Tonfo e recupero della lira turca oggi: i motivi

Violetta Silvestri

8 Ottobre 2021 - 15:10

condividi

Lira turca in movimento oggi: la valuta rimbalza dopo aver toccato nuovi minimi sul dollaro. Il motivo è una indiscrezione, poi smentita, sul malcontento di Erdogan verso la banca centrale.

Tonfo e recupero della lira turca oggi: i motivi

La lira turca è rimbalzata da un minimo record contro il dollaro quando un alto funzionario ha negato la notizia secondo la quale Erdogan sarebbe poco soddisfatto dell’operato del governatore della banca centrale Sahap Kavcioglu.

Il presidente turco è alle prese con un crescente malcontento della popolazione per la sua gestione dell’economia del Paese.

Il tasso annuo di inflazione ha raggiunto quasi il 20% a settembre, cinque volte l’obiettivo ufficiale della banca, con i prezzi dei generi alimentari che accelerano rapidamente.

L’approccio invadente di Erdogan verso le decisioni dell’istituto centrale ha ormai abituato investitori e analisti. Stavolta, la notizia di un possibile ed ennesimo licenziamento al vertice della banca è stato smentito. E la lira turca ne ha risentito pesantemente.

Lira turca nel mirino di indiscrezioni

Il direttore delle comunicazioni di Erdogan, Fahrettin Altun, ha annunciato che la notizia sulla presunta frustrazione di Erdogan nei confronti di Kavcioglu (riportata da Reuters) è una palese fake news.

La valuta è scesa di circa l’1% a 8,97 contro il dollaro USA quando è stato riferito dall’agenzia stampa che Erdogan aveva perso fiducia in Sahap Kavcioglu, anche dopo che il governatore si era piegato alle pressioni per tagliare il tasso di interesse di riferimento della banca il mese scorso.

Secondo le indiscrezioni il presidente turco, noto oppositore dell’aumento dei tassi di interesse per frenare l’inflazione, è insoddisfatto perché la banca non è intervenuta già in estate.

La lira turca ha recuperato in parte il declino, rafforzandosi dello 0,6%, non appena è arrivata la smentita. Al momento in cui si scrive, la coppia USD/TRY scambia a 8,88, con un rialzo dello 0,23%.

Occorre sottolineare che Kavcioglu, ex deputato del partito al Governo, è stato nominato a marzo di quest’anno. Il suo predecessore, l’ex ministro delle finanze Naci Agbal, è stato licenziato dopo appena quattro mesi di lavoro dopo aver tentato di tenere sotto controllo l’inflazione con una serie di rialzi dei tassi.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO