StM: WSTS taglia le stime sul mercato dei semiconduttori, il titolo reagisce

Andamento altalenante in Borsa per StMicroelectronics dopo l’annuncio di WSTS che ha tagliato le stime di crescite del mercato mondiale dei semiconduttori.

StM: WSTS taglia le stime sul mercato dei semiconduttori, il titolo reagisce

La World Semiconductor Trade Statistics taglia le stime sul mercato dei semiconduttori e il titolo STMicroelectronics scivola in Borsa, per poi riprendersi.

Dopo la revisione delle previsioni sul settore, le azioni dell’azienda hanno scambiato in rosso a Piazza Affari perdendo lo 0,32%, ma si sono riprese in tarda mattinata e al momento della scrittura guadagnano l’1,06% a 14,28 euro.

Secondo WSTS, il 2019 registrerà performance deludenti e il mercato dei semiconduttori potrebbe riprendere solo nel 2020.

WSTS taglia stime, StM in altalena

WSTS fa un passo indietro e rivede le sue previsioni sul mercato mondiale dei semiconduttori. Secondo le nuove stime, il settore rallenterà nel 2019 e scivolerà a 412 miliardi, facendo registrare una flessione del 12% rispetto all’anno precedente.

Per quanto riguarda le aree geografiche, l’andamento sarà piuttosto omogeneo e il calo sarà evidente ovunque, mentre sul fronte dei segmenti principali, il crollo maggiore si avrà nel Memory che potrebbe perdere oltre il 30%. Più contenute le perdite di Analog e Logic, stimate rispettivamente al -5% e al -4%.

La revisione al ribasso non è di poco conto e, come fa notare Banca Akros – il taglio è di circa il 16% rispetto alle stime annunciate a ottobre 2018 quando si prospettava invece un aumento del 2,6% per l’anno in corso, con un giro d’affari intorno ai 490 miliardi di dollari.

L’impatto su StMicroelectronics

L’annuncio del taglio delle stime – che gli analisti si attendevano - ha contribuito a offuscare la performance in Borsa di StMicroelectronics, che ha iniziato la seduta odierna al ribasso, mostrandosi altalenante nelle ore successive.

Per Banca Akros – che conferma il rating buy e il target price a 17,90 euro sul titolo - però l’impatto sulla società non dovrebbe essere significativo:

“Si tratta di sviluppi negativi, sebbene in gran parte scontati, per l’industria dei semiconduttori. Meno per StM data la sua esposizione geografica e di prodotto”.

Questo perché l’azienda specializzata nella produzione di componenti elettronici a semiconduttore non è esposta al segmento Memory – il più penalizzato secondo WSTS – mentre resta l’esposizione sul mercato americano.

Quest’ultimo, secondo le nuove stime, sarà particolarmente colpito dalla flessione del settore, scivolando al -23% rispetto a quel roseo +1,4% previsto a novembre 2018.

Va ricordato, infine, che poche settimane fa,in occasione del Capital Markets Day, StMicroelectronics ha confermato la guidance di breve e medio termine.

La ripresa nel 2020

La situazione dovrebbe migliore l’anno prossimo: nel 2020 WSTS si attende che il mercato dei semiconduttori cresca del 5,4%, trainato dal segmento Memory.

Un miglioramento che dovrebbe avvenire in modo graduale già nella seconda parte del 2019, sebbene le stime restino negative nel complesso.

Banca Akros, ad esempio, si aspetta di vedere un cambio di rotta già nella seconda parte dell’anno in corso.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su STMicroelectronics

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.