Locazioni, nuovo modello RLI dal 19 settembre 2017: ecco istruzioni e novità

Nuovo modello Rli per la registrazione dei contratti di locazione obbligatorio dal 19 settembre 2017. Ecco istruzioni, novità e modulo dell’Agenzia delle Entrate editabile.

Locazioni, nuovo modello RLI dal 19 settembre 2017: ecco istruzioni e novità

Nuovo modello Rli per le locazioni: sarà obbligatorio a partire dal 19 settembre 2017 e sostituirà il modulo approvato con provvedimento del 10 gennaio 2014.

Il modello Rli per la registrazione dei contratti di locazione è stato pubblicato dall’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 15 giugno scorso, in allegato con le relative istruzioni e con la specifica che il suo utilizzo sarebbe stato obbligatorio soltanto dalla metà di settembre.

Sono state introdotte alcune novità in sede di compilazione del modello Rli, illustrate dall’Agenzia delle Entrate nelle istruzioni di seguito allegate. Si ricorda in ogni caso che fino al 18 settembre 2017 è necessario utilizzare il vecchio modello Rli, ancora accessibile sul sito delle Entrate.

Ecco di seguito il nuovo modello Rli per le locazioni in formato editabile da scaricare e tutte le istruzioni sulla compilazione per la registrazione dei contratti di locazione.

Locazioni, nuovo modello RLI obbligatorio dal 19 settembre 2017

Ecco il nuovo modello Rli per le locazioni da scaricare in formato editabile da utilizzare a partire dal 19 settembre 2017:

Nuovo modello RLI locazioni 2017
Scarica il modello Rli in formato editabile obbligatorio dal 19 settembre 2017

Il modello Rli non deve essere trasmesso all’Agenzia delle Entrate soltanto per la registrazione dei contratti di locazione, ma si usa anche in caso di cessioni, subentro, risoluzione del contratto di affitto, per esercitare o revocare l’opzione della tassazione con la cedolare secca.

Si ricorda ancora una volta che come precisato dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate e istruzioni al modello Rli, il nuovo modulo dovrà essere utilizzato in via esclusiva ed obbligatoria soltanto per gli adempimenti legati alle locazioni a far data dal 19 settembre 2017.

Istruzioni compilazione e invio modello RLI

Nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate per la compilazione e la trasmissione del modello Rli sono contenute le regole relative al suo utilizzo, ammesso non soltanto in caso di registrazione, proroghe, cessioni, subentro e risoluzioni e per esercitare l’opzione della cedolare secca.

Si deve inviare il modello Rli anche nei seguenti casi:

  • comunicazione dei dati catastali ai sensi dell’articolo 19, comma 15, del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78;
  • contestuale registrazione dei contratti di affitto dei terreni e degli annessi “titoli PAC”, sostituendo il “Modello 69” per tali fattispecie;
  • denunce relative ai contratti di locazione non registrati, ai contratti di locazione con canone superiore a quello registrato o ai comodati fittizi;
  • registrazione dei contratti di locazione con previsione di canoni differenti per le diverse annualità;
  • registrazione dei contratti di locazione a tempo indeterminato;
  • ravvedimento operoso;
  • gestione della comunicazione della risoluzione o proroga tardiva in caso di cedolare secca;
  • registrazione dei contratti di locazione di pertinenze concesse con atto separato rispetto all’immobile principale.

Il 6 settembre 2017 l’Agenzia delle Entrate ha integrato le istruzioni del modello Rli 2017, introducendo una delle importanti novità di cui ci siamo già occupati negli scorsi giorni sui casi di proroga dei contratti con regime a cedolare secca non comunicati:

A pagina 5, nell’attenzione presente nella sezione I “Adempimento successivo” dopo le parole “... venga sempre confermata dal locatore che intenda mantenere tale regime.” è stato aggiunto il seguente periodo “La mancata presentazione della comunicazione relativa alla proroga del contratto, già in cedolare, non comporta la revoca dell’opzione esercitata in sede di registrazione del contratto di locazione qualora il contribuente abbia mantenuto un comportamento coerente con la volontà di optare per il regime della cedolare secca, effettuando i relativi versamenti e dichiarando i redditi da cedolare secca nel relativo quadro della dichiarazione dei redditi;”.

Ecco di seguito le istruzioni complete per la compilazione e la trasmissione del nuovo modello Rli per le locazioni:

Modello RLI 2017: istruzioni compilazione e invio
Scarica le istruzioni complete e aggiornate

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Contratto di affitto

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.