Novità iOS 16: in arrivo Apple Watch Mirroring e tante altre funzioni

Redazione Tecnologia

18/05/2022

18/05/2022 - 16:59

condividi

La nuova versione del sistema operativo promette di migliorare l’esperienza d’uso degli utenti con disabilità, ampliando le opzioni a disposizione.

Novità iOS 16: in arrivo Apple Watch Mirroring e tante altre funzioni

iOS 16, il prossimo sistema operativo destinato agli smartphone e tablet di Apple, porterà con sé una serie di nuove funzioni, tra cui alcune pensate per migliorare l’esperienza d’uso degli utenti con disabilità. Il colosso di Cupertino ne ha anticipate alcune tramite un post pubblicato sulla sua Newsroom, concentrandosi soprattutto sul tema dell’accessibilità. Si tratta di innovazioni che sfruttano le migliorie degli iPhone e degli iPad, in termini di avanzamenti sul fronte dell’hardware, del software e del machine learning, per rendere possibili un’ampia gamma di funzioni.

Il rilevamento delle porte

Le persone non vedenti o ipovedenti potranno contare sul rilevamento delle porte (Door Detection) per capire quando si trovano distanti da una porta e scoprire quali sono le sue caratteristiche (come la presenza di una maniglia o di un pomello). Il software, per esempio, può spiegare come aprirla e fornire informazioni su eventuali scritte o simboli presenti su di essa o nelle sue vicinanze. Attenzione: questa opzione sarà presente solo negli iPhone e negli iPad che integreranno lo scanner LiDAR. In questi dispositivi la feature potrà essere attivata nell’app Lente, assieme al rilevamento delle persone e alla descrizione delle immagini.

Per migliorare la fruizione degli utenti non vedenti e ipovedenti, Apple amplierà anche il supporto per lo screen reader VoiceOver, introducendo 20 nuove lingue. Tra queste ci saranno l’ucraino, il bulgaro, il catalano, il bengalese e il vietnamita. I fruitori avranno anche a disposizione decine di nuove voci ottimizzate in tutte le lingue, oltre a Text Checker, un nuovo strumento che aiuta a trovare eventuali problemi di formattazione nel testo.

Apple Watch Mirroring

iOS 16 introdurrà anche la funzione Apple Watch Mirroring, creata per consentire di controllare da remoto gli orologi del colosso di Cupertino tramite gli iPhone. Gli utenti con disabilità potranno impartire istruzioni al dispositivo tramite i comandi vocali, le azioni sonore, il rilevamento della testa e tutte le altre funzioni di accessibilità rese disponibili nel corso degli anni.
Saranno introdotte anche nuove azioni rapide su Apple Watch, che permetteranno agli utenti di usare una doppia gesture per rispondere a una telefonata o chiuderla, riprodurre i contenuti multimediali, scattare una foto e altro ancora.

Sottotitoli in tempo reale

Per gli utenti non udenti o con problemi di udito saranno introdotti i sottotitoli in tempo reale su iPhone, iPad e Mac. Il loro utilizzo renderà più semplice la fruizione dei contenuti audio e le chiamate su applicazioni come FaceTime. Gli utenti potranno anche digitare le risposte tramite dettatura vocale. I sottotitoli saranno disponibili in versione beta sui dispositivi Apple più recenti: questo insieme comprende gli iPhone dagli 11 in poi, gli iPad con A12 Bionic e versioni successive e i Mac dotati di Apple Silicon, che arriveranno sul mercato entro la fine dell’anno. L’unico limite di questa funzione è che in un primo momento i sottotitoli automatici saranno disponibili solo in inglese. Non è chiaro se in futuro saranno distribuiti anche in altre lingue.

Le altre funzioni

Apple ha annunciato una serie di altre funzioni che garantiranno un’esperienza migliore in termini di accessibilità su iOS 16.
Tramite Buddy Controller gli utenti potranno chiedere aiuto a un amico per andare avanti in un gioco. La funzione permetterà di combinare gli input provenienti da due controller differenti, rendendo possibile a più giocatori affrontare la stessa avventura in single player. Per esempio, un utente che ha qualche difficoltà a raggiungere i tasti dorsali potrebbe chiedere a un amico di premerli su un altro gamepad quando necessario.

Siri Pause Time, invece, permette agli utenti con disturbi del linguaggio di stabilire quanto a lungo l’assistente vocale deve restare in attesa prima di rispondere a una richiesta.

Un’altra modalità (nota in inglese come “Voice Control Spelling Mode”) metterà a disposizione la possibilità di dettare un testo lettera per lettera. iOS 16 introdurrà anche la possibilità di personalizzare il riconoscimento dei suoni per rilevare degli input sonori presenti in uno specifico ambiente, come l’allarme di casa, il campanello o il rumore degli elettrodomestici.
Sarà anche possibile personalizzare Apple Books mettendo il testo in grassetto o modificando la spaziatura tra le righe.

Argomenti

# Mac
# iPhone
# iPad
# iOS
# Apple

Commenta:

Iscriviti a Money.it