Brent

Brent è il termine con cui si indica un petrolio molto leggero il cui nome deriva dal giacimento scoperto nel Mare del Nord nel 1972.
Il termine è poi passato ad indicare tutto il petrolio dell’Europa.

A livello internazionale esistono molte tipologie di petrolio, ma a livello di scambi quelle che hanno maggiore importanza sono principalmente il WTI e il Brent. Queste due tipologie hanno il maggiore volume e riscuotono il maggiore interesse sul mercato azionario.

Il Brent, insieme al WTI, West Texas Intermediate, è il principale tipo di greggio utilizzato come riferimento nei mercati mondiali. Lo scambio del Brent avviene sul mercato di Londra, mentre il WTI è scambiato a New York. Il suo prezzo determina per il 60% quello del petrolio estratto nel mondo.

Su Money.it potrete rimane aggiornati leggendo gli articoli che si trovano in questa sezione del sito. Per chi invece volesse conoscere i dettagli che distinguono il petrolio WTI dal Brent vi consigliamo di leggere Petrolio BRENT e WTI qual è la differenza? Quale costa di più e perché?

Brent, ultimi articoli su Money.it

Petrolio: tutti i rischi dello stallo OPEC nel report AIE

Violetta Silvestri

13 Luglio 2021 - 11:50

Petrolio: tutti i rischi dello stallo OPEC nel report AIE

Mercato petrolifero minacciato dall’impasse OPEC: questo l’avvertimento dell’Agenzia Internazionale dell’Energia nel suo ultimo rapporto mensile. I rischi volatilità e guerra dei prezzi sono alti.

Il petrolio corre verso nuovi record in attesa dell’OPEC

Violetta Silvestri

1 Luglio 2021 - 15:08

Il petrolio corre verso nuovi record in attesa dell'OPEC

Riunione OPEC in corso e prezzo del petrolio in grande slancio: le quotazioni Brent e WTI balzano oltre il 2%. Si attendono le novità dai Paesi produttori sull’offerta di greggio nei prossimi mesi.

Petrolio da record, sui massimi dal 2018. I motivi

Pierandrea Ferrari

22 Giugno 2021 - 10:26

Petrolio da record, sui massimi dal 2018. I motivi

Petrolio sotto la lente: sia il Brent che il Wti si muovono sui massimi da ottobre 2018. È lo stallo dei negoziati sull’asse Iran-Stati Unti a tirare la volata del greggio, mentre nuovi giacimenti vengono scoperti in Cina e in Norvegia.