STM: i target del Capital Markets Day vincono ma non convincono

STM punta sui driver tecnologici come il 5G e rilancia sui target di medio e lungo termine. «Siamo fiduciosi sulla ripresa del mercato nel secondo semestre 2019», ha detto il Ceo ieri nel Capital Markets Day di Londra

STM: i target del Capital Markets Day vincono ma non convincono

I nuovi target 2019 comunicati nel Capital Markets Day da STM puntano su diversi driver tecnologici tra cui la nuova tecnologia del 5G.

La società ieri a Londra ha confermato le prospettive ed i messaggi forniti durante l’ultima presentazione dei risultati trimestrali avvenuta il 24 aprile (clicca qui per rileggere la notizia su Money.it).

Capital Markets Day STM: i dettagli

Sul 2019 STM si aspetta ricavi tra 9,45 e 9,85 miliardi di dollari e un Ebit normalizzato tra 1,05 e 1,32 miliardi). Il range di variabilità nella guidance – specificano i vertici - dipende dal recupero del mercato nella seconda parte dell’anno.

Per il medio e lungo periodo la società guidata dall’amministratore delegato Jean-Marc Chery ha fornito i target che prospettano ricavi a 12 miliardi di dollari entro il 2022, con un margine operativo (Ebit margin) al 17/19%). Questi numeri implicano un tasso medio di crescita dei ricavi del +6%, assumendo una sovraperformance rispetto mercato simile rispetto a quella ottenuta nel quadriennio 2014-18, ovvero di circa +1,5%.

L’accoglienza del mercato è stata tiepida. Oggi le quotazioni STM in Borsa hanno vissuto una seduta altalenante: nei primi scambi il titolo è schizzato al rialzo con un guadagno di oltre il 3% ma nel prosieguo di seduta l’entusiasmo è stato accantonato e le quotazioni del titolo sono rientrate in un range stabile poco sopra la parità.

«Se le nostre ipotesi sulla ripartenza del mercato, con una crescita del 4-5% nei prossimi anni, si realizzeranno, la società ha tutti gli ingredienti per raggiungere gli obiettivi di medio termine nel secondo semestre del 2021 o comunque nel 2022», ha precisato Lorenzo Grandi, Chief Financial Officer di Stm.

«I nostri fondamentali sono molto solidi e siamo molto determinati a sovraperformare il mercato che serviamo. Siamo fiduciosi sulla ripresa del mercato nel secondo semestre 2019», ha precisato il Ceo dell’azienda, Jean-Marc Chery.

Capital Markets Day STM: il parere degli analisti

Equita rimane scettica. La Sim milanese ha scritto di monitorare l’evoluzione della guerra commerciale: «Nonostante il Capital Markets Day sia stato convincente conferiamo il giudizio Hold in attesa di maggiore visibilità sulla situazione dei dazi (G20 atteso a fine giugno) che ha un impatto significativo per il settore dei semiconduttori»

La società ha poi fornito dei nuovi target di medio periodo ambiziosi: «Le nostre stime per il 2022 sono inferiori a quelle del management sia per fatturato che per marginalità, in quanto incorporano uno scenario maggiormente prudente sia sulla crescita del mercato di riferimento (Cagr +3%), alla luce delle incertezze sulla domanda create dai dazi introdotti da USA e Cina, sia per quanto riguarda il price-mix e quindi gli effetti sul gross margin derivanti dal rinnovo dei contratti con i grandi clienti nel settore personal electronics (Apple, 13% delle vendite) ed automotive (Bosch, Conti)», si legge nella nota diffusa da Equita Sim.

Liberum conferma il Buy e prezzo obiettivo a 23 euro. «La società - spiegano gli analisti - ha dato indicazioni forti sull’outlook di breve, medio e lungo termine nel suo Capital Markets Day di ieri a Londra». Alla vigilia l’azione è salita del 6,68% a 15,1 euro, ma gli esperti si aspettano un ulteriore re-rating da valutazioni che ritengono ancora basse.

Oddo BHF conferma il Buy e alza prezzo obiettivo a 22 euro. «Dal Capital Markets Day sono emersi messaggi positivi sia sul breve, sia sul medio termine», spiegano gli analisti. I target sono superiori alle stime del consenso, nota Oddo BHF, che ha alzato le proprie previsioni sul 2019 del 4,3%.

Kepler Cheuvreux ha alzato il giudizio a Buy da Hold. Il target price è stato alzato a 21 dollari (circa 18,70 euro) da 17,50 dollari precedente. Il broker ha giudicato positivamente le indicazioni emerse ieri in occasione del Capital Markets Day di STM tenuto a Londra.

Ad oggi la piattaforma Bloomberg registra sul titolo 10 Buy, 7 Hold e 1 Sell. Target price medio pari a 17,96 euro. Questo prezzo incorpora un upside potenziale rispetto alle quotazioni attuali del 19,2 per cento.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su STMicroelectronics

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.