Gli Usa entreranno in recessione nel 2020

Dopo l’ultima riunione della Fed, in cui è stato messo in campo un possibile taglio dei tassi di interesse, l’S&P 500 e il Dow Jones hanno chiuso sui livelli più alti di sempre. Per il breve e lungo periodo, gli scenari sono però discordi: vediamo perchè

Gli Usa entreranno in recessione nel 2020

Ieri, l’S&P 500 e il Dow Jones hanno messo a segno la chiusura più alta di sempre, rispettivamente a 2.954,1799 punti e 26.753,16 punti. Gli operatori sono galvanizzati dalla prospettiva di un taglio dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve.

A questo proposito, i futures sui Fed Funds indicano il 100% di probabilità che l’istituto centrale americano tagli i tassi già a luglio. La misura di questo abbassamento del costo del denaro dovrebbe attestarsi sui 25 punti base, anche se c’è il 26% di possibilità che venga effettuato un taglio di 0,50 punti.

Per il principale indice statunitense, l’S&P 500, si possono identificare uno scenario di breve e uno di medio periodo.

Scenario 1: nel breve periodo l’S&P 500 ha ancora spazio per salire

Secondo quanto riportato da Bloomberg, l’S&P 500 ha raggiunto i suoi massimi storici con solo il 70% dei membri che hanno un prezzo superiore alla loro media mobile a 50 giorni.


S&P 500, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Questa percentuale, che costituisce un indicatore chiave nel breve periodo, era pari al 93% a febbraio e al 74% a fine aprile. Oltre a questo, viene osservato come negli ultimi casi in cui l’indice ha stornato dai suoi top storici, l’RSI settato a 14 periodi era giunto in soglia di ipervenduto, cosa che ad oggi non è ancora accaduta.

Questa view viene confermata anche dalla nostra analisi tecnica, consultabile qui.

Scenario 2: nel 2020 gli Usa potrebbero entrare in recessione

Per l’anno prossimo, le prospettive di Guy Miller, chief market strategist and head of macroeconomics di Zurich Insurance sono piuttosto negative, in quanto si aspetta una leggera recessione per il prossimo anno.

Alla trasmissione “Squawk Box” di CNBC, l’esperto ha ricordato che la ragione per cui il costo del denaro viene tagliato è perchè si sta assistendo ad un peggioramento delle condizioni economiche mondiali. Quando ciò accade, i margini e gli utili delle aziende ne vengono affetti in maniera negativa. Miller ha inoltre affermato che la Fed taglierà i tassi solamente una volta prima della fine dell’anno.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.