A quanti giorni di ferie ho diritto? Come e dove leggerle in busta paga

Per capire quante ferie avete maturato dovete saper leggere la vostra busta paga; ecco come fare.

A quanti giorni di ferie ho diritto? Come e dove leggerle in busta paga

Le ferie sono un diritto irrinunciabile del lavoratore. Nel corso dell’anno questo può godere di tutte le ferie maturate, ma per quanto riguarda le modalità entro le quali beneficiarne è obbligatorio mettersi d’accordo con il proprio datore di lavoro.

La normativa vigente, infatti, stabilisce che il godimento delle ferie non può andare contro gli interessi aziendali.

Come anticipato il lavoratore può godere di tutte le ferie maturate nel corso dell’anno, ma non è obbligato a farlo. Nel dettaglio la normativa stabilisce che nel corso del periodo di maturazione il lavoratore debba andare in ferie per almeno 2 settimane, mentre il periodo residuo va goduto entro i 18 mesi successivi al termine del periodo di maturazione.

Le ferie non godute oltre questo termine saranno retribuite ma solo dopo la cessazione del rapporto lavorativo.

Visto quanto appena detto appare evidente che prima di chiedere le ferie bisogna capire quanti giorni si hanno a disposizione. Per capire quanti sono i giorni di ferie maturati e che potete utilizzare per andare in vacanza dovete fare riferimento alla vostra busta paga: è qui infatti che il lavoratore trova tutte le informazioni sulle ferie, i permessi e le ex festività.

Sapere come leggere la busta paga, quindi, è molto importante non solo per capire da cosa è formato lo stipendio ma anche per approfondire degli altri aspetti del proprio lavoro, come appunto le ferie. Ecco una guida dedicata dove trovate tutti i chiarimenti di cui avete bisogno.

Dove leggere le ferie in busta paga?

Per capire quanti giorni di ferie avete maturato nel corso dell’anno dovete prendere la vostra ultima busta paga e controllare la parte inferiore; è qui solitamente che si trovano gli spazi riservati a ferie, permessi ed ex festività.

Nel caso specifico per le ferie ci sono tre diverse caselle:

  • ferie maturate (durante l’anno);
  • ferie godute (durante l’anno);
  • ferie residue (giorni maturati nel corso dell’anno più quelli non goduti nel precedente).

A seconda della tipologia della busta paga le ferie possono essere espresse in giorni o in ore; in quest’ultimo caso vi basterà dividere il dato per le ore di lavoro previste dal vostro contratto per capire quanti giorni di ferie avete maturato nel corso dell’anno e di quanti potrete ancora godere.

Ricordiamo che le ferie vanno godute entro i 18 mesi successivi all’anno di maturazione. Dopodiché queste vengono accantonate e il lavoratore non potrà più richiederle, ma non saranno perse per sempre: una volta interrotto il rapporto di lavoro, infatti, saranno pagate insieme alla liquidazione.

Come capire quante ferie ho maturato?

Una volta capito quante ferie avete maturato vi interesserà conoscere l’operazione che ha portato ad un tale risultato.

Il calcolo delle ferie maturate mensilmente è molto semplice: non dovete far altro che dividere il monte ferie annuale per 12 mensilità. Prendiamo come esempio il caso più diffuso, ovvero quello del lavoratore che ha diritto ad un minimo di 26 giorni di ferie durante l’anno.

Dividendo questi giorni per il numero di mensilità ne risulta che questo matura 2,16 giorni di ferie ogni mese. Quindi per capire se il calcolo delle ferie in busta paga è corretto vi basta controllare se ogni mese avete maturato 2,16 giorni in più rispetto al precedente.

I giorni di ferie annuali però non sono gli stessi per tutti i dipendenti: a seconda del ruolo e della posizione, quindi, il monte ferie potrebbe essere più alto o più basso e di conseguenza anche i giorni che vengono maturati mensilmente saranno soggetti a variazione.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Ferie

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \