I migliori ristoranti con stelle Michelin in Italia

11 maggio 2020 - 12:51 |
23 luglio 2020 - 11:12 |

Sono undici i migliori ristoranti con stelle Michelin in Italia, quelli che ne hanno ottenute ben tre, elevandosi a templi dell’arte culinaria. C’è pure una new entry fresca di classifica.

Quali sono i migliori ristoranti con stelle Michelin in Italia? Nel nostro Paese, undici tempi del piacere gastronomico hanno ottenuto tre stelle dalla rinomata guida, che da oltre 100 anni premia la cucina d’eccellenza.

Le stelle Michelin, assegnate da una a tre, sono la bussola della qualità per la ristorazione. La guida è in costante aggiornamento, grazie a una squadra d’ispettori esperti che girano nei ristoranti per testarne il valore anche nel tempo.

Una stella indica una cucina originale e di grande qualità, due un locale dove la cucina è eccellente ed evocativa, tre stelle sono riservate alla maestria eccezionale, elevata a vera e propria arte. I ristoranti tri-stellati in Italia sono 11, l’ultimo è una new entry, da provare tutti almeno una volta nella vita. Ve li presentiamo nella seguente classifica.

1) Piazza Duomo ad Alba (CN)

La cucina creativa e all’avanguardia dello chef padrone di casa, Enrico Crippa, fa del ristorante Piazza Duomo una meta ideale per palati che hanno bisogno di essere affascinati. In questo ristorante dal clima raccolto si può incontrare una vera celebrazione della cucina delle Langhe.

Fiore all’occhiello dello chef è il suo orto biodinamico. Erbette, fiori, frutti e verdure, rigorosamente appena colti, si esibiscono in questo atelier gastronomico sempre come attori protagonisti. Il prezzo oscilla tra i 200 ai 290 euro a persona.

2) Da Vittorio a Brusaporto (BG)

Opulenza gastronomica in un contesto dall’ospitalità familiare. Da Vittorio, tra le colline bergamasche, si respira un clima elegante e spontaneo. L’atmosfera fa da sfondo alle creazioni degli chef Chicco e Bobo, che strizzano l’occhio all’innovazione a tavola, senza dimenticare la tradizione.

Si tratta del ristorante per chi cerca piatti dai sapori pieni e ricchi, eseguiti con grande maestria e tecnica. Dal primo al dolce è tutta un’esplosione di gusto e scenografia . Da 80 a 280 euro a persona.

3) St. Hubertus a San Cassiano (BZ)

Tra i nove tavoli del St. Hubertus, sfilano come in passerella le creazioni dello chef altoatesino Norbert Niederkofler. Nei suoi piatti si può avvertire distintamente il sapore delle montagne e delle eccellenze gastronomiche alpine.

Sentori di ginepro, di pino, di fiori e spezie accompagnano le altre materie prime tutte provenienti da produttori locali, dai contadini agli allevatori. Per gustarle si spendono circa 300 euro a persona, che valgono un’esperienza memorabile.

4) Le Calandre – Rubano (PD)

La cucina de Le Calandre si fa ricordare per i suoi grandi equilibri e la capacità di coniugare sapori antichi con gusto moderno, in un’armonia che la rende unica e irripetibile. In cucina ci sono i tre fratelli Alajmo di cui il più piccolo, Massimiliano, è anche il più giovane chef tri-stellato d’Europa.

Sui tavoli “nudi” del ristorante anche lo spazio della tovaglia è riservato ai piatti, con illuminazione ad hoc. Le pietanze, talvolta realizzate con un singolo ingrediente, puntano a stupire e divertire sia gli occhi sia il palato. Dai 135 ai 225 euro a persona circa.

5) Dal Pescatore – Canneto Sull’Oglio (MN)

In un paesello sperduto tra i campi del parco dell’Oglio, si trova il ristorante Dal Pescatore della famiglia Santini. Più che un semplice luogo dove mangiare bene è una destinazione, che affianca alla cucina d’eccellenza anche la piacevolezza del contesto, tra salotti e giardini che sembrano quasi incantati.

