Scadenza rottamazione ter e saldo e stralcio: quando pagare? Tutte le date

Scadenza in arrivo per la prima rata di rottamazione ter e saldo e stralcio delle cartelle. Di seguito tutte le date e le informazioni su quando pagare, anche considerando il termine di tolleranza di 5 giorni che salva il lieve ritardo.

Scadenza rottamazione ter e saldo e stralcio: quando pagare? Tutte le date

Scadenza in arrivo per rottamazione ter e saldo e stralcio delle cartelle.

Il mese di novembre 2019 chiama alla cassa i contribuenti che hanno aderito alla pace fiscale, ed è bene tenere a mente le date entro le quali bisognerà pagare per evitare di decadere dalla definizione agevolata.

La prima rata delle due misure più importanti della pace fiscale scade il 30 novembre 2019, ma essendo sabato, il termine ultimo per pagare è automaticamente rinviato a lunedì 2 dicembre.

Cosa succede a chi non paga entro la scadenza? Il mancato o insufficiente versamento di quanto dovuto entro il termine previsto per legge comporta la decadenza dalla rottamazione ter delle cartelle, così come dal saldo e stralcio.

Tuttavia, la Legge di Bilancio 2019 ha pensato anche ai ritardatari: sarà ritenuto valido il pagamento effettuato entro il termine di 5 giorni dalla scadenza e, per la prima rata del 2 dicembre, si potrà pagare entro il 9 dicembre.

Scadenza rottamazione ter e saldo e stralcio: quando pagare? Tutte le date

Chi ha fatto domanda di rottamazione ter così come di saldo e stralcio delle cartelle poteva scegliere di pagare in un’unica soluzione o a rate.

La prima scadenza per versare quanto dovuto per la rottamazione delle cartelle, in relazione alle domande inviate entro fine aprile, era fissata al 31 luglio 2019. Il Decreto Fiscale 2020 ha disposto la riapertura dei termini per il pagamento, uniformando il termine di pagamento con coloro che - per effetto del DL Crescita - hanno fatto domanda entro il 31 luglio.

La prima scadenza della rottamazione ter è quindi fissata al 30 novembre 2019 per tutti, stesso termine di pagamento previsto per gli aderenti al saldo e stralcio delle cartelle.

Il 30 novembre, cadendo di sabato, è tuttavia automaticamente rinviato al lunedì successivo, 2 dicembre 2019.

Rottamazione e saldo e stralcio cartelleCosa pagare entro il 2 dicembre 2019
Rottamazione ter (domanda presentata entro il 30 aprile 2019) 1° e 2° rata
Rottamazione ter (domanda presentata entro il 31 luglio 2019 1° rata
Saldo e stralcio cartelle 1° rata

Le rate successive alla prima, per chi ha aderito alla rottamazione ter delle cartelle, dovranno essere pagate entro le seguenti date (fino ad un massimo di 5 anni, ma comunque in base al piano di rateazione prescelto):

  • 28 febbraio;
  • 31 maggio;
  • 31 luglio;
  • 30 novembre.

Il numero di rate previsto è inferiore per chi ha, invece, aderito alla rottamazione ter per cartelle per le quali era già stata fatta domanda di rottamazione bis, senza però eseguire i pagamenti dovuti. In tal caso, si potrà versare l’importo residuo sempre secondo le scadenze di cui sopra, ma entro 3 anni.

Più lineari sono invece le scadenze del saldo e stralcio delle cartelle:

RataScadenza
1° rata, 35 per cento del totale 30 novembre (2 dicembre)
2° rata, 20 per cento del totale 31 marzo 2020
3° rata, 15 per cento del totale 31 luglio 2020
4° rata, 15 per cento del totale 31 marzo 2021
5° e ultima rata, 15 per cento residuo 31 luglio 2021

Scadenza rottamazione ter e saldo e stralcio, con i cinque giorni di tolleranza prima rata al 9 dicembre 2019

La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto un’innovazione totale nel panorama delle definizioni agevolate.

Nel caso di lieve ritardo nel pagamento non si decade dalla rottamazione ter, così come dal saldo e stralcio delle cartelle. La scadenza da rispettare per risalire sul treno in corsa della pace fiscale è quella dei 5 giorni successivi al termine ordinario di pagamento.

Il termine di tolleranza di 5 giorni ha sollevato diversi dubbi, già per la prima scadenza ufficiale dello scorso 31 luglio. Diventa una vera e propria “conta” quella da fare qualora il termine ordinario di pagamento cada in un giorno non lavorativo.

Così è per la scadenza - con termine di tolleranza - prevista per la prima rata di rottamazione ter e saldo e stralcio, che consentirà di pagare quanto dovuto entro il 9 dicembre, in quanto:

  • il termine ordinario di pagamento è fissato al 30 novembre;
  • cadendo di sabato, la scadenza slitta al 2 dicembre;
  • calcolando i cinque giorni successivi, si arriva al 7 dicembre;
  • cadendo anche il 7 dicembre di sabato, la scadenza effettiva per non decadere dalla pace fiscale viene spostata a lunedì 9 dicembre 2019.

Quel che è certo è che per pagare c’è ancora un po’ di tempo. Per capire la ratio di certe misure (che complicano più che agevolare la vita al contribuente), potremmo invece non averne abbastanza.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Rottamazione cartelle Equitalia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \