Dove andare all’università: 10 atenei dove trovare lavoro è più semplice

Giorgia Bonamoneta

25 Settembre 2021 - 00:03

condividi

Dopo l’università si trova più facilmente lavoro? Secondo la classifica “Graduate employability 2022“ in Italia sono 10 le università con le quali è più semplice trovare lavoro. Ecco quali.

Dove andare all'università: 10 atenei dove trovare lavoro è più semplice

Ogni futuro studente vorrebbe essere sicuro di non prendere una decisione sbagliata quando si iscrive all’università con l’obiettivo di trovare il lavoro dei propri sogni. Per aiutare le matricole a scegliere il miglior ateneo o i migliori corsi esistono ogni anno svariate classifiche su qualità dell’istruzione, capacità di preparare al mondo del lavoro etc etc.

In base all’interesse dello studente una o l’altra classifica può essere più interessante. In questo articolo visioneremo le migliori università italiane per preparazione al mondo del lavoro.

Poche novità rispetto agli scorsi anni e nessuna sorpresa, ma proprio per questo la scelta dell’ateneo continua a essere importante se l’obiettivo è trovare un buon lavoro e nel più breve tempo possibile.

I migliori atenei d’Italia per trovare lavoro

Nella classifica generale delle migliori università italiane è l’Università di Bologna ad aggiudicarsi il primo posto al 172 esimo posto. Invece se si posta l’attenzione sulla preparazione al mondo del lavoro e quindi sulla capacità dell’università di aver ex studenti imprenditori e/o creative a vincere è, senza sorpresa, il Politecnico di Milano.

Il migliore ateneo di Italia è quindi a Milano e il Politecnico si classifica in alto nella classifica mondiale, ovvero nelle prime 50 posizioni, precisamente alle 43 esima posizione, perdendone però due rispetto allo scorso anno. In tutta la classifica, che comprende gli atenei di tutto il mondo, sono 14 le università italiane che si sono aggiudicate un posto e che rappresentano un pregio italiano.

La classifica italiana dei migliori atenei per trovare lavoro

I risultati italiani del 2021 si attestano nella media italiana, senza troppi pregi e difetti e questo dovrebbe mettere in guardia le università stesse nel tentativo di migliore le proprie prestazioni. Dobbiamo però calcolare che questa classifica specifica si basa sulla capacità di immettere nel mondo del lavoro e che forse prima di tutto bisognerebbe migliorare la condizione dell’occupazione giovanile e in seguito parlare di miglioramento dell’istruzione.

Senza ulteriori indugi, ecco la classifica degli atenei:

  • 1) Politecnico di Milano
  • 2) Alma Mater di Bologna
  • 3) la Sapienza di Roma
  • 4) Politecnico di Torino
  • 5) Cattolica del Sacro Cuore
  • 6) Università di Padova
  • 7) Università statale di Milano
  • 8) Università di Trento e Torino (a pari merito)
  • 9) Università di Pavia
  • 10) Università di Milano Bicocca

Quali dati tenere in considerazione prima di iscriversi in un ateneo

La classifica “Graduate employability 2022”, che può dare una mano allo studente per scegliere l’ateo adatto a lui, tiene in considerazione alcuni fattori essenziali. I parametri, basati su 75 mila risposte, fanno riferimento ai profili di ex studenti con il maggior successo nel campo lavorativo delle varie università.

È un aspetto che non a tutti gli studenti può interessare, ma se il piano è diventare imprenditori innovatori, creativi e di successo, la classifica è un resoconto proprio delle capacità delle università di creare un profilo simile. La classifica si basa su:

  • successo degli ex studenti
  • numero di partnership con aziende (tirocini)
  • numero di pubblicazioni

In base a questi viene stilato un dato chiamato Graduate Employment Rate, ovvero un indicatore occupazionale. Il Politecnico di Milano si riconferma la prima università d’Italia e distacca anche di molte posizioni l’Alma Mater di Bologna e la Sapienza di Roma.

Argomenti

# Lavoro

Iscriviti a Money.it