Tasse sulle banche per aiutare le famiglie: treni gratis e borse di studio. Ecco dove

Rosaria Imparato

14 Luglio 2022 - 16:00

condividi

Tasse sui profitti delle banche hanno alzato i tassi d’interesse per aiutare le famiglie con borse di studio e viaggi in treno gratis: ecco dove succede.

Tasse sulle banche per aiutare le famiglie: treni gratis e borse di studio. Ecco dove

Tasse sulle banche per alleggerire il peso dell’inflazione su famiglie e imprese: i proventi di queste nuove imposte, infatti, verranno usati per creare misure come i treni gratis e borse di studio per gli studenti.

L’obiettivo è quello di evitare che “imprese o singoli individui approfittino della crisi”. Tutte queste misure possono aiutare la classe medio-bassa, quella che in questo momento storico sta soffrendo di più l’aumento dei prezzi. L’inflazione, a causa della guerra in Ucraina, sta mettendo a dura prova le economie di tantissimi Paesi, e tassare le banche è un modo per provare ad arginare la situazione.

Dove succede? A parlare è stato il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez. Vediamo come funzionano queste nuove imposte sulle banche e per cosa verranno usati i proventi.

Spagna, l’idea progressista di Sánchez: come funzionano le tasse sulle banche

Le tasse annunciate da Sánchez dureranno due anni e secondo le previsioni faranno entrare nelle casse spagnole 7 miliardi di euro e riguardano i profitti:

  • delle società energetiche;
  • accumulati dalle banche, grazie ai tassi d’interesse rialzati.

Ad essere tassate saranno le società dei due settori con un fatturato superiore a 1.000 milioni di euro annui.

Tasse sulle banche per avere i treni gratis e borse studio

Le misure pensate per andare incontro alle famiglie sono due. La prima riguarda i pendolari: il primo ministro spagnolo ha alzato il sussidio pubblico al 100% per gli abbonamenti dei treni su corta e media percorrenza. Si viaggerà gratis in treno dal 1° settembre al 31 dicembre. Gli abbonamenti, quindi, saranno totalmente detraibili. In questo modo da un lato si alleviano le spese delle famiglie, e dall’altro si spingono i trasporti ferroviari, i quali rimangono la soluzione con minor impatto ambientale. Grazie a questa misura, secondo l’analisi del ministero del Lavoro, ci saranno circa 75 milioni di viaggi gratis.

L’altra misura prevede una borsa di studio complementare di 100 euro agli studenti con più di 16 anni e che hanno già una borsa di studio. Ha detto Sánchez: “Nessun giovane deve essere costretto ad abbandonare gli studi per necessità”. I primi a essere considerati saranno quelli a famiglie con redditi bassi.

In generale, ha detto Sánchez presentando le misure, “Dobbiamo adottare misure di risparmio energetico”, ha aggiunto citando il telelavoro, la limitazione nell’uso di riscaldamento e dei condizionatori. Ha inoltre dichiarato:

“Possiamo farlo e lo faremo. Chiediamo alle grandi aziende di garantire che tutti i benefici eccezionali ottenuti grazie alle circostanze attuali vengano ritrasmessi ai lavoratori.”

Inoltre, verrà sbloccata la «Operación Campamento», che prevede la realizzazione in una vecchia caserma militare a sud di Madrid 12 mila alloggi, il 60% dei quali a gestione pubblica.

Argomenti

# Spagna
# Banche
# Tasse

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.