Rivalutazione assegno unico 2023, i nuovi importi e fasce Isee: le tabelle aggiornate

Simone Micocci

18 Gennaio 2023 - 16:32

condividi

Assegno unico figli a carico, rivalutate dell’8,1% le fasce Isee, così come pure gli importi. In attesa delle tabelle ufficiali Inps, eccone alcune anticipazioni.

Rivalutazione assegno unico 2023, i nuovi importi e fasce Isee: le tabelle aggiornate

Gli importi dell’assegno unico - di cui all’articolo 1 del decreto legislativo n. 230 del 29 dicembre 2021 - e le relative soglie Isee sono adeguati annualmente alle variazioni dell’indice del costo della vita; a stabilirlo è l’articolo 4, comma 11, del suddetto decreto.

Ai fini di tale aumento acquisisce notevole importanza il recente comunicato Istat con cui è stato ufficializzato il tasso di rivalutazione 2023 che si applica non solo sulle pensioni, ma anche sull’assegno unico universale (Auu). Nel dettaglio, tenendo conto dell’ultimo indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (Foi), al netto dei tabacchi, ne è risultato un aumento dello 0,3% sulla base mensile e dell’11,3% rispetto a dicembre 2021, mentre la variazione annua del 2022 è pari un più 8,1%, percentuale che andrà a impattare interamente sull’assegno unico erogato alle famiglie.

A essere rivisti saranno non solamente gli importi ma anche le soglie Isee: a parità di attestazione, quindi, si passerà a una fascia più bassa, beneficiando così di un assegno unico più elevato. A tal proposito, sarà l’Inps nei prossimi giorni a pubblicare le nuove tabelle utilizzate per il calcolo dell’assegno unico 2023, ma nel frattempo - alla luce del tasso ufficiale di rivalutazione - è possibile fare alcune considerazioni così da rispondere alla domanda che molte famiglie si stanno ponendo in questi giorni: quanto spetta di assegno unico nel 2023?

Nuove soglie Isee per assegno unico

Oggi per l’assegno unico ci sono due soglie Isee da prendere in considerazione:

  • 15.000 euro, limite entro cui stare per godere del massimo dell’importo (175 per i minorenni, 85 euro per i maggiorenni);
  • 40.000 euro, oltre cui spetta l’importo minimo (50 euro per i minorenni, 25 euro per i maggiorenni).

Tra i 15.000 e i 40.000 euro, invece, l’importo dell’assegno unico scende progressivamente, di 50 centesimi al mese ogni 100 euro di Isee. Ad esempio, tra i 15.000,01 a 15.100,00 spettano 174,50 euro al mese, mentre tra i 15.100,01 e i 15.200,00 si scende a 174 euro (e così via).

Come anticipato, anche le fasce Isee vengono riviste tenendo conto dell’inflazione, il che significherà che:

  • il limite entro cui stare per avere diritto all’importo massimo passerà da 15.000 a 16.215 euro;
  • la soglia sopra la quale spetta l’importo minimo, invece, passerà da 40.000 a 43.240 euro.

Nel mezzo verranno riviste le singole fasce. Ad esempio, la cinquantesima fascia, quella in cui oggi sono compresi coloro che hanno un Isee compreso tra i 19.900,01 e i 20.000,00 euro, per i quali la quota base di assegno unico per i figli minori è pari a 150 euro, nel 2023 comprenderà coloro che hanno un Isee compreso tra i 21.511,91 e i 21.620,00 euro.

Ne risulterà, dunque, che con lo stesso Isee si avrà diritto a un importo più alto, in quanto si rientra in una delle fasce di reddito precedenti dove l’assegno unico spettante è maggiore.

I nuovi importi

Allo stesso tempo, l’adeguamento riguarderà gli importi dell’assegno unico come indicati nella tabella 1 allegata al provvedimento (che trovate di seguito).

Tabella importi e maggiorazioni assegno unico figli
Clicca qui per scaricare la tabella con tutti gli importi e le maggiorazioni riconosciute con l’assegno unico per figli a carico.

Quindi, non solo la quota base: anche le relative maggiorazioni dovrebbero essere adeguate al costo della vita.

A tal proposito, ecco alcune tabelle - nell’attesa di quelle ufficiali Inps - che sintetizzano gli incrementi dell’assegno unico a seconda dei casi.

Quota base minori

Soglia Isee 2022 Soglia Isee 2023 Quota minore 2022 Quota minore 2023
Entro i 15.000 euro Entro i 16.215 euro 175 euro 189,17 euro
Tra i 19.900,01 a 20.000 euro Tra i 21.511,91 e i 21.620 euro 150 euro 162,15 euro
Tra i 24.900,01 e i 25.000 euro Tra i 25.944,01 e i 27.025 euro 127,50 euro 137,82 euro
Tra i 29.900,01 e i 30.000 euro Tra i 32.321,91 e i 32.430 euro 100 euro 108,10 euro
Tra i 34.900,01 e i 35.000 euro 37,726,91 e i 37.835 euro 75 euro 81,07 euro
Sopra i 40.000 euro Sopra i 43.240 euro 50 euro 54,05 euro

Quota base maggiorenni

Soglia Isee 2022 Soglia Isee 2023 Importo 2022 Importo 2023
Entro i 15.000 euro Entro i 16.215 euro 85 euro 91,88 euro
Tra i 19.900,01 a 20.000 euro Tra i 21.511,91 e i 21.620 euro 73 euro 78,91 euro
Tra i 24.900,01 e i 25.000 euro Tra i 25.944,01 e i 27.025 euro 61 euro 65,94 euro
Tra i 29.900,01 e i 30.000 euro Tra i 32.321,91 e i 32.430 euro 49 euro 52,96 euro
Tra i 34.900,01 e i 35.000 euro 37,726,91 e i 37.835 euro 37 euro 39,99 euro
Sopra i 40.000 euro Sopra i 43.240 euro 25 euro 27,02 euro

Maggiorazione figli ulteriori al secondo

Soglia Isee 2022 Soglia Isee 2023 Importo 2022 Importo 2023
Entro i 15.000 euro Entro i 16.215 euro 85 euro 91,88 euro
Tra i 19.900,01 a 20.000 euro Tra i 21.511,91 e i 21.620 euro 71 euro 76,75 euro
Tra i 24.900,01 e i 25.000 euro Tra i 25.944,01 e i 27.025 euro 57 euro 61,61 euro
Tra i 29.900,01 e i 30.000 euro Tra i 32.321,91 e i 32.430 euro 43 euro 46,48 euro
Tra i 34.900,01 e i 35.000 euro 37,726,91 e i 37.835 euro 29 euro 31,34 euro
Sopra i 40.000 euro Sopra i 43.240 euro 15 euro 16,21 euro

Maggiorazione per entrambi i genitori con reddito

Soglia Isee 2022 Soglia Isee 2023 Importo 2022 Importo 2023
Entro i 15.000 euro Entro i 16.215 euro 30 euro 32,43 euro
Tra i 19.900,01 a 20.000 euro Tra i 21.511,91 e i 21.620 euro 24 euro 25,94 euro
Tra i 24.900,01 e i 25.000 euro Tra i 25.944,01 e i 27.025 euro 18 euro 19,45 euro
Tra i 29.900,01 e i 30.000 euro Tra i 32.321,91 e i 32.430 euro 12 euro 12,97 euro
Tra i 34.900,01 e i 35.000 euro 37,726,91 e i 37.835 euro 6 euro 6,48 euro
Sopra i 40.000 euro Sopra i 43.240 euro --- ---

Ad aumentare anche i valori delle maggiorazioni che non dipendono dall’Isee. Ad esempio, per i figli con disabilità fino ai 21 anni, alla quota base (quella riferita ai minori) si aggiunge:

Gravità Importo 2022 Importo 2023
Non autosufficienti 105 euro 113,50 euro
Grave 95 euro 102,69 euro
Media 85 euro 91,88 euro

Salirà da 20 a 21,62 euro la maggiorazione per figlio nel caso delle mamme con meno di 21 anni di età.

Da quando si applicano gli aumenti

I suddetti aumenti decorrono da gennaio 2023, tuttavia l’Inps procederà al ricalcolo dell’assegno unico solamente a febbraio. In quell’occasione sarà riconosciuto anche l’arretrato per il mese precedente.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it