispositivi Huawei invece è possibile scaricare l’app su AppGallery, il marketplace appositamente predisposto da Huawei per scaricare le app: la versione pesa poco più di 10 mb.

Come scaricare VerificaC19 su iPhone

I proprietari di smartphone e tablet Apple possono scaricare l’app VerificaC19 per controllare i green pass attraverso l’App Store: il peso dell’applicazione è di poco inferiore ai 14 mb ed è richiesta l’edizione 12.1 o successiva del sistema operativo.

VerificaC19 su App Store VerificaC19 su App Store

Cosa fare se VerificaC19 non funziona

Può capitare che l’app VerificaC19 dia dei problemi e non sia funzionante. Come viene sottolineato nelle faq del governo è possibile che appaia la schermata rossa con la scritta “Errore di lettura QR Code”: in questo caso l’app non riesce a leggere il codice e si consiglia di riprovare cercando migliori condizioni di luce o provando ad allineare meglio l’inquadratura della fotocamera al Qr code.

L’altra scritta che potrebbe apparire è: “Non è una Certificazione verde COVID-19”. L’app - spiegano sul sito delle faq - riconosce solamente i Qr code che rispettano le specifiche europee previste dall’Eu digital covid certificate: gli altri codici non possono quindi essere scansionati dall’app.

Un’altra possibilità è quella di un malfunzionamento nelle scansioni. Se il problema dovesse persistere è consigliato provare a disinstallare e riscaricare l’applicazione. Se non si dovesse trovare neanche in questo modo una soluzione è possibile chiamare il numero di pubblica utilità 1500 sempre attivo, 24 ore su 24.

Esistono anche delle altre app per verificare i green pass, alcune per esempio utilizzate da altri Paesi e anche open source. Considerando, però, gli ultimi aggiornamenti di VerificaC19 con l’introduzione della differenza tra green pass base e rafforzato è consigliato fare affidamento solamente sull’app ufficiale raccomandata dal governo.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# iPhone
# Huawei

Iscriviti a Money.it