Superare esame avvocato 2019: come prepararsi in 10 mosse

L’esame di avvocato 2019 è alle porte: il 10, l’11 e il 12 dicembre avranno luogo le prove scritte. In questa guida 10 consigli utili per affrontare al meglio l’esame di abilitazione alla pratica forense e ottimizzare le possibilità di superare il primo step e passare all’orale.

 Superare esame avvocato 2019: come prepararsi in 10 mosse

Superare l’esame di avvocato 2019 in 10 mosse: difficile ma non impossibile. Manca pochissimo alle prove scritte per l’abilitazione alla professione forense: per questa edizione le date sono 10, 11 e 12 dicembre 2019. Passeranno all’orale solo i candidati che otterranno la sufficienza in almeno due elaborati, ovvero almeno 30 punti per due prove, per un punteggio complessivo di almeno90 punti.

Per l’ultima volta si potranno utilizzare i codici annotati con la giurisprudenza, cosa che facilita non poco lo svolgimento delle prove scritte. Quindi non bisogna demoralizzarsi: di seguito 10 consigli utili per prepararsi al meglio in vista dell’esame avvocato e superare tutte le prove.

Qui il bando e le istruzioni di compilazione per partecipare all’esame avvocato 2019.

Ecco una infografica con la lista dei consigli utili per prepararsi al meglio per l’esame avvocato.

1) Iscriviti ad un corso di preparazione

Se hai qualche soldo da investire per la tua preparazione iscriviti ad uno dei migliori corsi in circolazione. Anche se l’applicazione della nuova legge professionale che ha reso obbligatoria la frequenza ad un corso di formazione è stata prorogata di due anni, consigliamo comunque di seguire uno di questi corsi così da farvi supportare da un team di esperti.

I corsi per la preparazione all’esame da avvocato possono essere organizzati dagli ordini professionali, dalle associazioni di categoria e dagli altri soggetti autorizzati. Il nostro consiglio? Solitamente le scuole forensi degli ordini professionali sono la scelta migliore per chi vuole prepararsi al meglio per l’esame avvocato.

2) Non trascurare la pratica

Trova il giusto equilibrio tra la pratica della professione e lo studio teorico.

Anzi, ti consigliamo di approfittare dei compiti che ti danno per approfondire, o ripassare, alcune importanti tematiche che potrebbero essere oggetto dell’esame avvocato. Ad esempio, se nello studio in cui pratichi ti viene chiesto di redigere un contratto preliminare di compravendita, potresti prendere un libro per ripassare tutti gli obblighi e le condizioni di questa tipologia di contratto.

3) Non ridurti all’ultimo mese per studiare

L’errore che fanno molti candidati è quello di aspettare l’ultimo mese che precede l’esame per iniziare a studiare. Ovviamente a ridosso dell’esame dovrai intensificare lo studio, ma la preparazione per l’esame da avvocato deve cominciare molto prima, almeno nei 6 mesi che precedono gli scritti.

4) Studia sui testi adatti

Per studiare al meglio per l’esame da avvocato non puoi assolutamente rinunciare all’acquisto dei codici commentati dell’ultimo anno. Si tratta sicuramente di una spesa elevata, ma che si rivelerà molto utile. L’acquisto di manuali e compendi, invece, è opportuno ma non fondamentale.

Per lo scritto penale puoi comunque utilizzare il manuale universitario, dove trovi la maggior parte delle nozioni importanti, ma possibilmente integra la preparazione con un secondo testo. Per risparmiare sull’acquisto dei manuali potrai chiederli in prestito ad un tuo amico, oppure potrai usare la biblioteca del consiglio dell’Ordine.

5) Tieniti aggiornato sulle ultime sentenze

Oltre al ripasso sui libri e allo studio dei codici, è molto importante tenersi aggiornati sulle ultime sentenze. A tal proposito potrai abbonarti a delle riviste giuridiche, oppure sfrutta il repertorio giurisprudenziale gratuito online.

E ricorda: le sentenze vanno lette per esteso perché per l’esame avvocato ti interessa approfondire il percorso argomentativo per cui si è arrivati ad una certa soluzione.

6) Esercitati nella redazione dei pareri

Lo studio è importante, ma non trascurare l’esercitazione. A tal proposito ti ricordiamo che per superare gli scritti dovrai scrivere in maniera chiara e pulita, senza errori grammaticali. Per questo motivo dedica almeno il 50% della preparazione alla redazione dei pareri e degli atti giudiziari.

7) Fatti un’idea dei temi caldi che potrebbero essere oggetto d’esame

Solitamente per le prove scritte vengono scelti degli argomenti per cui nell’ultimo anno sono stati oggetto di contrasti giurisprudenziali. Nel corso di preparazione verrà dedicato del tempo alla ricerca di questi argomenti “caldi”, ma ti consigliamo di farti una lista privata con tutti gli argomenti che potrebbero essere oggetto d’esame.

8) Impara a fare un ragionamento logico e giuridico

È molto importante che tu impari a fare un ragionamento che sia logico e giuridico allo stesso tempo. Un ragionamento che parte dall’analisi degli istituti generali per poi arrivare alla soluzione del caso concreto. A tal proposito potrebbe esserti utile la lettura delle sentenze di legittimità e di merito degli ultimi anni.

9) Preparati per l’orale subito dopo la conclusione degli scritti

Attenzione a non sottovalutare l’orale. Molti candidati, infatti, dopo aver superato lo scoglio delle prove scritte si rilassano, e di conseguenza vengono bocciati al colloquio orale. Per evitare questa beffa ti suggeriamo di cominciare a studiare per l’orale subito dopo la conclusione degli scritti, e non dopo l’uscita dei risultati. Il tempo a disposizione, in questo caso, potrebbe non essere sufficiente per prepararsi ad un colloquio dignitoso.

10) Conduci una vita sana e salutare

L’ultimo consiglio che ti diamo è di mantenere uno stile di vita sano e moderato. Evita di andare a dormire tardi la sera, ma allo stesso tempo non rinchiuderti in casa. Lo svago è importante, altrimenti rischi di arrivare al giorno dell’esame da avvocato già esausto. Per tenerti in forma, quindi, mangia cibi salutari, dedica un po’ di tempo all’attività fisica e dormi a sufficienza.

Inserisci questa INFOGRAFICA nel tuo sito

Copia il codice qui sotto e incollalo sul tuo sito o sul tuo blog.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Esame avvocato

Condividi questo post:

1 commento

foto profilo

JureConsultus • ieri

Concorde su tutto ed in particolare, per quanto riguarda la scelta della Scuola di Diritto, preferite la qualità alla quantità, il metodo ed il ragionamento alla semplice ripetizione mnemonica, per diventare autonomi e capaci di affrontare anche i casi non ancora studiati.
Avv. Luca Sansone - JureConsultus

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.