Variante Delta Covid in Italia: solo 2 Regioni non hanno contagiati

Simone Micocci

29/06/2021

29/06/2021 - 13:49

condividi

La variante Delta comincia a diffondersi anche in Italia. A oggi c’è in tutte le Regioni, ma con due eccezioni.

Variante Delta Covid in Italia: solo 2 Regioni non hanno contagiati

La variante Delta spaventa il mondo, Italia compresa. Anche nelle nostre Regioni - eccetto due - si registrano contagi con questa nuova, e più contagiosa, variante del virus Sars-Cov-2, con il rischio che questa possa diventare prevalente già in agosto e fare da innesco a una quarta ondata autunnale.

Servirà approfittare di questi mesi in cui la situazione sanitaria è sotto controllo, tanto da permettere l’abolizione dell’obbligo della mascherina all’aperto, per accelerare con la campagna vaccinazioni ed evitare che a causa della variante Delta ci troveremo davanti a un autunno complicato.

La variante Delta, però, sta circolando e lo fa anche con passo spedito. I contagiati da questa nuova variante, che corre veloce come dimostra quanto successo a Maiorca, ci sono ormai in tutte le Regioni d’Italia, ma con due eccezioni.

Vediamo di quali si tratta analizzando la situazione nella Penisola.

Due sole Regioni senza variante Delta

Sono due le Regioni dove al momento, almeno secondo i vari test effettuati, non sono state registrati contagiati per la variante Delta. Nel dettaglio, si tratta di Basilicata e Valle d’Aosta, le quali per il momento (sappiamo infatti che i dati possono variare anche in pochi giorni) non hanno persone contagiate con variante Delta.

Se queste sono le due Regioni Covid (Delta) free, ce ne sono altre dove invece i contagiati stanno aumentando ogni giorno. Vediamo, dunque, qual è la situazione Regione per Regione così da capire dove la variante Delta è maggiormente diffusa.

Variante Delta in Italia, la mappa del contagio

Il timore è che la variante Delta sia ormai “partita”: il tracciamento ne potrà sicuramente limitare la diffusione, ma solamente i vaccini (e solo dopo la seconda somministrazione) potranno fare in modo che le varie Regioni, oggi tutte in zona bianca, si trovino a dover affrontare un ulteriore peggioramento dei contagi con un ritorno delle restrizioni.

Ma dove la variante Delta è più diffusa? A oggi, ci troviamo nella seguente situazione:

  • Valle d’Aosta: zero casi di variante Delta riscontrati;
  • Piemonte: sono 8 i casi identificati, di cui nessuno con situazioni tanto gravi da richiedere il ricovero in ospedale;
  • Liguria: sono 5 i casi identificati, come confermato dall’ospedale San Martino di Genova che per la Regione si occupa del sequenziamento delle varianti;
  • Lombardia: sono molti di più i casi registrati, tant’è che nei giorni scorsi il vicepresidente regionale, Letizia Moratti, ha spiegato che la variante Delta è causa del 6% dei contagi;
  • Trentino Alto Adige: qui sono stati registrati 34 casi di variante Delta, tutti tracciati e sotto controllo;
  • Veneto: non abbiamo i dati esatti ma anche qui non di tratta di numeri importanti. I focolai di variante Delta ci sono ma limitati, e Antonia Ricci - direttore generale dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie, ha definito la situazione attuale come “ancora sotto controllo”;
  • Friuli Venezia Giulia: qui la situazione comincia a essere più preoccupante in quanto risulta esserci una prevalenza della variante Delta. Tuttavia, al momento il dato è condizionato dal fatto che ci sono ancora a disposizione pochi casi per il contact tracing;
  • Emilia Romagna: i contagi ci sono, ma è ancora presto per dire quanti visto che la Regione sta ancora aspettando i dati del sequenziamento;
  • Toscana: 2 casi accertati (proprio nelle ultime ore);
  • Marche: ci sono almeno 5 casi individuati di variante Delta, tutte persone non vaccinate;
  • Umbria: qui non esistono dati aggiornati a dopo il 16 giugno. Sappiamo però che in questa data su un totale di 53 positivi (sequenziati) sono stati accertati 6 casi di variante Delta;
  • Lazio: 17 i casi di variante Delta, tutti circoscritti intorno alla zona di Aprilia (provincia di Latina);
  • Basilicata: zero casi accertati;
  • Molise: 4 casi di variante Delta accertati (tutti a Campobasso);
  • Abruzzo: sono meno di 10 i casi accertati;
  • Campania: 83 i casi accertati di variante Delta;
  • Puglia: 51 i casi di variante Delta risultati dal sequenziamento;
  • Calabria: 1 solo caso accertato;
  • Sardegna: 43 i casi di contagiati dalla variante Delta, di cui la prevalenza nel nord dell’isola;
  • Sicilia: 30 contagiati da variante Delta, di cui 14 sono al momento in isolamento nella nave dei migranti ferma a Lampedusa.

Questi i dati, al momento, ma va detto che molte Regioni solamente adesso stanno potenziando le campagne di sequenziamento del virus. Nei prossimi giorni, dunque, arriveranno maggiori dati riguardo alla diffusione della variante Delta sul territorio, con la consapevolezza comunque che la sua presenza è destinata ad aumentare nelle prossime settimane.

Argomenti

Iscriviti a Money.it