Professioni legali, concorso scuole specializzazione 2018-2019: come fare domanda

Il bando per il concorso delle scuole di specializzazione per le professioni legali 2018-2019 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 24 agosto 2018: la scadenza per fare domanda è fissata al 5 ottobre e la prova si svolgerà il giorno 25.

Professioni legali, concorso scuole specializzazione 2018-2019: come fare domanda

Professioni legali: c’è tempo fino alla scadenza 5 ottobre per fare domanda e partecipare al concorso per l’accesso alle scuole di specializzazione nell’anno 2018-2019.

Sono 3.600 i posti disponibili e il bando, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 24 agosto 2018, fissa al 25 ottobre la data della prova.

Potranno partecipare al concorso per le scuole di specializzazione i laureati in Giurisprudenza, i quali dovranno inviare la domanda presso la segreteria del corso di studi dell’ateneo sede della scuola di specializzazione per la quale si concorre.

Le Università con il numero maggiore di posti per aspiranti specializzandi in professioni legali sono la Federico II di Napoli e la Sapienza di Roma, rispettivamente con 290 e 280 posti previsti.

Di seguito il bando di concorso pubblicato in GU del 24 agosto 2018 e le regole per fare domanda di accesso alle scuole di specializzazione per le professioni legali.

Concorso scuole specializzazione professioni legali: bando 2018-2019

Il bando del concorso pubblico per l’ammissione alle scuole di specializzazione per le professioni legali, previsto per l’anno accademico 2018-2019, fissa in un totale di 3.600 i posti previsti nei diversi atenei.

Nel testo, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 24 agosto 2018, che di seguito si allega, è specificato che tra i requisiti per la partecipazione vi è il conseguimento della laurea in giurisprudenza secondo il vecchio ordinamento o la laurea specialistica o magistrale.

Potranno presentare domanda di accesso alle scuole di specializzazione anche i candidati non ancora in possesso dei requisiti richiesti, ovvero di laurea in giurisprudenza, ma che lo conseguiranno prima della data della prova di concorso, fissata al 25 ottobre 2018.

Prima di vedere come fare domanda di partecipazione al concorso, si allega di seguito il bando pubblicato in GU del 24 agosto 2018:

Concorso scuole specializzazione professioni legali 2018-2019
Scarica il testo del bando pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 24 agosto 2018

Domanda entro il 5 ottobre, il 25 la prova

Per partecipare al concorso bisognerà fare domanda entro la scadenza del 5 ottobre 2018. La domanda dovrà essere compilata secondo il modello predisposto da ciascuna delle scuole di specializzazione legale e dovrà essere presentata presso la segreteria dei corsi di studio di giurisprudenza all’ateneo sede della scuola per la quale si intende concorrere.

Come sopra anticipato, potranno fare domanda anche i candidati non ancora in possesso di titolo accademico nel caso di conseguimento della laurea in giurisprudenza prima della data della prova scritta, che si terrà il 25 ottobre 2018.

I candidati avranno a disposizione un massimo di 90 minuti per rispondere alle cinquanta domande a risposta multipla per l’accesso alle scuole di specializzazione legale e non sarà possibile consultare testi o codici commentati o annotati.

Le materie del concorso saranno diritto civile, diritto penale, diritto amministrativo, diritto processuale civile e procedura penale. La prova d’esame è volta a verificare la conoscenza dei principi, degli istituti e delle tecniche giuridiche riguardanti le materie indicate.

Compilazione della graduatoria: valutazione dei titoli e della prova scritta

La graduatoria degli ammessi alle scuole di specializzazione per le professioni legali nel 2018-2019 sarà compilata tenendo conto non solo del punteggio della prova scritta ma anche dei titoli (curriculum e voto di laurea).

Per la prova sono previsti cinquanta punti, cinque per la valutazione del CV e altrettanti per il voto di laurea. Premiati gli studenti laureati in 5 anni, ai quali verrà attribuito un punto in più e coloro con media di voti più alta.

Per quanto riguarda la valutazione del voto di laurea, il punteggio sarà così determinato:

  • 110/110 e lode - 5 punti;
  • 110-109/110 - 4 punti;
  • 108-107/110 - 3 punti;
  • 106-105/110 - 2 punti;
  • 104-102/110 - 1 punto.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Avvocati

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Simone Micocci

Simone Micocci

6 giorni fa

Gli avvocati potrebbero essere assunti dagli studi legali

Gli avvocati potrebbero essere assunti dagli studi legali

Commenta

Condividi

Simone Micocci

Simone Micocci

1 settimana fa

Esame avvocato 2018, bando in Gazzetta Ufficiale: ufficializzate le date degli scritti

Esame avvocato 2018, bando in Gazzetta Ufficiale: ufficializzate le date degli scritti

Commenta

Condividi

Simone Micocci

Simone Micocci

1 mese fa

Esame avvocato: introduzione delle nuove regole prorogata di due anni

Esame avvocato: introduzione delle nuove regole prorogata di due anni

Commenta

Condividi