Risultati elezioni Canada: vince Trudeau ma non ha la maggioranza

I risultati delle elezioni Canada 2019: si è votato per il rinnovo della Camera dei Comuni, con il primo ministro uscente Justin Trudeau vittorioso ma senza una maggioranza. Per fare un governo adesso servirà l’appoggio dei Democratici.

Risultati elezioni Canada: vince Trudeau ma non ha la maggioranza

Si sono chiuse in Canada i seggi per le elezioni federali, con i 27 milioni di elettori di quello che è il secondo Paese più vasto al mondo che sono stati chiamati a eleggere i 338 membri della Camera dei Comuni.

I risultati hanno premiato di nuovo il primo ministro uscente Justin Trudeau, con i Liberali che hanno avuto la meglio sui Conservatori guidati da Andrew Scheer e i centristi di Jagmeet Singh, primo Sikh a ricoprire il ruolo di leader politico in Canada.

A differenza di quattro anni fa, Trudeau non ha ottenuto però una maggioranza assoluta dal voto. Adesso i Liberali o potranno tentare di dare vita a un governo di minoranza, oppure dovranno siglare un patto con i Democratici di Singh.

Elezioni in Canada: i risultati

Le elezioni in Canada prevedono una legge elettorale maggioritaria che si basa sui collegi uninominali. Questi sono i risultati ufficiali al termine del complesso spoglio dei voti visti i sei fusi orari diversi presenti nel Paese.

  • Partito Conservatore - 34,40% (121 seggi)
  • Partito Liberale - 33,00% (157 seggi)
  • Nuovo Partito Democratico - 15,90% (24 seggi)
  • Blocco del Québec - 7,80% (32 seggi)
  • Verdi - 6,40% (3 seggi)
  • Partito del Popolo - 1,60% (/)

Anche se nel complesso i Conservatori sono stati il partito più votato, i Liberali hanno ottenuto più seggi visto che hanno vinto in un maggior numero di collegi. In Canada infatti non c’è neanche una minima quota di ripartizione proporzionale.

In netto miglioramento la sinistra regionalista del Blocco del Québec, mentre la destra del Partito del Popolo non è riuscito a portare a casa neanche un seggio non andando oltre l’1,6% dei voti.

Justin Trudeau può quindi sorridere ma adesso dovrà cercare di formare una maggioranza insieme ai Democratici, oppure provare a intraprendere la rischiosa strada del governo di minoranza.

Dopo un decennio di guida dei Conservatori, nel 2015 il Canada decise di svoltare in maniera decisa a sinistra con Justin Trudeau che alla guida del Partito Liberale riuscì a prendere il 38,9% dei voti ottenendo così la maggioranza assoluta dei seggi.

Trudeau quattro anni fa riuscì a vincere in 184 dei 338 seggi, il 54% del totale, diventando così il nuovo primo ministro senza aver bisogno di stringere alleanze post voto con altre forze politiche.

Il leader del centrosinistra canadese sbaragliò il campo presentandosi come il volto nuovo contro il grigiore dei Conservatori, ma dopo questa sua prima esperienza di governo non sono pochi i canadesi delusi dalle diverse promesse che sono state disattese.

Questa volta Justin Trudeau che a dicembre andrà a compiere 48 anni si è trovato di fronte due sfidanti più giovani di lui: il conservatore Andrew Scheer ha infatti 40 anni così come il centrista Jagmeet Singh.

Il primo ministro secondo alcune indagini avrebbe perso appeal soprattutto tra i più giovani, in parte delusi specie sul tema ambientale, con gli ultimi sondaggi politici che davano i Conservatori di poco avanti rispetto ai Liberali.

Nonostante questo calo, i Liberali sono usciti comunque vincitori da queste elezioni in Canada, ma per il primo ministro senza una propria maggioranza parlamentare sarà più complicato adesso governare.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Canada

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.