Sondaggi Francia: Le Pen in testa ma solo senza i gilet gialli in campo, crisi Macron

I sondaggi in Francia in vista delle elezioni europee vedono avanti Marine Le Pen: con i gilet gialli in campo, Emmanuel Macron tornerebbe però in testa.

Sondaggi Francia: Le Pen in testa ma solo senza i gilet gialli in campo, crisi Macron

La Francia continua a essere al centro delle attenzioni. Oltre alle proteste dei gilet gialli, che da settimane hanno gettato il paese nel caos, ad aggravare ancora di più la situazione è arrivato l’attentato al mercatino di Natale di Strasburgo.

In questo scenario più che complesso, i sondaggi politici in Francia in vista delle elezioni europee di fine maggio delineano un sorpasso di Marine Le Pen nei confronti del presidente Emmanuel Macron.

Se però i gilet gialli dovessero scendere in campo alle elezioni con un loro partito, ecco che En Marche! tornerebbe ad essere la prima forza del paese visto che il movimento toglierebbe voti soprattutto al Raggruppamento Nazionale della Le Pen e a La France Insoumise del leader della sinistra Jean-Luc Mélenchon.

I sondaggi in Francia per le europee

Così come nel nostro paese, anche in Francia le elezioni europee avranno più di un significato. A meno di due anni dal suo arrivo all’Eliseo, Emmanuel Macron sembrerebbe essere in netta crisi.

Incalzato dalle proteste dei gilet gialli, il presidente ha aperto a delle concessioni sperando così di stoppare le manifestazioni che - dall’iniziale aumento del costo della benzina - hanno spostato il loro mirino adesso su delle rivendicazioni sociali.

Con il terrorismo che è tornato a far sentire la sua tragica voce - anche se l’attentato compiuto da Chérif Chekatt sembrerebbe essere più il gesto di un lupo solitario che un’azione programmata dall’Isis - la situazione politica in Francia è più che mai labile.

Un sondaggio effettuato tra il 3 e il 4 dicembre dall’istituto Ifop, vedrebbe infatti in testa il Raggruppamento Nazionale di Marine Le Pen. In calo invece En Marche! di Emmanuel Macron così come La France Insoumise di Jean-Luc Mélenchon.

Se così fosse sarebbe un vero e proprio trionfo alle europee per Le Pen data al 23,5% - +3% rispetto alle elezioni del 2017) - mentre Macron farebbe registrare un -8% e Mélenchon un -7,5%.

Facendo fronte comune con i Verdi e con alcuni partiti di sinistra, tornerebbe a rialzare la testa il Partito Socialista (+8%), mentre i Repubblicani (-6%) sembrerebbero cedere terreno all’avanzata dei neogollisti di Debut la France (+3%).

Con i gilet gialli cambia tutto

Alle prossime elezioni europee ci potrebbe essere però anche una grande novità politica in Francia: come ipotizzato da alcuni dei loro leader, i gilet gialli potrebbero decidere di scendere in campo per fare un po’ quello che ha fatto il Movimento 5 Stelle in Italia.

Una loro presenza come partito politico alle elezioni del maggio 2019 sarebbe stimata - secondo un sondaggio Ipsos - al 12%. Voti questi che verrebbero meno soprattutto alla destra della Le Pen e alla sinistra di Mélenchon.

Se così fosse, la situazione francese si farebbe ancor più spezzettata con En Marche! che tornerebbe a essere il primo partito. Anche se il Raggruppamento Nazionale e La France Insoumise hanno appoggiato la protesta dei gilet gialli, una loro scesa in campo li andrebbe a penalizzare non di poco.

La Le Pen quindi potrebbe vedersi dimezzare il numero degli europarlamentari eletti - il sistema di voto alle europee è un perfetto proporzionale con soglia di sbarramento al 4% - ma tutto dipenderà da come evolverà la questione dei gilet gialli.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories