Tabelle ANF 2019 e 2020: i nuovi importi degli assegni familiari

Tabelle ANF 2019 e 2020: l’INPS ha comunicato i nuovi importi degli assegni familiari validi dal prossimo 1° luglio e fino al 30 giugno. Di seguito tutte le novità.

Tabelle ANF 2019 e 2020: i nuovi importi degli assegni familiari

Tabelle ANF, nuovi importi dal 1° luglio 2019 e fino al 30 giugno 2020. A comunicare le novità è la circolare INPS n. 66 pubblicata il 17 maggio, che come ogni anno aggiorna le tabelle per il calcolo degli assegni al nucleo familiare.

Aumentano i limiti di reddito individuati dall’INPS per il calcolo degli assegni familiari, effetto della variazione pari al +1,1% dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati rilevato dall’Istat.

Si ricorda che le tabelle ANF riportano al loro interno l’importo degli assegni familiari erogati in busta paga ai lavoratori dipendenti che, come noto, sono calcolati anche in base alla composizione del nucleo familiare del richiedente.

Tabelle ANF 2019 e 2020: i nuovi importi degli assegni familiari

Se fino al 30 giugno una famiglia composta da due genitori ed un figlio avrà diritto agli assegni familiari in misura piena fino a 14.541,59 euro di reddito, a partire dal 1° luglio 2019 tale limite passerà a 14.701,55.

È questo un esempio delle novità che da luglio e fino al 30 giugno 2020 modificheranno le regole per il calcolo degli assegni al nucleo familiare. Il dettaglio dei limiti di reddito valutati dall’INPS è contenuto nelle nuove tabelle ANF che sostituiranno quelle attualmente in vigore dal 1° luglio 2019.

L’incremento dei limiti di reddito utilizzati per il calcolo è dovuto alla rivalutazione annuale disposta dall’INPS secondo quando previsto dalla legge 153/1988. Il parametro di riferimento è la variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati calcolato dall’Istat, il meglio noto costo della vita.

Nel periodo compreso tra il 2017 ed il 2018 la variazione percentuale è stata pari al +1,1% e all’incremento riscontrato dall’Istat è seguita la rivalutazione dei livelli di reddito utilizzati per il calcolo degli importi mensili degli assegni per il nucleo familiare.

Le novità sono state illustrate con la circolare n. 66 del 17 maggio 2019, contenente le tabelle ANF valide per il 2019 e per il primo semestre del 2020.

Gli stessi livelli di reddito avranno validità per la determinazione degli importi giornalieri, settimanali, quattordicinali e quindicinali della prestazione.

INPS - circolare numero 66 del 17 maggio 2019
Corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare. Nuovi livelli reddituali per il periodo 1° luglio 2019 - 30 giugno 2020
Tabelle ANF dal 1° luglio 2019 al 30 giugno 2020
Scarica le nuove tabelle INPS con i limiti di reddito aggiornati per il calcolo degli assegni al nucleo familiare

Tabelle ANF 2019 e 2020, come fare il calcolo degli assegni familiari

A questo punto può essere utile riepilogare come viene effettuato il calcolo degli assegni familiari riconosciuti.

Così come riportato nelle tabelle ANF sopra allegate, che ricordiamo saranno in vigore già dal 1° luglio 2019 e fino al 30 giugno 2020, l’importo viene calcolato prendendo in considerazione due diversi parametri:

  • reddito familiare annuo di riferimento;
  • composizione del nucleo familiare (numero componenti ed eventuali inabilità).

L’importo riconosciuto risulterà quindi differente in considerazione del totale del reddito, nonché del numero di persone presenti in famiglia. A fare la differenza è anche la presenza o meno di componenti inabili.

Facciamo di seguito alcuni esempi di calcolo per offrire un quadro completo delle regole previste.

Per i nuclei familiari in cui non siano presenti componenti inabili, con redditi compresi tra 14.701,56 euro e fino a 14.819,15 euro, composti da due genitori ed almeno un figlio minore, l’importo degli ANF sarà pari a 136 euro circa al mese nel caso di un 3 componenti, 257 euro circa nel caso di 4 componenti, 374 euro nel caso di cinque componenti, fino ad arrivare 1.367 euro nel caso di 12 componenti.

L’importo riconosciuto diminuisce gradualmente in base all’ammontare del reddito. Nel caso in cui questo sia compreso tra 19.288 euro annui e 19.406 euro, si avrà diritto a 106 euro al mese qualora la famiglia sia composta tra 3 membri, 215 euro qualora siano quattro, fino ad arrivare a 1325 euro nel caso di famiglie numerose composte da 12 componenti.

Gli importi degli ANF sono maggiori qualora nella famiglia sono presenti soggetti affetti da disabilità, minorenni o maggiorenni. Prendiamo il caso dei nuclei composti da entrambi i genitori, almeno un figlio minore e almeno un componente inabile, oppure con un figlio maggiorenne affetto da inabilità.

In tal caso, l’importo mensile riconosciuto a chi appartiene al primo scaglione di reddito, ovvero fino a 26.227,54 euro annui, va da un minimo di 168 euro fino ad arrivare a 1.727 euro.

Domanda ANF solo online

Si ricorda infine che per ottenere gli assegni al nucleo familiare è necessario presentare domanda e, a partire dal 1° aprile scorso, la richiesta può essere effettuata esclusivamente online direttamente all’INPS.

La novità è stata comunicata dall’INPS con la circolare n. 45/2019. Non si potrà più fare richiesta al datore di lavoro (utilizzando il modello SR16 - ANF/DIP) bensì direttamente all’Inps tramite la modalità telematica.

Sarà necessario inviare richiesta mediante uno dei seguenti canali:

  • sito ufficiale dell’Inps, dove trovate il servizio online dedicato accessibile tramite Pin Inps dispositivo, identità SPID o Carta Nazionale dei Servizi;
  • patronati o intermediari dell’Istituto. Possono ricorrere a questa opzione anche coloro che non sono in possesso del Pin Inps.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Assegno al nucleo familiare (ANF)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.