Dai 120 ai 250 euro a commensale per un percorso tra piatti ispirati alla campagna e alle tradizioni di casa, ma eseguiti con l’esperienza di tre generazioni di chef.

6) Osteria Francescana – Modena

Il celebre chef Massimo Bottura non ha bisogno di presentazioni ed è osannato anche a livello internazionale. I suoi piatti sono quelli della tradizione, dalla pasta fresca allo zampone, dai tortellini di cappone al bollito, accompagnati magari da un bel bicchiere di Lambrusco.

L’attenzione maniacale alle preparazioni trasforma l’Osteria Francescana in un tempio della memoria, ma senza nostalgia, piuttosto con uno sguardo rivolto al futuro. Entra di default tra i migliori ristoranti con stelle Michelin in Italia. Si spendono dai 220 fino ai 500 euro per il suo menu in continua evoluzione. Un particolare da non dimenticare, si può prenotare online un solo giorno al mese!

7) Enoteca Pinchiorri – Firenze

Tra i migliori ristoranti con stelle Michelin in Italia, non poteva mancare anche l’Enoteca Pinchiorri, il cui prestigio è storico. Da decenni Pinchiorri rappresenta il lusso e l’alta ristorazione nostrana, con le sue sale che hanno un fascino quasi museale.

Offre una delle più importanti carte dei vini al mondo, per accompagnare patti dal gusto toscano, italiano e anche internazionale, serviti in porzioni generose. Il filo conduttore: ingredienti pregiati, inventiva originale e tecniche contemporanee. Il prezzo varia in media da 205 a 355 euro a testa, a meno che non abbiate voglia di stappare una bottiglia proprio stellare.

8) La Pergola – Roma

La Pergola è il ristorante per chi cerca i sapori mediterranei e una vista mozzafiato della Città Eterna. Sospeso sul suo rooftop, lo chef Heinz Beck può vedere la cupola di San Pietro e sfoga la sua creatività con grande rispetto per le materie prime, dando vita a ricette che sposano la leggerezza italiana e la meticolosità tedesca.

Non manca una cantina, enorme e ricca di etichette esclusive, a completare l’offerta per palati davvero fini. Da provare i famosi “fagottelli”. Si spendono dai 150 ai 260 euro a testa, in media.

9) Reale – Castel di Sangro (AQ)

La passione sfrentata per i sapori di mare e terra hanno spinto lo chef padrone di casa, Niko Romito, a raggiungere le vette da autodidatta. Reale è un ristorante incastonato in un ex monastero cinquecentesco e i tratti distintivi della sua cucina sono il minimalismo e la purezza dei sapori, sganciati da qualsiasi surplus scenografico.

Uno stile d’ispirazione nipponica diventato punto di riferimento della cucina contemporanea italiana. Con una carta da 45 portate, propone classici e novità, il conto medio oscilla da 100 a 210 euro a persona.

10) Uliassi – Senigallia (AN)

Uliassi è il cognome dei founder Mauro e Catia. I due fratelli servono le proprie creazioni accompagnate dal rumore del mare, nel loro ristorante situato tra il porto e la spiaggia.

Si tratta di una destinazione imperdibile per chi è alla ricerca di estro ed elaborazioni sofisticate, intervallate da classici senza tempo, che spaziano dal pesce alla selvaggina. Il legame con le Marche è forte nei piatti, si spendono dai 120 ai 190 euro a commensale circa.

11) Enrico Bartolini al MUDEC – Milano

Siamo giunti infine alla new entry tra i migliori ristoranti con stelle Michelin in Italia. Al terzo piano del MUDEC, il Museo delle Culture di Milano, l’originalità della location di questo ristorante si mixa con un gusto contemporaneo e raffinato.

Enrico Bartolini è uno chef fantasioso, che fonda la sua cucina sulla ricerca e la sperimentazione. All’apparenza il menu sembra sobrio, ma al palato scatena un tripudio di sensazioni, anche quando il protagonista è un solo ingrediente. Dai 115 ai 300 euro lo scontrino medio.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories