Reddito di cittadinanza pagato già questa settimana: quando e per chi

Simone Micocci

12/09/2022

12/09/2022 - 16:53

condividi

Reddito di cittadinanza, primi pagamenti di settembre già in settimana. Ma le elezioni incombono e il futuro della misura si fa sempre più incerto.

Reddito di cittadinanza pagato già questa settimana: quando e per chi

Mentre si addensano delle nubi, sempre più nere, sul futuro del reddito di cittadinanza, l’Inps - con il supporto operativo di Poste Italiane - si appresta a procedere con i primi pagamenti del mese di settembre.

Già questa settimana, infatti, ci saranno alcuni accrediti sull’apposita carta acquisti, visto che il calendario dei pagamenti non si ferma nonostante le imminenti elezioni. Ne danno conferma fonti interne all’Inps, ribadendo che per il momento non ci sono notizie ufficiali riguardo a cosa ne sarà del reddito di cittadinanza.

Per il momento, dunque, bisogna attenersi a quanto previsto dalla normativa, ad esempio per quanto riguarda i pagamenti. Una notizia che farà piacere a coloro che attendono da qualche mese l’arrivo del reddito di cittadinanza, in quanto è proprio per questi che la ricarica è attesa in settimana.

Ricordiamo, infatti, che il calendario dei pagamenti del reddito di cittadinanza ogni mese è costituito da due fasi:

  • subito dopo il 15 del mese viene effettuata la prima ricarica per coloro che ne hanno fatto domanda, oppure hanno richiesto il rinnovo, nel mese precedente;
  • verso la fine del mese, intorno al 27, viene invece pagato il reddito di cittadinanza per coloro che lo percepiscono da più mesi.

Ebbene, come visto sopra non sono attese modifiche al calendario, con il primo pagamento confermato per i prossimi giorni.

Ed è importante ricordare che per coloro che non lo hanno ricevuto nei mesi scorsi, a luglio o agosto, con la ricarica di settembre potrebbe esserci il pagamento del bonus 200 euro introdotto dal decreto Aiuti contro il caro bollette, riconosciuto anche ai nuclei familiari percettori di Rdc ma solamente qualora non ci fosse alcun componente che ne ha beneficiato per proprio conto.

Reddito di cittadinanza: chi lo riceve già la prossima settimana

In questi ultimi mesi molte famiglie stanno raggiungendo i 36 mesi di percezione della misura. Come stabilito dalla legge, però, il reddito di cittadinanza può essere goduto per un massimo di 18 mesi continuativi, dopodiché la misura decade e si può fare domanda di rinnovo, ma solo dal mese successivo a quello in cui viene effettuata l’ultima ricarica.

Per questo motivo, al pagamento della 36ᵃ mensilità il reddito di cittadinanza decade e per sbloccare la situazione bisogna presentare la richiesta di rinnovo. Domanda che si può presentare dal mese successivo, con il reddito di cittadinanza che quindi risulterà sospeso per una mensilità.

Pensiamo ad esempio a coloro che hanno raggiunto i 36 mesi a luglio: questi ad agosto non hanno ricevuto nulla, ma qualora abbiano presentato la domanda di rinnovo entro il 31 agosto scorso potranno godere di una nuova ricarica (ovviamente qualora l’esito dovesse essere positivo) già a settembre, dopo il 15 del mese e probabilmente già questa settimana.

Lo stesso vale per coloro che non hanno mai beneficiato del reddito di cittadinanza e ne hanno fatto richiesta per la prima volta nel mese di agosto; anche per questi il pagamento della prima ricarica dovrebbe essere previsto nella settimana corrente.

Reddito di cittadinanza: per gli altri pagato regolarmente alla fine del mese

Per le altre famiglie, ossia per coloro che sono in attesa di una ricarica compresa tra la 2ᵃ e la 18ᵃ, il reddito di cittadinanza verrà pagato regolarmente alla fine del mese, tra lunedì 26 e martedì 27 settembre, appena dopo il risultato delle elezioni politiche da cui potrebbe dipendere il futuro della misura.

Ma attenzione alle elezioni

A preoccupare semmai potrebbe essere il destino della misura dopo le elezioni 2022. La maggior parte dei partiti candidati, con la sola eccezione del Movimento 5 stelle, hanno già annunciato di voler cancellare o comunque riformare il reddito di cittadinanza e l’occasione potrebbe essere la legge di Bilancio per il 2023.

Ecco dunque che già da gennaio 2023 potrebbero esserci novità per il reddito di cittadinanza, con la misura che potrebbe essere molto differente rispetto a come la conosciamo oggi.

Iscriviti a Money.it