Sponsorizzato

Mercati sotto pressione e sentimento negativo: cosa sta per accadere? Il commento di XTB

Redazione

26/09/2022

26/09/2022 - 11:42

condividi

I mercati sono stati messi sotto pressione dalle varie decisioni delle banche centrali nei giorni precedenti. Cosa aspettarsi questa settimana?

Mercati sotto pressione e sentimento negativo: cosa sta per accadere? Il commento di XTB

La serie di decisioni sui tassi delle banche centrali sono già alle spalle. Accenni alla continuazione della stretta monetaria negli asset rischiosi del mondo sviluppato hanno messo i mercati sotto pressione la scorsa settimana e gli investitori aspettano con impazienza alcuni sviluppi positivi nei dati. I trader FX terranno d’occhio anche lo Jpy dopo l’intervento della BoJ della scorsa settimana. Questi sono alcuni dei mercati da tenere d’occhio la prossima settimana. Inoltre, il sentimento sembra essere piuttosto negativo anche nel mercato delle criptovalute nonostante la fusione di Ethereum abbia avuto successo di recente.

Le proiezioni dell’oro

Il Fomc ha nuovamente rivisto le previsioni di inflazione al rialzo nella sua ultima serie di proiezioni economiche. L’inflazione principale Pce dovrebbe ora raggiungere una media del 5,4% quest’anno, rispetto al 5,2% delle previsioni di giugno. I dati Pce per agosto verranno pubblicati questa settimana venerdì alle 14:30. Il mercato prevede una decelerazione dal 6,3 al 6,0% su base annua. Tuttavia, l’indicatore core dovrebbe accelerare ancora una volta, questa volta dal 4,6 al 4,8% su base annua. I trader di oro osserveranno i dati attentamente, dopo il calo del prezzo del metallo prezioso al minimo di 2 anni e mezzo.

Gli indici americani

Un forte rialzo dei rendimenti ha messo sotto pressione le azioni globali la scorsa settimana, spingendo gli indici statunitensi verso i minimi recenti. È probabile che i rendimenti e le prospettive economiche rimarranno fattori chiave per le azioni nelle prossime settimane, e forse nei mesi a venire. I dati sugli ordini di beni durevoli negli Stati Uniti e l’indice di fiducia dei consumatori del Conference Board saranno pubblicati martedì. La fiducia dei consumatori è ancora stabile, ma gli ordini sono in calo. Anche questa settimana è piena di discorsi della Fed, incluso il discorso di Powell mercoledì.

Il cambio Dollaro-Yen

Lo Yen giapponese sarà sotto osservazione nei prossimi giorni, dopo l’intervento della BoJ della scorsa settimana. Gli interventi sui cambi effettuati in passato dalla BoJ sono stati raramente un evento una tantum e sono stati seguiti da azioni successive. Tuttavia, va notato che quegli interventi successivi hanno avuto un effetto sempre minore sulla coppia FX. In ogni caso, la volatilità sul mercato dello yen giapponese dovrebbe rimanere elevata.

Bitcoin ed Ethereum

Bitcoin è sceso di nuovo sotto i 19.000$ e sta chiaramente tentando di superare quel prezzo mentre Ethereum si aggira intorno a 1.220$ per token.

Il 2022 è difficile non solo per le criptovalute ma anche per le società quotate tradizionali. Si possono citare ad esempio gli estremi come la tedesca Uniper o l’italiana Saipem. Anche il settore tecnologico ha sofferto, basando valutazioni elevate su incrementi che non si sono verificati. Lo vediamo negli elenchi di grandi aziende come Intel, Amd, Alphabet, Amazon e quelle più piccole come Matterport e Zoom Video Communications. Anche tutte le Spac come Virgin Orbit, Redwire e American RocketLab hanno perso molto.

JP Morgan ha indicato che la fusione «Merge» di Ethereum potrebbe dividere la comunità di criptovalute e i suoi sviluppatori causando problemi di rete interna. Tuttavia, le informazioni disponibili non indicano conflitti interni di Ethereum, gli sviluppatori si sono concentrati sulla trasformazione della rete per molti anni, l’evento non è stato una sorpresa per nessuno ed è stato accolto con l’approvazione della stragrande maggioranza della comunità.

Bitcoin sta inviando segnali preoccupanti dal punto di vista dell’analisi tecnica. La media mobile esponenziale a 10 giorni ha superato la media a 20 giorni. Inoltre, l’indicatore Rsi dal giorno della fusione di Ethereum a oggi suggerisce una svolta ribassista nel sentimento, il calo è avvenuto anche su un volume più alto. L’Rsi è sceso di nuovo ai minimi sostenuti indicano un possibile slancio ribassista e un vantaggio dell’offerta in punti chiave del grafico.

Se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie dei mercati, visita questo link “XTB-Analisi di mercato".

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.