Reato di falso ideologico in atto pubblico: pena e quando è commesso da un privato

Isabella Policarpio

09/04/2021

09/04/2021 - 10:07

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Cos’è il reato di falso ideologico, quando è commesso da un pubblico ufficiale e quando da un privato cittadino: qui pena, prescrizione e differenza con il falso materiale.

Reato di falso ideologico in atto pubblico: pena e quando è commesso da un privato

Il falso ideologico è il reato commesso da chi dichiara informazioni menzognere in un atto o documento pubblico, laddove avrebbe l’obbligo giuridico di dichiarare il vero.

Può riguardare attestazioni e concorsi pubblici ed essere commesso sia da un privato cittadino che da un pubblico ufficiale o incaricato di un pubblico servizio (un funzionario, ad esempio).

Questa condotta è punita severamente dalla legge e richiede il dolo dell’autore, ovvero la coscienza volontà di dichiarare informazioni false.

Qui tutto sul falso ideologico e sul falso materiale.

Cosa si intende per falso ideologico e quando è reato

Per falso ideologico si intende il reato contenuto all’articolo 479 del Codice penale “Falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici”. Detto a parole semplici, questa è la condotta commessa da un pubblico ufficiale o incaricato di un pubblico servizio che dichiara informazioni menzognere all’interno di un atto pubblico.

Per “falso” si intende un contenuto che non corrisponde al vero, sia per avere inserito nel documento informazioni non veritiere sia per aver omesso dettagli, dati, numeri richiesti.

Come spiegheremo, il reato di falso ideologico può essere commesso anche da un privato cittadino in occasione di un atto pubblico.

È stato depenalizzato?

Nel 2016 è stata portata a termine una grande opera di depenalizzazione dei reati minori, tuttavia in questo elenco non rientra il reato di falso ideologico. Per tale ragione la fattispecie dell’articolo 479 del Codice penale continua ad essere punita con la reclusione e con sanzioni differenziate in base al soggetto che lo commette e alla gravità della condotta.

Come è punito?

Il falso ideologico è punito con la reclusione. Gli anni della pena variano in base al soggetto che commette il reato:

  • se è un privato cittadino, sono previsti fino a 2 anni di reclusione;
  • se è un pubblico ufficiale/incaricato di un pubblico servizio, sono previsti da 3 mesi a 10 anni di reclusione (in base al grado gerarchico).

Può essere commesso da un privato?


Sì, anche un privato cittadino può essere accusato di falso, e non solo un pubblico ufficiale. Chiunque può commettere questo reato se dichiara informazioni mendaci in un atto pubblico, sia oralmente che in forma scritta, laddove abbia il dovere di dichiarare il vero.

Il reato di falso in atto pubblico

Quando si sente parlare di “falso in atto pubblico” ci si riferisce alle dichiarazioni false rilasciate da un soggetto che ha il dovere di dichiarare il vero dinanzi ad un pubblico ufficiale o incaricato di un pubblico servizio.

Quando si ha il falso ideologico in un concorso pubblico

Si può avere falsità ideologica anche in sede di partecipazione ad un concorso pubblico. Ciò accade quando vengono volontariamente omesse informazioni fondamentali all’individuazione del candidato, titoli di studio mai conseguiti ed ogni altro requisito inventato o inesatto.

Il reato di falso scatta anche in caso di omissioni volontarie: ad esempio se il candidato non dichiara - ove richiesto - di avere precedenti penali o altre cause ostative.

Falso ideologico e falso materiale

Spesso il reato di falso ideologico viene confuso con il falso materiale (articolo 476 del Codice penale): quest’ultimo consiste nella pratica di produrre un documento identico a quello ufficiale da parte di un soggetto diverso dal vero autore, oppure l’alterazione/modificazione di un atto ufficiale.

La differenza è evidente: nel falso ideologico il documento/atto ufficiale non è stato alterato ma presenta un contenuto menzognero; nel falso materiale, invece, vi è stata una falsificazione materiale del documento originale.

Prescrizione

La prescrizione del reato di falso ideologico scatta dopo 6 anni in caso di compromissione di un documento ufficiale da parte di un pubblico ufficiale oppure dopo 10 anni se la falsificazione riguarda un atto/documento nella sua interezza.

Argomenti

# Reato

Iscriviti alla newsletter

Money Stories