Stralcio cartelle fino a 10.000 euro e stop alle notifiche per tutto il 2021: la proposta di Lega, FdI e Forza Italia

Rosaria Imparato

19 Marzo 2021 - 11:01

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Stralcio delle cartelle fino a 10.000 euro: Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia alzano la posta sulla pace fiscale. La proposta della destra prevede anche lo stop delle notifiche per tutto il 2021.

Stralcio cartelle fino a 10.000 euro e stop alle notifiche per tutto il 2021: la proposta di Lega, FdI e Forza Italia

Stralcio delle cartelle fino a 10.000 euro e sospensione delle notifiche fiscali per tutto il 2021: Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia alzano la posta in gioco.

La richiesta al Governo Draghi è quella di una pace fiscale a maglie larghe, anzi, larghissime.

Due i fattori che però la destra non tiene in considerazione: le risorse per finanziare una simile proposta e il fatto che non tutti i partiti sono d’accordo a un condono generalizzato.

Stralcio cartelle fino a 10.000 euro e stop alle notifiche per tutto il 2021: la proposta di Lega, FdI e Forza Italia

La proposta di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia chiede una pace fiscale ad ampissimo raggio.

Due le richieste:

  • la sospensione delle notifiche per tutto il 2021;
  • lo stralcio delle cartelle fino a 10.000 euro.

Il DL Sostegni (la cui approvazione dal Consiglio dei Ministri è attesa per oggi 19 marzo) prevede lo stralcio delle cartelle fino a 5.000 euro relative al periodo 2000-2015, per un totale di 60 milioni di cartelle.

Già con una misura del genere si otterrebbero due importanti vantaggi: il primo, più immediato, consiste nella tregua fiscale concessa a milioni di contribuenti e imprese, che si troverebbero sollevati dai propri debito in un momento di crisi economica.

Il secondo aspetto è amministrativo: si andrebbe a liberare una buona parte del famoso magazzino dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione, ingolfato da milioni di ruoli (per la maggior parte inesigibili) che rallentano le procedure e fanno sprecare risorse.

Una nuova pace fiscale impostata in questo modo costerebbe circa 1 miliardo di euro nel 2021 e un altro miliardo nel 2022.

La proposta di Lega, FdI e FI farebbe notevolmente aumentare i costi: per il DL Sostegni è già stato approvato uno scostamento di 32 miliardi di euro. Non solo, il provvedimento contiene anche la proroga di alcune scadenze fiscali e l’estensione dei termini di prescrizione: il pacchetto fiscale, già così com’è, costa 2,3 miliardi di euro.

Stralcio cartelle fino a 10.000 euro, nuova proposta della destra. Ma il maxi condono non piace a tutti

Il primo ostacolo alla pace fiscale a maglie larghe quindi è di ordine economico, ma le barriere non finiscono qui.

Un condono del genere, così generalizzato, non piace né ai partiti di sinistra né ai sindaci.

I primi cittadini infatti sono i titolari di 2/3 dei ruoli che verrebbero cancellati con questa nuova proposta. Nel frattempo i sindaci trovano una discreta copertura nel DL Sostegni: circa 800 milioni di euro da distribuire per incrementare il trasporto pubblico locale.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories