Scuola: 3 milioni di banchi nuovi per settembre. Il bando con requisiti e scadenze

Scuola: arrivano 3 milioni di banchi nuovi per settembre, anche sedute attrezzate e di tipo innovativo. Domenico Arcuri ha indetto una gara europea per le imprese produttrici il cui bando illustriamo di seguito.

Scuola: 3 milioni di banchi nuovi per settembre. Il bando con requisiti e scadenze

Scuola: per settembre arriveranno 3 milioni di nuovi banchi. Il bando per una gara europea è stato pubblicato sui siti della Presidenza del Consiglio/Commissario straordinario, dei ministeri della Salute e dell’Istruzione e su quello della Protezione Civile.

La gara pubblica europea è stata indetta dal Commissario straordinario per l’Emergenza COVID-19, Domenico Arcuri.

Il bando con criteri, requisiti e scadenze cui dovranno attenersi le imprese che vogliano partecipare per l’acquisto di 3 milioni di banchi per la scuola a settembre, banchi che fino a oggi sono stati al centro di polemiche, prevede una gara trasparente e concorrenziale che terrà conto anche ovviamente del prezzo che ciascuna azienda sarà disposta a offrire. Domande entro il 30 luglio 2020.

Scuola: bando per 3 milioni di banchi nuovi e innovativi

Per la scuola a settembre si prevede l’acquisto di 3 milioni di banchi e le aziende produttrici sono invitate a presentare l’offerta grazie alla gara pubblica europea indetta da Arcuri.

Il Miur lo ha annunciato sul sito ufficiale nella giornata di ieri dove il bando è stato pubblicato. Il ministero dell’Istruzione guidato da Lucia Azzolina ha informato che le imprese dovranno assicurare, oltre a un numero minimo di banchi tradizionali o sedute attrezzate innovative anche l’imballaggio, il trasporto, la consegna e il montaggio dei prodotti entro il 31 agosto 2020.

Le domande infatti, o meglio le offerte, dovranno essere presentate entro il 30 luglio alle ore 14:00 e la sottoscrizione del contratto o dei contratti, come si legge nel bando per le imprese che alleghiamo di seguito, avverrà entro il 7 agosto 2020.

Una procedura accelerata, in tempi strettissimi. Sembra infatti quasi una corsa contro il tempo quella per la scuola a settembre nella ricerca degli spazi a prova di COVID, dei banchi e soprattutto degli insegnanti, a breve dovrebbero infatti essere aperte le iscrizioni nelle Graduatorie provinciali delle supplenze, per il rientro in sicurezza nel prossimo, e non così lontano, anno scolastico.

Bando di gara europea
Bando di gara europea per l’acquisto di 3 milioni di nuovi banchi per la scuola a settembre con requisiti e scadenze.

Scuola: offerte per 3 milioni di banchi. Requisiti

Ci sono dei requisiti che le aziende che vogliono aggiudicarsi la gara d’appalto devono rispettare secondo il bando per l’acquisto di 3 milioni di banchi nella scuola a settembre.

I primi da rispettare sono quelli inerenti alla tipologia di oggetto richiesto. In particolare si legge nel testo ufficiale dell’avviso pubblico che possono partecipare alla gara le aziende iscritte nel Registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura (C.C.I.A.A.) della Provincia in cui ha sede, per attività coerenti con quelle oggetto della fornitura oggetto dell’appalto (o in uno dei registri professionali o commerciali dello Stato di residenza se si tratta di uno Stato dell’UE in conformità con quanto previsto dal Codice dei Contratti Pubblici).

Il concorrente non stabilito in Italia ma in altro Stato Membro o in uno dei Paesi di cui all’art. 83, comma 3 del Codice dei Contratti Pubblici, dovrà presentare, a pena di esclusione, l’iscrizione nel registro commerciale corrispondente o dichiarazione giurata o secondo le modalità vigenti nello Stato nel quale è stabilito.

I banchi che devono essere prodotti e forniti alle scuole devono rispettare gli standard richiesti. In particolare l’offerta presentata dall’impresa, nella persona singola, associata, consorzio o in raggruppamento verticale od orizzontale o misto deve altresì rispettare i seguenti requisiti laddove in mancanza di anche uno solo di essi si determina l’esclusione dalla procedura. Il particolare bisogna assicurare:

  • per ciascun Lotto, un numero minimo di banchi/ sedute attrezzate per almeno 200.000 unità;
  • imballaggio, trasporto, consegna e montaggio dei prodotti offerti entro la data del 31 agosto 2020 (lunedi);
  • assicurare la fornitura nei tempi prescritti negli istituti collocati nell’ambito territoriale non inferiore alla Regione o Provincia Autonoma, anche più, per la quale ha presentato offerta;
  • omogeneità qualitativa dei prodotti offerti;
  • flessibilità dimensionale, in aumento o in diminuzione, della tipologia di prodotti oggetto del contratto, o dei contratti, di fornitura, secondo il piano delle esigenze che sarà predisposto dal Ministero dell’Istruzione, su almeno il 20 % dei prodotti offerti;
  • assicurare le ordinarie garanzie per 5 anni, manutenzione e assistenza previste
  • l’impegno alla prestazione, prima della stipula del contratto, della garanzia definitiva della regolare esecuzione del contratto, conformemente a quanto previsto dall’articolo 103 del Codice dei Contratti Pubblici.

Scuola: come saranno i 3 milioni di banchi per settembre

Il bando spiega chiaramente anche come saranno i 3 milioni di banchi per la scuola a settembre che dovranno rientrare nella presentazione delle offerte da parte delle imprese che potranno così aggiudicarsi la gara di appalto europea.

Come si specifica nell’avviso infatti si prevede l’acquisto di 3 milioni di banchi scolastici monoposto, attrezzati di tipo innovativo e almeno 7.000 banchi tradizionali complementari stimati. In particolare si dovranno avere:

  • fino a 1.500.000 banchi scolastici monoposto nella tipologia tradizionale e fino 700.000 sedute complementari (Lotto A);
  • fino a 1.500.000 di banchi attrezzati di tipo innovativo (Lotto B).

Si tratta, precisa il bando, di numeri indicativi, ma nella presentazione dell’offerta le imprese dovranno rispettare i suddetti requisiti e prevedere un numero minimo di banchi o sedute attrezzate pari a 200.000 unità e, per il solo Lotto A, un numero minimo di 7.000 banchi complementari tradizionali.

Ricordiamo ancora una volta che per l’acquisto dei 3 milioni di banchi per la scuola a settembre le offerte vanno presentate entro il 30 luglio 2020.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories