Decreto agosto: nuovi poteri alla Consob. Cosa cambia per Borsa Italiana?

Il decreto agosto ha dato alla Consob nuovi e importanti poteri. Cosa cambierà d’ora in poi su Borsa Italiana?

Decreto agosto: nuovi poteri alla Consob. Cosa cambia per Borsa Italiana?

I nuovi poteri della Consob sono stati definitivamente inseriti nel Decreto Agosto, approvato in CDM la scorsa settimana e bollinato qualche ora fa dalla Ragioneria generale dello Stato.

Il testo, che con tutta probabilità entrerà in Gazzetta Ufficiale nella giornata di oggi, venerdì 14 agosto 2020, ha garantito alla Commissione nazionale per le società e la Borsa nuove prerogative che le permetteranno di tutelare alcuni interessi nazionali.

Nuovi poteri Consob nel decreto agosto: quali sono?

Sui nuovi poteri della Consob non sono certo mancate le discussioni in sede di approvazione del dl.

Inizialmente la norma era stata eliminata dal testo per l’opposizione del PD e dei pentastellati, ma nella versione definitiva ieri bollinata è ufficialmente riapparsa.

Con il decreto agosto, chiunque vorrà acquistare o vendere quote del 10%, 20%, 30%, 40% o 50%, oppure il controllo del gestore del mercato o della società che lo controlla dovrà comunicarlo in via preventiva alla Consob.

Quest’ultima poi si riserverà il diritto di esaminare sia la fattibilità del progetto che la solidità dell’eventuale acquirente.

In molti hanno definito la norma come una sorta di blindatura di Stato su Borsa Italiana, che dovrà essere tutelata soprattutto in previsione della vendita da parte del London Stock Exchange. E proprio alla tutela degli interessi tricolori serviranno i nuovi poteri della Consob inseriti nel decreto agosto.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories