Mercati in rosso: il motivo è uno solo

I mercati oggi sono tornati a scambiare in rosso. Il motivo? Da ricercare nelle ultime parole di Donald Trump sulla guerra commerciale

Mercati in rosso: il motivo è uno solo

I mercati oggi sono tornati a scambiare in preda alla debolezza a causa della guerra commerciale e, più nello specifico, delle ultime dichiarazioni di Donald Trump.

Non è la prima volta che il conflitto tra le due grandi potenze mondiali ha ripercussioni negative sull’azionario.

Negli ultimi mesi la tanto temuta guerra commerciale ha influenzato sia nell’uno che nell’altro senso i mercati, i quali oggi sono però tornati a scambiare in preda alla debolezza dopo le dichiarazioni di Trump sui dazi.

Mercati oggi in rosso: cosa ha detto Trump

Il Presidente degli Stati Uniti è tornato a parlare di guerra commerciale ma, in questo caso, non ha utilizzato parole cariche di ottimismo, anzi. L’inquilino della Casa Bianca ha tenuto a ricordare che, se la Cina non farà passi avanti tali da arrivare alla firma di una Fase 1, allora i dazi sui beni asiatici torneranno a salire.

Nelle dichiarazioni di Donald Trump non sono stati riscontrati elementi di particolare novità, eppure i mercati oggi hanno risentito in maniera decisa delle sue parole. D’altronde i toni del tycoon hanno gettato nuove ombre sullo stato dei rapporti tra le due potenze.

Non è chiaro se e quando queste riusciranno a firmare il tanto atteso accordo preliminare, necessario per spianare la strada a un’intesa definitiva e più generale. Fino a quel momento però i mercati continueranno a tenere il fiato sospeso.

Asia in ribasso, Cina la più colpita

Sui mercati oggi, la più colpita è stata senza dubbio la Cina. Tutti i principali indici del Dragone hanno chiuso all’insegna della debolezza:

  • Shanghai: -0,78%
  • SZSE Component: -0,82%
  • China A50: -1,04%
  • DJ Shanghai: -0,86%

Neanche l’Hang Seng si è salvato e ha continuato a scambiare con rossi superiori allo 0,8% persino in chiusura di sessione - in questo caso però la situazione politica dell’area non ha certamente aiutato il recupero.

A chiudere in ribasso comunque è stato anche il Kospi, giù di oltre il punto percentuale.

Borse europee in calo

Anche il Vecchio Continente è stato influenzato dai timori legati alla guerra commerciale. I primi minuti di seduta sono stati eloquenti: la maggior parte dei listini ha aperto con ribassi superiori al mezzo punto percentuale.

Neanche la Borsa Italiana è stata esentata dall’affondo dei mercati oggi: il FTSE MIB sta attualmente perdendo lo 0,46%.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borse

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \