Regno Unito: c’è il rimbalzo del PIL ma non durerà

Il Regno Unito non avrà una piena ripresa entro il 2020, nonostante il recupero del PIL nel terzo trimestre.

Regno Unito: c'è il rimbalzo del PIL ma non durerà

Regno Unito sotto i riflettori con i dati preliminari sul PIL. Il rimbalzo registrato nel terzo trimestre 2020 rischia di essere già un indicatore del passato e non del prossimo futuro per l’economia anglosassone.

Sulle prospettive a breve termine di Londra, infatti, pesano l’attuale lockdown e lo stallo nella Brexit.

Il recupero del PIL del Regno Unito, secondo gli esperti non durerà. Quale scenario economico per la nazione?

Cosa dicono (davvero) i dati sul PIL in Regno Unito

L’economia del Regno Unito è cresciuta maggiormente nel terzo trimestre, con un rimbalzo che però è stato già minato da un aumento dei casi di coronavirus e da nuove restrizioni per le imprese.

La crescita c’è stata e ha registrato un +15,5% nei tre mesi fino a settembre, mostrando un recupero dalla contrazione di quasi il 20% della precedente rilevazione. Tuttavia, i dati mostrano che la ripresa stava già perdendo slancio alla fine del periodo, con settembre che ha registrato solo un’espansione dell’1,1%, il peggior risultato da aprile.

Ciò sottolinea la sfida che l’economia deve affrontare mentre si riprende dalla recessione più acuta e profonda degli ultimi tre secoli. Il risultato lascia il Prodotto Interno Lordo inferiore di quasi il 10% rispetto alla fine del 2019, tra le peggiori performance delle principali economie.

Le fosche prospettive hanno costretto i responsabili politici del Regno Unito ad agire ancora una volta la scorsa settimana. La Banca d’Inghilterra ha aumentato il suo piano di acquisto di obbligazioni di 150 miliardi di sterline (198 miliardi di dollari) e il Tesoro ha esteso il suo programma per i lavoratori fino a marzo 2021.

La strada del pieno recupero in Regno Unito, che secondo gli economisti potrebbe richiedere anni, ora sembra ancora più difficile poiché molti dei fattori che hanno determinato la rapida espansione del terzo trimestre si sono invertiti. Il Paese, infatti, è tornato in un parziale lockdown e il quarto trimestre è atteso in contrazione.

In più, la crescita potrebbe essere ulteriormente ostacolata dalla continua incertezza sulla Brexit, con il rapporto del Regno Unito con l’Unione europea instabile e l’avvicinarsi della fine del periodo di transizione.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories