Nuovi banchi scuola: arriveranno in tempo per l’inizio delle lezioni?

Nuovi banchi scuola: le imprese che hanno sottoscritto i contratti per la produzione, imballaggio e consegna ci sono, ma le nuove postazioni arriveranno in tempo per l’inizio delle lezioni il 14 settembre?

Nuovi banchi scuola: arriveranno in tempo per l'inizio delle lezioni?

Nuovi banchi scuola: il bando di gara si è concluso e ci sono le imprese che produrranno le postazioni anti-COVID tanto discusse in queste settimane estive.

Ma arriveranno in tempo per l’inizio delle lezioni il prossimo 14 settembre? La gara europea per le imprese partecipanti che dovranno produrre e consegnare i nuovi banchi scuola per il prossimo anno scolastico è stata indetta dal Commissario straordinario per l’Emergenza COVID-19, Domenico Arcuri.

Il termine per l’invio delle offerte era stato fissato al 30 luglio e le ditte che hanno partecipato sono state quattordici. I contratti ora sottoscritti per la produzione e consegna dei nuovi banchi scuola sono undici, ma il dubbio e che possano non arrivare in tempo per il 14 settembre, il primo giorno di scuola in tutta Italia (o quasi).

Nuovi banchi scuola: arriveranno in tempo?

Per l’acquisto dei nuovi banchi scuola sono undici i contratti con imprese che produrranno e consegneranno le postazioni. Si tratta di 2 milioni e mezzo di banchi di diverse tipologie che le aziende dovranno garantire per l’Inizio dell’anno scolastico, compreso l’imballaggio e la consegna, ma dalle prime dichiarazioni in merito, a gara conclusa, sorgono dei dubbi sulla possibilità che questi possano essere pronti per il 14 settembre, o ancor prima con l’inizio delle lezioni il 1°, giorno fissato per il recupero degli apprendimenti.

Lo staff del commissario straordinario Arcuri che ha indetto la gara ha dichiarato che i nuovi banchi scuola anti-COVID saranno consegnati dai primi giorni di settembre e fino al mese di ottobre secondo “una programmazione nazionale e una tempistica che terrà conto delle effettive priorità scolastiche e sanitarie dei vari territori”.

Il che infatti fa pensare che i nuovi banchi scuola non saranno consegnati ovunque per l’inizio dell’anno, laddove tuttavia dallo staff di Arcuri assicurano che ovunque sarà garantito il corretto svolgimento delle lezioni fin dai primi giorni.

Il bando tra le altre cose prevedeva la produzione con imballaggio, consegna e montaggio garantite entro il 31 agosto, tempistiche che evidentemente sono difficili da rispettare.

Nuovi banchi scuola: come saranno

Per capire come saranno i nuovi banchi scuola per garantire il distanziamento fisico tra gli alunni basta leggere il bando di gara indetto per le imprese produttrici.

Le aziende, quelle che hanno sottoscritto il contratto, non li dovranno solo produrre, ma anche garantire consegna e montaggio come abbiamo anticipato.

I nuovi banchi dovrebbero essere due milioni e mezzo, ma nel bando di gara si legge nel dettaglio che sono chiesti alle imprese 3 milioni di banchi scolastici monoposto, attrezzati di tipo innovativo e almeno 7.000 banchi tradizionali complementari stimati. In particolare si dovranno avere:

  • fino a 1.500.000 banchi scolastici monoposto nella tipologia tradizionale e fino a 700.000 sedute complementari;
  • fino a 1.500.000 di banchi attrezzati di tipo innovativo.

Quella dei banchi monoposto è solo una delle tante misure messe in campo per il prossimo anno scolastico che pertanto si avvierà con nuove regole. Il prossimo decreto Agosto tra le altre cose stanzia un miliardo per l’edilizia e nuove assunzioni di insegnanti.

Argomenti:

Scuola MIUR

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories