Scadenza rottamazione ter e saldo e stralcio: quando pagare? Tutte le date del 2020

Scadenza rottamazione ter, prossimo appuntamento il 28 febbraio 2020. Più tempo per pagare la rata del saldo e stralcio delle cartelle. Ecco tutte le date da ricordare.

Scadenza rottamazione ter e saldo e stralcio: quando pagare? Tutte le date del 2020

Rottamazione ter, scadenza in arrivo per la seconda o terza rata, che dovrà essere pagata entro il 28 febbraio 2020.

Si avvicina un nuovo importante appuntamento con la pace fiscale, che prevede tuttavia termini differenziati per il pagamento delle rate per chi ha fatto domanda di rottamazione o saldo e stralcio delle cartelle.

La prima rata delle due misure più importanti della pace fiscale è scaduta il 30 novembre 2019, ma essendo sabato, il termine ultimo per pagare è stato automaticamente rinviato a lunedì 2 dicembre.

Il 28 febbraio 2020 è invece previsto il secondo importante appuntamento con la pace fiscale, e ad essere chiamati alla cassa sono circa 1 milione di contribuenti che hanno aderito alla definizione agevolata.

Cosa succede a chi non paga entro la scadenza? Il mancato o insufficiente versamento di quanto dovuto entro il termine previsto per legge comporta la decadenza dalla rottamazione ter delle cartelle, così come dal saldo e stralcio.

Tuttavia, la Legge di Bilancio 2019 ha pensato anche ai ritardatari: sarà ritenuto valido il pagamento effettuato entro il termine di 5 giorni dalla scadenza.

Scadenza rottamazione ter e saldo e stralcio: quando pagare? Tutte le date

Chi ha fatto domanda di rottamazione ter così come di saldo e stralcio delle cartelle poteva scegliere di pagare in un’unica soluzione o a rate.

La prima scadenza della rottamazione ter e del saldo e stralcio era fissata al 30 novembre 2019 - termine prorogato al 2 dicembre.

Il calendario dei pagamenti per il 2020 non sarà lo stesso e, come anticipato in apertura, i primi ad essere chiamati alla cassa sono i contribuenti che hanno aderito alla rottamazione ter.

Il prossimo appuntamento è quello del 28 febbraio 2020, data entro la quale bisognerà pagare la seconda o terza rata del proprio piano di dilazione. Le successive scadenze sono poi fissate al 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre.

A causa dell’emergenza coronavirus che ha colpito Lombardia e Veneto, è presumibile che saranno prorogate le scadenze fiscali del periodo per gli 11 comuni della “zona rossa”. Tra gli adempimenti rinviati dovrebbe esservi - salvo diverse disposizioni - anche la rata della rottamazione. Seguiranno aggiornamenti non appena sarà emanato l’annunciato decreto del MEF.

Diverse sono invece le scadenze del saldo e stralcio delle cartelle:

RataScadenza
1° rata, 35 per cento del totale 30 novembre (2 dicembre)
2° rata, 20 per cento del totale 31 marzo 2020
3° rata, 15 per cento del totale 31 luglio 2020
4° rata, 15 per cento del totale 31 marzo 2021
5° e ultima rata, 15 per cento residuo 31 luglio 2021

Scadenza rottamazione ter e saldo e stralcio, cinque giorni di tolleranza anche per la scadenza del 28 febbraio 2020

La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto un’innovazione totale nel panorama delle definizioni agevolate.

Nel caso di lieve ritardo nel pagamento non si decade dalla rottamazione ter, così come dal saldo e stralcio delle cartelle. La scadenza da rispettare per risalire sul treno in corsa della pace fiscale è quella dei 5 giorni successivi al termine ordinario di pagamento.

Per la rata della rottamazione ter in scadenza il 28 febbraio, i 5 giorni di lieve ritardo consentono di pagare senza perdere i vantaggi della definizione agevolata entro il 4 marzo. Nel caso di omesso o insufficiente versamento successivo a tale data si decade definitivamente dalla pace fiscale.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Rottamazione cartelle Equitalia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.