Tesla ridurrà il prezzo della Model 3 costruita in Cina

Fonti assicurano un taglio considerevole del costo della vettura entro il prossimo anno. I dettagli

Tesla ridurrà il prezzo della Model 3 costruita in Cina

Tesla ridurrà presto il costo della Model 3 costruita in Cina. Lo assicura Bloomberg, che evidenzia un considerevole taglio dei prezzi per quel che riguarda la più famosa berlina del colosso del comparto auto elettriche prodotta nella Gigafactory di Shangai.

La compagnia - rileva la testata - starebbe già da tempo pensando alla mossa, che garantirebbe agli utenti di pagare il 20% in meno dal prossimo anno, secondo quanto riferito da figure molto vicine all’azienda.

I prezzi delle vetture che saranno prodotte nella nuova fabbrica di Shanghai ammonteranno a 355.800 yuan, vale a dire poco più di 50mila dollari (44mila euro), ma potrebbero ridursi in maniera significativa già dalla seconda metà del 2020.

Nel suo report, Bloomberg ha precisato che percentuali e tempistiche delle riduzioni dei prezzi potrebbero variare in base agli scenari di mercato.

Tesla ridurrà il prezzo della Model 3 costruita in Cina

Il gigante automobilistico guidato da Elon Musk punta a una riduzione dei costi garantita dall’utilizzo delle componenti locali, e quindi una minore importazione che tenga il più possibile lontani dai dazi.

Contattata da Reuters in merito alle possibili massicce riduzioni, la compagnia ha rifiutato di rilasciare commenti.

La circostanza potrebbe rivelarsi molto importante per i volumi di vendite Tesla e gli standard produttivi dei prossimi anni. Musk si è sempre detto convinto che lo stabilimento cinese rappresenti l’unico modo per arrivare a produrre 500.000 veicoli all’anno.

Ecco perché la Gigafactory di Shanghai potrebbe rappresentare uno snodo cruciale della sua storia e del suo futuro; il tutto giustifica l’investimento di circa 2 miliardi di dollari per realizzarla.

Garantirà infatti di tamponare i costi di produzione e respingere la concorrenza di una moltitudine di startup di auto elettriche presenti sul territorio, come Nio, Byton e XPeng Motors.

Solo poche settimane fa Elon Musk, tramite il consueto Twitter, ha annunciato l’imminente nascita della quarta grande fabbrica mondiale di Tesla, la Gigafactory 4, la prima europea, che sorgerà a Berlino.

Con l’obiettivo di sfruttare un mercato particolarmente vivo come quello dell’Ue, l’impianto di Berlino potrebbe essere cruciale anche nelle sfide ai rivali del comparto elettrico, veri e propri colossi del calibro di Volkswagen.

Iscriviti alla newsletter Motori per ricevere le news su Tesla Motors

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.