Scadenze fiscali settembre 2018

Scadenze fiscali settembre 2018; versamento delle imposte sui redditi, invio delle Lipe (comunicazione liquidazioni IVA) del secondo trimestre 2018 e non solo. Lo spesometro slitta al 1° ottobre.

Scadenze fiscali settembre 2018

Scadenze fiscali settembre 2018: sarà il mese della comunicazione delle liquidazioni IVA (Lipe trimestrali) è del versamento delle imposte sui redditi.

Sono questi i due adempimenti più importanti riportati dallo scadenzario dell’Agenzia delle Entrate.

Il 30 settembre 2018 è prevista anche la scadenza dello spesometro del primo semestre (secondo trimestre) che essendo di domenica è automaticamente rinviata al 1° ottobre.

Si rifletteranno già nello scadenzario di settembre 2018 le novità in merito alla proroga della doppia rata delle imposte sui redditi, Irpef, Ires, Irap e non solo. Il 17 settembre sarà la scadenza per il versamento della quarta rata, della seconda o della terza in base al piano di rateizzazione prescelto dal titolare di partite IVA.

Come di consueto, inoltre, anche nel calendario delle scadenze fiscali di settembre 2018 si segnalano gli adempimenti periodici IVA, Irpef e INPS per i sostituti d’imposta nonché l’invio degli elenchi Intrastat entro il giorno 25 del mese.

Di seguito l’elenco completo delle scadenze fiscali di settembre 2018 suddivise per adempimento.

Scadenze fiscali 17 settembre 2018, invio comunicazioni liquidazioni IVA trimestrali

Partiamo subito con una delle scadenze fiscali più criticate del mese di settembre 2018: stiamo parlando del termine per l’invio delle Lipe, la comunicazione delle liquidazioni IVA periodiche relative al secondo trimestre 2018.

Per l’Agenzia delle Entrate è il 17 settembre la scadenza per l’invio ma sul punto si segnalano non poche perplessità.

Questo perché, come abbiamo già sottolineato in un articolo dedicato, la Legge di Bilancio 2018, al comma 932 dell’articolo 1, ha prorogato al 30 settembre (che, essendo domenica, è rinviato al 1° ottobre), il termine del 16 settembre di cui al comma 1 dell’articolo 21 (relativo allo spesometro).

Le scadenze dello spesometro previste dall’articolo 21 sopra citato sono, tuttavia, quelle previste anche alle disposizioni di cui all’articolo 21-bis (relativo alle Lipe).

Non si nutrono dubbi quindi sul fatto che la norma in oggetto stabilisca la proroga al 30 settembre (che essendo domenica slitta al 1° ottobre) anche della comunicazione delle liquidazioni IVA del secondo trimestre dell’anno.

Tuttavia, si ribadisce che da scadenzario dell’Agenzia delle Entrate il termine per la trasmissione resta, al momento, quello di lunedì 17 settembre 2018, e che sia questa la scadenza “ufficiale”.

Versamento imposte sui redditi in scadenza il 17 settembre 2018

Entro la scadenza del 17 settembre 2018 i contribuenti titolari di partita IVA dovranno effettuare il versamento della rata prevista dal proprio piano di dilazione delle imposte sui redditi (Irpef, Ires, Irap e imposte collegate).

I soggetti interessati dalla scadenza del 17 settembre 2018 sono i seguenti:

  • i contribuenti titolari di partita IVA che hanno scelto il pagamento rateale delle imposte sui redditi ed hanno effettuato il primo versamento entro il 2 luglio 2018 e che dovranno pagare la quarta rata;
  • i contribuenti titolari di partita IVA tenuti ad effettuare i versamenti delle imposte sui redditi che hanno scelto il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 20 agosto 2018.

Per i titolari di partita IVA che hanno scelto di pagare a rate dal 20 agosto con maggiorazione dello 0,40%, la scadenza del 17 settembre sarà quella prevista per il pagamento della seconda o della terza rata.

Chi ha modificato il calendario dei versamenti a seguito della proroga della doppia rata prevista dal DPCM del 10 agosto 2018, dovrà effettuare il ricalcolo delle rate, che da cinque diventano quattro.

Per maggiori dettagli si consiglia di consultare l’articolo dedicato: Proroga imposte redditi 2018, cosa cambia con il rinvio della scadenza del 20 agosto

Scadenze fiscali settembre 2018, adempimenti periodici IVA, INPS e Irpef entro lunedì 17

Lo scadenzario fiscale del mese di settembre 2018 prevede ovviamente anche gli adempimenti periodici Irpef, Inps e IVA per i contribuenti titolari di partita IVA, in ordine alle competenze di luglio.

In ordine alle scadenze fiscali periodiche IVA entro il prossimo 17 settembre 2018 occorre procedere al:

  • versamento IVA di competenza agosto 2018 per i contribuenti che liquidano l’IVA mensilmente. Il versamento deve essere eseguito indicando il codice tributo 6008 nella sezione Erario del modello F24;

In ordine all’IRPEF, invece, entro lunedì 17 settembre 2018 occorre effettuare il versamento delle ritenute alla fonte a titolo d’acconto operate dai sostituti d’imposta su:

  • redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese precedente. Oltre alle ritenute il sostituto d’imposta deve versare anche le addizionali comunali e regionali;
  • redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente, provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rappresentanza corrisposte nel mese precedente. Il codice tributo da utilizzare in questo caso è 1040 con periodo di competenza 08/2018.

Nello stesso modello F24 è possibile pagare anche i contributi INPS dovuti dal datore di lavoro sulle retribuzioni corrisposte nel mese di agosto.

Scadenze fiscali 25 settembre 2018: elenchi Intrastat mensili

Entro martedì 25 settembre 2018 i contribuenti IVA con obbligo mensile dovranno effettuare l’invio degli elenchi Intrastat.

Nello specifico, l’adempimento riguarda la presentazione degli elenchi riepilogativi Intra per le cessioni di beni e prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti UE.

L’invio telematico degli elenchi Intrastat dovrà essere eseguito:

  • all’Agenzia delle Dogane tramite il Servizio Telematico Doganale E.D.I.;
  • all’Agenzia delle Entrate mediante il classico invio telematico Entratel.

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Scadenze fiscali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.