Natale a Roma e nel Lazio, scattano le restrizioni: torna l’obbligo di mascherine all’aperto

Stefano Rizzuti

21 Dicembre 2021 - 09:18

condividi

Torna l’obbligo di mascherine all’aperto a Roma e nel Lazio per il Natale: la stretta scatta dal 23 dicembre. Vediamo cosa prevede la nuova ordinanza firmata dal presidente Nicola Zingaretti.

Natale a Roma e nel Lazio, scattano le restrizioni: torna l'obbligo di mascherine all'aperto

A Roma e nel Lazio arriva la stretta in vista del Natale. Da giovedì 23 dicembre scattano nuove restrizioni per provare ad arginare l’aumento dei contagi che prosegue da settimane in tutta Italia. Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha firmato l’ordinanza che introduce il ritorno dell’obbligo di mascherine anche all’aperto.

In tutta la Regione ci sarà quindi l’obbligo di indossare le mascherine in tutti i luoghi pubblici, al chiuso e all’aperto, già nei giorni delle feste di Natale e Capodanno. Zingaretti parla di una “misura precauzionale ma essenziale per la salvaguardia della nostra salute e quella dei nostri cari in un momento come questo. Anche questa volta stiamo tenendo alta la guardia e come in passato stiamo anticipando il virus”.

L’ordinanza entra in vigore giovedì 23 dicembre e introduce anche un potenziamento dell’attività di screening sul personale sanitario con l’esecuzione di un test al massimo ogni 10 giorni per intercettare al più presto eventuali casi positivi. Vediamo qual è la situazione del Lazio e di Roma e cosa cambia a Natale con l’ordinanza firmata da Zingaretti.

La zona gialla nel Lazio

Il Lazio ha mantenuto la zona bianca per tutta la settimana di Natale, ma un passaggio in fascia gialla nelle settimane successive non è da escludere. Come aveva spiegato negli scorsi giorni l’assessore alla Salute, Alessio D’Amato, probabilmente già da Capodanno il Lazio potrebbe andare in zona gialla: “Bisogna mantenere sempre alta l’attenzione. Abbiamo un vantaggio da difendere e non dobbiamo far calare le misure di precauzione”.

L’obbligo di mascherine all’aperto a Natale a Roma

La più importante novità introdotta con l’ordinanza firmata da Zingaretti prevede il ritorno dell’obbligo di indossare la mascherina all’aperto, una regola che viene prevista con il passaggio in zona gialla e che il Lazio di fatto anticipa con questo provvedimento.

Dalla mezzanotte del 23 dicembre, spiega la Regione, è disposto l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi all’aperto durante l’intera giornata: la restrizione resterà in vigore fino alle ore 24 del 23 gennaio 2022.

L’esenzione dall’obbligo è prevista solamente per i bambini di età inferiore ai sei anni, per i portatori di patologie incompatibili con l’uso dei dispositivi di protezione individuale e nel corso di attività motorie e sportive all’aperto.

Ricordiamo che a Roma è già stato introdotto l’obbligo di mascherine all’aperto nelle zone del centro e nelle vie dello shopping sulla base di quanto previsto da un’ordinanza del sindaco capitolino Roberto Gualtieri. L’obbligo è stato introdotto anche nel comune di Fiumicino.

Nel Lazio test più frequenti per i sanitari

L’altra novità introdotta con l’ordinanza di Zingaretti nel Lazio riguarda - per lo stesso periodo di tempo - l’aumento della frequenza dello screening del personale sanitario che opera nelle strutture pubbliche e private. Nello specifico si prevede l’obbligo di sottoporsi a un tampone per il personale sanitario con periodicità non inferiore ai 10 giorni.

L’obiettivo di questa norma è quello di intercettare tempestivamente eventuali casi positivi all’interno delle strutture sanitarie e socio-sanitarie. Restano inoltre gli “ulteriori obblighi previsti dalla stratificazione del rischio in capo all’Azienda Sanitaria o Struttura sanitaria”.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it