Aste titoli di Stato: tutto esaurito ma i rendimenti di BTP e CCTeu volano ancora

Nelle aste odierne il Tesoro ha collocato tutti i Titoli di Stato offerti. L’allargamento dello spread delle ultime settimane ha tuttavia causato un brusco rialzo dei rendimenti dei BTP, ai massimi dal dicembre 2013

Aste titoli di Stato: tutto esaurito ma i rendimenti di BTP e CCTeu volano ancora

Giornata ricca sul fronte delle aste italiane dei titoli di Stato. Il ministero del Tesoro ha pubblicato l’esito delle audizioni in programma questa mattina, che prevedevano il collocamento dei BTP a 5 e 10 anni e dei CCTeu con scadenza a settembre 2025.

Andando nello specifico, per quanto riguarda l’asta dei BTP a 5 anni (codice ISIN IT0005344335) sono stati collocati tutti i 2 miliardi massimi offerti dal Tesoro. L’audizione del BTP scadenza ottobre 2023 prevedeva un’ammontare da collocare compreso tra l’1,5 e i 2 miliardi di euro.

Con una domanda pari a 2,954 miliardi di euro, il rapporto di copertura tra ammontare richiesto dagli investitori e quantitativo offerto dall’Italia è stato pari a 1,48. Il prezzo di emissione è stato pari a 99,49 e prevede un rendimento lordo pari al 2,58%, massimo dal dicembre 2013.Il prezzo medio dell’emissione uguale a 95,46.

Anche la settima tranche del BTP a 10 anni collocato questa mattina, codice ISIN IT0005340929, ha fatto segnare il tutto esaurito rispetto alla forchetta ipotizzata dal ministero, fissata nell’intervallo 2-2,5 miliardi di euro. Il prezzo medio dell’emissione uguale a 95,46.

A fronte di una domanda pari a 3,716 miliardi di euro sono stati collocati tutti i 2,5 miliardi di euro offerti dal Tesoro, per un rapporto di copertura pari al 1,49, il più alto dallo scorso luglio. Indicazioni negative sono tuttavia giunte dai rendimenti.

L’asta odierna del BTP a 10 anni ha visto i rendimenti balzare al 3,36%, massimo dal febbraio 2014. L’incremento è stato di ben 46 punti base rispetto al 2,9% di rendimento prezzato dall’asta del mese scorso.

Sul fronte CCTeu, codice ISIN IT0005331878, l’asta odierna si è conclusa con l’assegnazione di un miliardo di euro di titoli, anche in questo caso massimo della forchetta indicata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e compresa tra 500 milioni e un miliardo di euro.

La tredicesima tranche del CCTeu 15 settembre 2025 ha visto una richiesta degli investitori internazionali pari a 1,67 miliardi di euro, con un rapporto bid-to-cover pari a 1,67, in linea con l’asta di settembre. Nonostante questo, il rendimento dei titoli CCTeu è balzato dello 0,55% a 2,32% dall’1,77% di settembre.

Iscriviti alla newsletter "Risparmio e investimenti" per ricevere le news su Titoli di Stato

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.