Prezzi benzina al ribasso con coronavirus. I dettagli

Prezzi benzina osservati speciali durante l’emergenza coronavirus. La diffusione della COVID-19, infatti, sta generando effetti diretti sulle quotazioni del petrolio e sui costi del carburante. I dettagli dei prezzi benzina aggiornati in Italia.

Prezzi benzina sotto la lente in questi concitati giorni a causa del coronavirus. La diffusione ormai capillare in Italia della COVID-19 sta avendo ripercussioni su tutti i settori di mercato.

Non è esente da effetti collaterali il comparto carburanti che, nel quadro di generale contrazione economica che si sta delineando con la diffusione dell’infezione, presenta una tendenza al ribasso da settimane.

Nello specifico, i prezzi della benzina sono in discesa, mostrando un calo evidente nelle stazioni di servizio. Di seguito gli ultimi aggiornamenti disponibili grazie ai dati di Quotidiano Energia.

Prezzi benzina: quale ribassi con il coronavirus?

Le quotazioni del petrolio sono in caduta libera in queste ore. Mentre si attende il comunicato ufficiale dell’OPEC su eventuali tagli alla produzione, anche i prezzi della benzina stanno risentendo degli sconvolgimenti in atto a causa della dirompente diffusione del coronavirus.

L’Italia, uno dei Paesi maggiormente colpiti da questa nuova epidemia, sta facendo i conti con una prospettiva economica non facile. In questo scenario di timore per gli aumenti nei contagi e per le ripercussioni negative sui vari settori produttivi, il costo del carburante nelle stazioni di servizio sta mostrando un andamento al ribasso.

Complice anche la paura di una contrazione della domanda che potrebbe essere davvero dannosa per le compagnie energetiche.

Questo significa che fare il pieno nelle nostre automobili adesso può essere conveniente rispetto a un mese fa. Nello specifico, secondo gli ultimi dati forniti da Quotidiano Energia, i prezzi della benzina sono scesi del 10% nell’arco di circa due settimane.

In media, la benzina al self service costa € 1,536 e al servito € 1,682, mostrando in entrambi i casi un ribasso dello 0,002 rispetto al 4 marzo 2020.

Per quanto riguarda il diesel, al self service costa € 1,442 con un risparmio dello 0,002 e al servito € 1,570 (-0,003). Entrambi i costi sono confrontati al 4 marzo 2020.

Carburante, quanto costa il pieno: tutti i prezzi

In questo periodo di grande preoccupazione, il calo dei prezzi della benzina può essere una buona notizia per gli italiani. Facendo un’analisi dei costi delle diverse compagnie, emerge che per la vendita al dettaglio di benzina nel self service è Q8 la più conveniente:

  • Agip Eni: € 1,538
  • Total Erg: € 1,551
  • Esso: € 1,539
  • IP: € 1,545
  • Q8: € 1,532
  • Tamoil: € 1,535

Questi, invece, sono i costi benzina per il servito, con Tamoil che vince per l’economicità:

  • Agip Eni: € 1,727
  • Total Erg: € 1,710
  • Esso: € 1,692
  • IP: € 1,760
  • Q8: € 1,732
  • Tamoil: € 1,640

Il diesel al dettaglio self service presenta attualmente queste tariffe:

  • Agip Eni: € 1,429
  • Total Erg: € 1,438
  • Esso: € 1,424
  • IP: € 1,431
  • Q8: € 1,419
  • Tamoil: € 1,422

Infine, il diesel al dettaglio al servito è disponibile con questi costi:

  • Agip Eni: € 1,621
  • Total Erg: € 1,60
  • Esso: € 1,578
  • IP: € 1,659
  • Q8: € 1,618
  • Tamoil: € 1,533

Con il coronavirus, quindi, anche i prezzi della benzina stanno subendo dei cambiamenti. Il ribasso, anche se potrebbe ancora oscillare, al momento è evidente nelle stesse stazioni di servizio.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

1 commento

foto profilo

Cristina Ciccarelli • 3 mesi fa

Anche quella verde?

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories