Economia USA ’ostaggio’ di Trump: «Piano di stimoli dopo la mia rielezione»

Trump blocca le trattative sul piano di stimoli dei Democratici da $2,4mila miliardi: «Dopo la mia vittoria passerà un enorme pacchetto d’aiuti»

Economia USA 'ostaggio' di Trump: «Piano di stimoli dopo la mia rielezione»

Tracollo della Borsa USA dopo l’ultima decisione di Trump sul piano di stimoli all’economia. L’ordine del presidente, positivo al coronavirus dalla settimana scorsa e in picchiata nei sondaggi, ha scatenato il panico fra i mercati. Il presidente degli Stati Uniti ha messo in pausa le trattative con i Democratici sul piano di stimolo all’economia USA, rimandando ogni decisioni a dopo le elezioni del prossimo 3 novembre.

Mercati nel panico dopo l’ultima decisione di Trump

L’ultima decisione di Donald Trump spaventa i mercati, che sono letteralmente crollati nell’arco di pochi minuti. Anche il petrolio è tornato a perdere terreno, con il prezzo del greggio in calo nell’apertura di seduta di mercoledì 7 ottobre.

Il presidente ha detto ai suoi di bloccare tutti i negoziati con i Democratici sul piano di stimoli per la ripresa economica. L’ordine rimarrà in vigore fino alle elezioni del 3 novembre.

Se la Casa Bianca andasse avanti con il suo proposito, migliaia di miliardi di dollari non verrebbero più erogati in aiuto agli americani, mentre negli USA l’epidemia infuria e l’economia cerca disperatamente la ripresa.

Trump: “Nessuno stimolo all’economia prima della rielezione”

Solo pochi giorni fa, Trump aveva spinto affinché si risolvesse lo stallo fra le due forze politiche. E ancora ieri la speaker della Camera Nancy Pelosi e il ministro del Tesoro Steven Mnuchin si erano incontrati per discutere del pacchetto di aiuti, pianificando un secondo incontro per oggi.

Ma dal ritorno del presidente alla Casa Bianca, dopo il breve ricovero in ospedale, le cose sembrano cambiate con un tweet del presidente.

Ho dato ordine ai miei rappresentanti di bloccare i negoziati fino a dopo le elezioni quando, immediatamente dopo la mia vittoria, faremo passare un enorme piano di aiuti per i lavoratori americani e per le piccole imprese”.

Economia USA ostaggio di Trump

Il presidente ha motivato la sua decisione affermando che la proposta di Pelosi da 2,4mila miliardi dollari serve a finanziare “Stati malamente governati dai Democratici, con alto tasso di criminalità”, e che si tratta di soldi non collegati in nessun modo all’epidemia di coronavirus.

Per questo Trump ha chiesto al senatore di Mitch McConnell di focalizzare tutti i suoi sforzi sull’elezione alla Corte Suprema Amy Coney Barrett, mettendo completamente da parte per un mese intero i lavori sul piano di stimoli.

Trump lega così a doppio filo la propria rielezione a un aiuto largamente atteso dai cittadini americani.

Crollo in Borsa dopo l’ultimo tweet di Trump

Cancellano tutti i guadagni i titoli USA dopo le parole di Trump. Il Dow Jones Industrial Average ha chiuso in ribasso di 375 punti, mentre l’S&P 500 e il Nasdaq Composite hanno ceduto rispettivamente l’1,4% e l’1,57%.

A trascinare giù il Dow, in particolare, sono state le azioni Boeing (-6%). Anche Apple, Netflix e Amazon registrano perdite di oltre il 2%. Giù anche Facebook (-1,6%) e Alphabet (-1,7%).

Pesanti perdite anche per il comparto aereo, che aspettava disperatamente un aiuto statale per uscire dalla crisi nera dovuta al crollo dei viaggi collegato alla pandemia.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories