Tempesta a Wall Street? Cosa sta succedendo davvero in Borsa

Violetta Silvestri

27 Febbraio 2021 - 10:41

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Cosa sta accadendo davvero nei mercati azionari? Un’analisi di Marcotti per Money.it su Wall Street e gli indici USA: cosa raccontano le oscillazioni di Borsa.

Wall Street e indici USA osservati speciali in questo tempo così anomalo ancora dominato dai timori da pandemia.

Cosa sta accadendo davvero nelle Borse, guardando alla potenza americana? Una domanda importante e che agita investitori e analisti da settimane: gli asset di rischio vacillano intimoriti dal rialzo dei rendimenti obbligazionari e alcuni grandi titoli crollano improvvisamente.

La ripresa economica resta fortemente legata al rilancio di aree globali cruciali: gli USA, appunto, il blocco europeo e l’Asia trascinata dalla Cina.

Un’analisi attenta di Marcotti, esperto di finanza intervistato come di consueto da Money.it, offre una spiegazioni sugli ultimi movimenti borsistici: c’è fermento, cosa aspettarsi?

Le big tech oscillano: cosa significa?

La prima osservazione di Marcotti è su quanto accaduto sui mercati nel giorno di lunedì 22 febbraio. Da sottolineare, innanzitutto, che l’analisi verte sugli indici USA, quelli che, a detta dell’esperto di finanza, danno realmente segnali su come si muovono i mercati.

Osservando, quindi, la seduta di lunedì scorso, si è palesata una anomalia: gli indici Dow Jones e il Nasdaq (che racchiude le grandi big tech) sono partiti in negativo. La sessione, comunque, si è chiusa in positivo, o come si dice nel gergo, è stata rialzista.

Per il Dow Jones, ma non per il Nasdaq, che ha perso oltre il 2%. Uno scivolone degno di nota per Marcotti, che ha spiegato:

“Il Nasdaq ha avuto un boom con la pandemia. E questo perché l’epidemia ha avvantaggiato alcuni titoli grandi: Facebook, Google, Apple, Amazon, Tesla. Ora ci sono normali aggiustamenti...”

Dunque, il segnale non è stato poi così impressionante. Se, come ha evidenziato Marcotti, ad aprile gli USA torneranno alla normalità pre-Covid, i grandi vantaggi delle big tech (che hanno guadagnato moltissimo durante i lockdown) si attenueranno. Tutto, in realtà, può ancora succedere e non è detto che le perdite di colossi quali Google, Amazon, Apple siano scontati.

Cosa osservare, allora, per Marcotti?

Gli USA bombardano. E lanciano segnali in Borsa

C’è stato un evento, a detta dell’esperto, che deve essere osservato, anche in ottica di previsioni finanziarie: gli USA democratici di Biden sono tornati a bombardare.

Ci si riferisce all’attacco militare in Siria contro obiettivi iraniani: quale messaggio ai titoli USA?

Marcotti ha così spiegato: “I titoli più legati alla difesa, tipo Boeing, potrebbero trovare beneficio.”

In più, all’interno delle Borse, nei vari settori, sono previsti altri movimenti: “magari non è più il momento di Amazon e affini, ma di altri, come le società petrolifere.”

Il petrolio sta avanzando oltre i 60 dollari al barile e sta influenzando il settore energetico quotato.

Per Marcotti, quindi, il fermento negli indici USA c’è: sarà una vera tempesta? Intanto si muovono alcune azioni, anche a seguito delle mosse di Biden.

Argomenti

# Borse
# Nasdaq
# azioni

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories