Riunione Fed: Powell s’impegna a comprare bond fino a piena ripresa

Mario D’Angelo - Violetta Silvestri

16/12/2020

12/04/2021 - 17:41

condividi

Riflettori puntati sulla Fed: la riunione che si è conclusa oggi, 16 dicembre, fornisce nuove indicazioni sulla ripresa economica negli USA. Cosa è stato deciso nel corso del meeting Federal Reserve?

Riunione Fed: Powell s'impegna a comprare bond fino a piena ripresa

Riunione Fed in primo piano: oggi, 16 dicembre, Jerome Powell si è pronunciato sulle previsioni economiche degli Stati Uniti e, soprattutto, sulle prossime mosse della banca centrale.

I mercati si attendevano segnali dalla Federal Reserve, per capire se ci saranno nuovi stimoli subito per sostenere la ripresa della potenza mondiale, o se si aspetterà il 2021 per eventuali interventi mirati.

Il sentiment tra investitori ed esperti è stato confermato: la riunione Fed di fine anno non cambierà la sua politica monetaria, e ha lievemente migliorato la previsione di crescita.

Cosa ha deciso, quindi, il meeting della Federal Reserve di mercoledì 16??

Cosa ha detto oggi Powell in conferenza stampa

Al termine della riunione del FOMC di oggi, la Fed ha deciso di rivedere al rialzo le stime di crescita per l’economia statunitense, al 4,2% dal precedente +4,0%. Al tempo stesso l’istituto diretto da Jay Powell ha stimato per quest’anno un tasso di disoccupazione al 6,7%. Anche questa rappresenta una previsione più ottimistica della precedente.

Quanto ai tassi d’interesse, come largamente atteso, la decisione è stata di mantenerli invariati.

Il presidente, nel corso della conferenza stampa, ha rinnovato l’impegno della Fed a continuare ad acquistare almeno $120 miliardi di bond fino a che l’economia non tornerà alla piena occupazione.

Nelle prossime righe, Money.it ha scritto gli aggiornamenti minuto per minuto della conferenza stampa del presidente Fed.

Aggiornamenti live della conferenza di Powell

21:17- L’economia soffre per la pandemia

La Fed ritiene che l’economia soffra per la pandemia, non per la mancanza di condizioni finanziarie.

21:08- L’influenza dei cambiamenti climatici sulla politica monetaria

“Ci muoveremo con cautela per capire in che modo i cambiamenti climatici influenzano il nostro lavoro”, ha detto Powell. «Il cambiamento climatico è un rischio emergente alle istituzioni finanziarie e all’economia», ha aggiunto, ed è importante che se ne parli a un livello globale fra diverse istituzioni.

21:05- Gli acquisti non bastano, ci vuole tempo

Anche con alti livelli di accomodazione ci vorrà molto per alzare l’inflazione.

21:02- Continueremo a sostenere l’economia

C’è ancora altro che possiamo fare, ha detto Powell. L’economia continuerà a crescere, ma ci vorrà ancora un bel po’ prima che il mercato del lavoro torni ai livelli dell’inizio del 2020.

21:00- I prezzi delle case non sono un problema

Li monitoreremo, ma non credo che nel breve termine i prezzi delle case siano una questione per la stabilità finanziaria.

20:59- Il Q2 sarà forte

Il secondo trimestre del 2021 dell’economia USA sarà forte.

20:57- Numeri significativi di persone vaccinate

Già dalla fine del primo quarto ci saranno numeri significativi di persone vaccinate.

20:54- Normalità dalla metà del prossimo anno

Secondo Powell dalla metà del 2021 le persone cominceranno a tornare a una «vita normale», suggerendo che a questa si accompagnerà la ripresa economica. «La chiave sono i prossimi quattro, cinque mesi».

20:52- Stimolo fiscale è molto forte

L’attuale policy fiscale è «molto molto forte», i dettagli adesso dipendono dal Congresso.

20:50- Powell sulla guidance

La guidance attuale è «potente», ha detto Powell

20:49- Attuale policy adeguata

L’attuale posizione della Fed è adeguata, «quando riterremo che nuovi acquisti possano aiutare l’economia, lo faremo».

20:47- Bisogna raggiungere la piena occupazione

L’occupazione USA dovrà essere molto vicina alla piena occupazione, ha detto Powell

20:46- Iniziano le domande dei giornalisti

La dichiarazione d’apertura è conclusa, ora Powell riceverà le domande della stampa.

20:43- Le attuali misure saranno terminate alla fine della pandemia

Dopo la fine della pandemia, gli strumenti verranno riposti nella cassetta degli attrezzi. “Questi sono poteri di prestito, non di spesa”.

20:41- La ripresa dipende da ognuno di noi

La Fed ha supportato il flusso di credito nell’economia per nuclei familiari e aziende. Preservarlo è essenziale per mitigare il danno all’economia e supportare la ripresa.

20:40- La ripresa dipende da ognuno di noi

Il presidente Fed ha posto l’accento sulla responsabilità di tutti i cittadini statunitensi nella lotta alla pandemia, ovvero rispettando il distanziamento e usando le mascherine.

20:37- Positive le notizie sui vaccini

Powell ha giudicato estremamente positive le notizie sui vaccini, anche se le sfida rimangono, soprattutto in relazione alla distribuzione.

20:35- Impatto della pandemia sull’inflazione

L’impatto della pandemia sull’inflazione è stato significativo, dice Powell. I prezzi al consumo sono cresciuti nel corso dell’estate, ma adesso si sono assestati. Su una base di 12 mesi, il livello rimane inferiore all’obiettivo del 2%.

20:33- Si parte

Il presidente della Fed Jerome Powell è arrivato in sala stampa e ha iniziato la dichiarazione d’apertura.

20:30- Mancano pochi minuti

Mancano ormai pochissimi minuti all’inizio della conferenza.

Cosa aspettarsi dalla riunione Fed di oggi

Dopo la decisione della BCE del 10 dicembre scorso di aumentare il piano di stimoli con altri 500 miliardi al PEPP, i riflettori si accendono ora sulla Federal Reserve.

La banca centrale USA seguirà le orme dell’istituto di Francoforte e garantirà, da subito, un nuovo impulso all’economia con un ampliamento del piano Qe? L’interrogativo che accompagna la vigilia della conferenza stampa di Powell sta tutto qui e la risposta sembra prendere questa direzione (a detta di anallisti): nessun aggiustamento, per ora, nel programma di acquisto di obbligazioni.

L’attesa, invece, è piuttosto su indicazioni temporali: si prevede che Powell annunci fino a quando continueranno gli acquisti di debito, collegandoli a determinati parametri economici.

La riunione del FOMC arriva in un momento cruciale per gli USA. Correnti incrociate stanno attraversando la nazione: i casi di coronavirus sono in aumento, ma intanto è iniziata la campagna di vaccinazione.

Inoltre, l’instabilità politica pare in via di risoluzione, con Biden sempre più vicino alla Casa Bianca e Janet Yellen già nominata al Tesoro. Dettagli non trascurabili, che indicano un futuro di maggiore coordinamento tra politiche statali e decisioni della Fed.

In questa cornice, quindi, dovrebbe inserirsi la riunione Fed di oggi 16 dicembre.

La Federal Reserve probabilmente eviterà ulteriori stimoli, ma intensificherà la sua retorica accomodante, sottolineando la necessità di un maggiore sostegno fiscale visto che le misure di contenimento del Covid-19 pesano sempre di più sull’attività economica del Paese e sull’occupazione.

La banca centrale statunitense dovrebbe mantenere il suo tasso di interesse vicino allo zero e segnalare che rimarrà su quella soglia anche per gli anni a venire. Potrebbero emergere, inoltre, nuove indicazioni su quanto a lungo la Fed manterrà il suo massiccio programma di acquisto di obbligazioni, senza però modificarlo.

Fed: nessuna mossa sull’acquisto di titoli?

La Fed sta attualmente acquistando 80 miliardi di dollari al mese in titoli del Tesoro e 40 miliardi di dollari mensili in titoli garantiti da ipoteca.

Il programma è stato progettato per esercitare pressioni al ribasso sui costi reali di indebitamento per famiglie e imprese colpite dalla pandemia Covid-19. Gli acquisti su larga scala sono cominciati a marzo, con l’esplodere dell’epidemia.

L’impressione di diversi analisti, però, è che nel prossimo meeting di questo fine 2020, la Federal Reserve resterà in approccio “attendista”. Insistere sulla necessità di stimoli fiscali invece di intervenire con un aumento degli acquisti di titoli (o dell’allentamento maggiore del Qe) potrebbe essere la direzione della banca centrale.

In attesa che nel 2021 l’insediamento di Biden e il vaccino possano già dare segnali incoraggianti, sui quali rivedere target e decisioni.

La riunione Fed di oggi, 16 dicembre, resta quindi un evento molto atteso.

Previsioni economiche 2021: quale piano dalla Fed?

Negli obiettivi Fed ci sono piena occupazione e inflazione al 2%, in attesa dei quali i tassi di interesse resteranno alla soglia zero. Fino a quando? Alcuni azzardano almeno fino al 2023.

L’ultima previsione della Fed a settembre suggeriva che l’economia statunitense si sarebbe contratta del 3,7% nel 2020, seguita da un rimbalzo del 4% il prossimo anno, con il tasso di disoccupazione che sarebbe sceso al 5,5% entro la fine del 2021.

Ora, con le buone notizie sui vaccini la valutazione economica complessiva potrebbe farsi più rosea, anche se il primo trimestre del prossimo anno sarà probabilmente meno brillante del previsto a causa del peggioramento della pandemia, dal momento che una serie di indicatori del mercato del lavoro hanno indebolito bruscamente lo scenario.

Se la Fed vedrà un solido miglioramento macroeconomico il prossimo anno, prevedere aumenti dei tassi di interesse prima di quanto detto a settembre, quando la stima media era fino al 2023.

Tuttavia, l’economia degli Stati Uniti non è completamente salva.

Mentre è in arrivo un programma di vaccinazione, ci vorrà del tempo prima che venga distribuito a un numero sufficiente di persone per consentire un pieno ritorno alla normalità. Nel frattempo, i casi di Covid-19 sono in forte aumento e le misure di contenimento vengono reintrodotte a un costo economico elevato. Questa finestra di vulnerabilità potrebbe durare forse tre o quattro mesi durante i quali le restrizioni alla circolazione potrebbero far aumentare la disoccupazione e indebolire l’attività.

Inoltre, si parla da mesi di un altro stimolo fiscale per aiutare a far ripartire l’economia prima di una piena riapertura economica. Gli ultimi commenti dei repubblicani del Senato suggeriscono che ancora non ci siamo sull’intesa.

Probabilmente, quindi, la riunione Fed insisterà sulla necessità di politiche fiscali, attendendo il corso economico del nuovo anno, per studiare quanto vaccino e Congresso possano stimolare una crescita. E far prendere nuove decisioni.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.