Si può andare dal veterinario? Dove e per quali visite

Veterinari aperti in tutta Italia, ma nella zona rossa ci sono alcune limitazioni: cosa prevede il DPCM su visite veterinarie, toelettatura e negozi di animali.

Si può andare dal veterinario? Dove e per quali visite

Posso portare cane/gatto dal veterinario? Solo per visite urgenti? Che succede se il veterinario è fuori dal comune? Rispondiamo con ordine a queste domande sulla base di quanto previsto nel DPCM in vigore.
I veterinari sono aperti in zona gialla, arancione e rossa, come i negozi di animali e, in alcuni casi, anche quelli di toelettatura.

Tutto quello che c’è da sapere per la cura degli animali domestici.

Si possono portare gli animali domestici dal veterinario?

Nessun divieto per chi deve portare cane, gatto o altri animali domestici dal veterinario. Gli studi veterinari, infatti, sono aperti regolarmente e garantiscono alti standard di igiene e pulizia, secondo i protocolli nazionali anti-Covid.
Ma dobbiamo fare delle distinzioni: nelle regioni della zona gialle e arancione si può andare dal veterinario per qualsiasi motivo, sia per controlli di routine che casi urgenti, mentre nella zona rossa ci sono alcune limitazioni.

Zona rossa: dal veterinario solo per casi urgenti

In queste regioni si può andare dal veterano soltanto per visite, operazioni e altri interventi necessari e urgenti, mentre i controlli di routine devono essere rimandati a data da destinarsi. Così le FAQ del Ministero dell’Interno:

Si possono portare gli animali domestici dal veterinario?
Sì, per esigenze urgenti. I controlli di routine devono essere rinviati.

Sono sicuramente “urgenti” sterilizzazioni, medicazioni e operazioni chirurgiche.

E se il veterinario è in un altro comune?

Nessun problema se il veterinario di fiducia si trova in un altro comune. Secondo il DPCM, chi vive in zona rossa e arancione può uscire dal comune di residenza per motivi di salute, urgenza e necessità, e quindi anche per far visitare/operare cane o gatto. Lo spostamento deve essere giustificato mediante modulo di autocertificazione.
Al contrario chi vive nelle zona gialla può andare dal veterinario che preferisce senza dover giustificare lo spostamento.

Si può fare la toelettatura?

Il servizio di toelettatura per cani/gatti non è espressamente citato nel DPCM e nemmeno nelle FAQ del Ministero dell’Interno e si attendono chiarimenti da parte del Governo. Tuttavia - essendo aperti parrucchieri e barbieri - non si vede perché debbano essere chiusi i toelettatori, almeno nelle regioni della zona gialla e arancione.
Per quanto riguarda la zona rossa, invece, il servizio di toelettatura è chiuso, anche perché queste attività rientrano tra quelle che possono beneficiare degli aiuti del decreto Ristori bis.

Negozi per animali sempre aperti

I negozi di animali sono aperti regolarmente in tutta Italia; questi esercizi, infatti, rientrano tra i beni/servizi essenziali (qui l’elenco completo) previsti dall’allegato 23 del DPCM in vigore fino al 3 dicembre. Sono aperti i negozi di “commercio al dettaglio di animali domestici” e “alimenti per animali domestici in esercizi specializzati”.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories