L’OPEC non asseconda Biden: aumento di produzione ai minimi

Violetta Silvestri

03/08/2022

03/08/2022 - 15:39

condividi

Il prezzo del petrolio tenta il rialzo e il Brent torna sui 100 dollari al barile: l’OPEC ha deciso di aumentare il minimo le forniture a settembre. La richiesta di Biden è rimasta inascoltata.

L'OPEC non asseconda Biden: aumento di produzione ai minimi

L’OPEC+ ha snobbato mesi di sforzi diplomatici da parte del presidente Joe Biden con uno dei più piccoli aumenti della produzione di petrolio nella sua storia.

Il cartello, riunitosi oggi 3 agosto, aumenterà la produzione di greggio di appena 100.000 barili al giorno in quello che gli analisti hanno descritto come un affronto al presidente Usa dopo il suo viaggio in Arabia Saudita il mese scorso, nel quale ha persuaso la nazione a pompare di più per aiutare gli Stati Uniti e l’economia globale.

Le quotazioni scambiano al rialzo dopo la decisione: al momento in cui si scrive il Brent scambia a 100,60 dollari al barile e il WTI a 94,41 dollari al barile.

L’OPEC non stupisce, con un aumento di produzione minimo

L’organizzazione aggiungerà solo 100.000 barili al giorno di petrolio a settembre, offrendo forniture extra a un mercato ristretto a un ritmo molto più lento rispetto agli ultimi mesi, nonostante le pressioni della Casa Bianca per aiutare a raffreddare i prezzi.

L’alleanza di 23 nazioni dividerà tale importo proporzionalmente tra i membri e, con solo i sauditi e gli Emirati Arabi Uniti in grado di rafforzare la produzione, è probabile che venga consegnata solo una frazione dell’importo. Per luglio e agosto, il gruppo si era impegnato a immettere sul mercato più di 600.000 barili al giorno.

L’aumento offre poca tregua ai consumatori che soffrono la compressione inflazionistica degli alti prezzi del petrolio.

OPEC contro Usa?

La questione è anche diplomatica. Dopo il viaggio di Biden in Arabia Saudita, i funzionari statunitensi si erano detti ottimisti sul fatto che Riyadh e Washington fossero sulla strada della riconciliazione. Durante la sua visita, quando ha salutato con un pugno il principe ereditario Mohammad bin Salman, il presidente ha detto di aspettarsi ulteriori passi dal regno in termini di produzione di petrolio. Martedì, gli Stati Uniti hanno approvato la vendita di 3,05 miliardi di dollari di armi, compresi i missili Patriot, ai pesi massimi del Medio Oriente.

L’OPEC+ aveva mostrato una certa buona volontà nei confronti dei consumatori negli ultimi mesi, accelerando gli aumenti di produzione finali che hanno completato l’inversione dei loro limiti dell’era Covid. Ma l’alleanza sembrava avere poco stimolo per andare molto oltre. E la decisione odierna lo dimostra, considerando anche la domanda di petrolio limitata dalla minaccia di recessione negli Stati Uniti e dal blocco del Covid in Cina

Argomenti

# Brent
# OPEC
# WTI

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.